Indietro

ⓘ Il Vangelo secondo la Scienza




                                     

ⓘ Il Vangelo secondo la Scienza

Il Vangelo secondo la Scienza è un saggio scritto dal matematico Piergiorgio Odifreddi, pubblicato per la prima volta nel 1999. In questo libro vengono considerati dal punto di vista della logica gli aspetti scientifici della teologia e gli aspetti teologici della fisica e della matematica.

                                     

1. Titolo

Odifreddi aveva inizialmente proposto il titolo Dalla Galilea a Galileo, ma Giulio Einaudi lo bocciò. Lo scrittore racconta che un suo amico psicanalista interpretò male il titolo originario credendo che Galilea corrispondesse a un nome femminile e che Odifreddi si riferisse al rapporto fra il sesso maschile e quello femminile.

                                     

2. Struttura

Il saggio si articola in dodici capitoli - il primo dei quali è lintroito - e di una prefazione, aggiunta nel 2008 dallo stesso Odifreddi circa dopo dieci anni dalla effettiva stesura del libro. Ogni capitolo, eccetto i primi tre, è dotato dai 2 ai 5 sottocapitoli, in cui vengono approfonditi gli argomenti suggeriti o spiegati in poche righe dopo il titolo del capitolo. Al termine dellopera, seguono le sezioni della bibliografia e dellindice dei nomi in essa menzionati.

                                     

3. I temi trattati

Nella prefazione lautore lo dichiara apertamente:

Procedendo nel resto della prefazione a respingere le critiche tessutegli contro - da quella dell Avvenire, redatta lo stesso giorno della pubblicazione del saggio col titolo "Contro la fede una scienza da rotocalco", fino a quella ritardataria del Corriere della Sera scritta da Ernesto Galli della Loggia nel 2007 -, nellintroito riprende quelli che saranno i temi del libro, analizzandoli però da un punto di vista più pratico, attuale e, se vogliamo, anche con un piglio di aggressività.

Ciò che Odifreddi sostiene, e che assolverebbe anche a obiettivo principale del saggio, è che solo avvicinando le due diverse culture, quella scientifica e quella teologica, si può capire e quindi approfondire le risposte assai diverse che entrambe offrono alle medesime problematiche. Le risposte scientifiche offrono dei risultati, delle soluzioni, a dir poco complessi e intricati, quando invece la teologia offre delle risposte decisamente più immediate e rassicuranti. Odifreddi ritiene che "il pedaggio da pagare" per riscattarsi dallingenuità e dallignoranza del mito religioso sia lacquisizione della consapevolezza mediante ladesione alle attendibili, seppur non confortanti, risposte scientifiche.

Lanalisi del dissidio tra scienza e teologia seguirà un percorso "in qualche modo parallelo" alle trasformazioni del mito religioso nellambito letterario-filosofico e infine scientifico, che verterà soprattutto sugli aspetti sociali, storici, culturali, psicologici e psicoanalitici del fenomeno religioso, nonché sulle conseguenze apportate alle risposte teologiche dalla ricerca scientifica e alle dimensioni trascendenti della logica matematica. Tutto ciò attuando una vera e propria decostruzione delle teorie religiose, sia Occidentali sia Orientali, osservando anche come le citazioni di autori cristiani noti arrivino a contrastare con versioni tra loro molto affini nello stesso campo religioso.

Alla fine, il complesso ragionamento che si snoda nellintero trattato porterà a una sola e semplice conclusione:



                                     

4. Edizioni

  • Piergiorgio Odifreddi, Il Vangelo secondo la Scienza - Le religioni alla prova del nove, collana ET Saggi, Einaudi, 2005, pp. 224, ISBN 88-06-17392-8.