Indietro

ⓘ Football Club Internazionale Milano 1987-1988




Football Club Internazionale Milano 1987-1988
                                     

ⓘ Football Club Internazionale Milano 1987-1988

A movimentare lestate 1987 in casa nerazzurra concorsero le voci su Zenga e Altobelli, entrambi dati per partenti. La società decise non di cederli, lasciando anzi carta bianca a Trapattoni sul mercato. I nuovi volti risultarono essere quelli del terzino salentino Nobile e del centrocampista belga ma di origini italiane Scifo, ai quali si aggiunse il rientrante Aldo Serena.

LInter inaugurò la sua stagione con la fase preliminare della Coppa Italia, che superò soltanto per differenza-reti: vinse un solo incontro nei tempi regolamentari, chiudendo i restanti 4 ai rigori con equo bilancio di trionfi e disfatte. Ancor prima di esordire in campionato si congedò da Rummenigge, passato al Servette. Battuta dal Pescara nel turno di apertura, pareggiò sul campo del Besiktas 0-0 in Coppa UEFA. Vinse 3-1 nel ritorno ma la qualificazione non fugò i dubbi attorno alla squadra, fermata sul pari da Torino e Hellas Verona. Sconfitta in Europa dai finlandesi del Turun trovò, la domenica seguente, i primi sorrisi con la vittoria 2-1 nel derby dItalia: a mandare k.o. i bianconeri fu la doppietta dellex Serena. Battendo 2-0 lavversaria di coppa strappò un altro passaggio del turno grazie al retour match.

Il crollo in casa della Roma per il nono anno consecutivo in Campionato riaprì lennesima ferita, gravata dal pari nellandata con lEspanyol. Un ulteriore 1-1, di ben altro significato, si registrò nella seguente partita di campionato con il Napoli. Lavventura continentale terminò in Spagna, per la sconfitta di misura. Anche in questoccasione il risultato venne replicato, nel derby che archiviò lanno solare, in cui i rossoneri avevano totalizzato bottino pieno 4 punti su 4 nei confronti cittadini.

Se agli inizi del 1988 i nerazzurri lanciarono segnali di ripresa, con il raggiungimento delle semifinali di coppa nazionale, questi non tardarono a venire smentiti dal rendimento in A. Lingresso in finale di coppa, che avrebbe potuto fungere da àncora di salvezza, venne negato dalla Sampdoria. Dopo aver conosciuto lennesima delusione - con unaltra vittoria milanista nel derby -, entrarono per la sesta stagione consecutiva in Coppa UEFA: il 5º posto, utile per la partecipazione, fu ottenuto in extremis davanti alle torinesi che dovettero giocarsi lultima posizione in uno spareggio.

                                     

1. Statistiche

Statistiche dei giocatori

Presenze e reti riferite al campionato.

G.Baresi 29/1; Altobelli 28/9; Bergomi 28/1; Fanna 28/1; Scifo 28/4; Mandorlini 27/2; Zenga 26/−31; R.Ferri 25/2; Piraccini 23/1; Ciocci 22/4; A.Serena 22/6; Matteoli 21/1; Passarella 21/6; Nobile 19; Minaudo 15/2; Calcaterra 12; Malgioglio 4/−4; Civeriati 2; Morello 1; Rivolta 1.