Indietro

ⓘ Sangharakshita




Sangharakshita
                                     

ⓘ Sangharakshita

Sangharakshita, nato Dennis Philip Edward Lingwood, è stato un monaco buddhista britannico.

È il fondatore dellOrdine degli Amici del Buddhismo Occidentale FWBO, e dellOrdine dei Buddhisti Occidentali WBO. È uno studioso di buddhismo occidentale ammirato per il suo operato di diffusione degli insegnamenti e visto con sospetto da qualche suo ex-discepolo che lo accusa di narcisismo mediatico.

                                     

1. Biografia

Sangharakshita è nato a Tooting a Londra nel 1925. Durante la sua infanzia fu costretto a letto per due anni a causa di una diagnosi infausta sulle condizioni cardiache. Così occupò il tempo leggendo, acquisendo dimestichezza sulle nozioni di arte, cultura e filosofia. A sedici anni lesse una copia del Sutra di diamante e quindi ebbe unesperienza mistica dalla quale ebbe conferma di essere Buddhista e di esserlo sempre stato. Durante la Seconda guerra mondiale fu inviato in India dove rimase oltre il termine della guerra per ottenere lordinazione di Bhikkhu.

                                     

2. India

Al termine della guerra, durante la smobilitazione decise di restare a vivere in India. Rinunciò ai suoi averi e bruciò i documenti didentità. Per i due anni che seguirono viaggiò, accompagnato, per lIndia del Sud per lo più. Elemosinarono il cibo e praticarono la meditazione. In questo periodo conobbe molti insegnanti Hindu come Ramana Maharshi ed entrò in contatto con la Mahabodhi Society. Al termine di questo ciclo itinerante, Sangharakshita era determinato ad essere ordinato come monaco buddhista. A questo scopo prese un treno per Delhi con il suo compagno spirituale per poi raggiungere Sarnath. I monaci del posto furono sospettosi nei confronti di due sconosciuti venuti dal nulla e si rifiutarono di ordinarli. Allora viaggiarono a piedi fino a Kushinara dove ottenere lordinazione di noviziato shramana dal monaco Burmese U Chandramani. Tuttavia, pur avendo loro concesso il noviziato, i monaci del posto decisero anche di non impartire loro nessun insegnamento, indirizzandoli allo scopo dal professore di Pali Bhikkhu Jagdish Kashyap presso lUniversità Hindu di Benares dove rimasero per otto mesi studiando il Pali, lAbhidhamma e la logica buddhista. Al termine di questo periodo Sangharakshita e Kashyap organizzarono una serie di incontri pubblici nella regione del Darjeeling. Kashyap, che stava programmando di ritirarsi dallinsegnamento, lo abbandonò sbrigativamente nella cittadella di Kalimpong con limperativo testuale di "lavorare per il bene del Buddhismo". Quella cittadina sulle colline fu la sua base per 14 anni fino al ritorno in Inghilterra nel 1966.

Nonostante lordinazione Theravada, nel suo peregrinare incontrò molti maestri spirituali tra i quali i più influenti furono i tibetani buddhisti fuggiti dopo loccupazione cinese negli anni cinquanta. Forse il più influente fu Dhardo Rimpoche che gli fu anche amico e dal quale ricevette lordinazione di Bodhisattva che non richiede la vita monastica e il cui voto centrale è limpegno a ottenere la buddhità per il bene di tutti gli esseri delluniverso con la differenza più importante rispetto al voto monastico che si deve essere disposti a commettere una delle azioni non virtuose del corpo e della parola per compassione verso gli altri. A questo si aggiungono altre 18 promesse. C. M. Chen fu laltro maestro al di fuori degli insegnamenti degli anziani che lo influenzò molto sulla pratica Chan e Vajrayana.

                                     

2.1. India Ritorno ad Occidente

A metà degli anni sessanta Sangharakshita ricevette un invito a visitare lInghilterra come supporto ad una disputa emersa allHampstead Buddhist Vihara. Lapproccio di Sangharakshita abbracciava molti cordoni della tradizione buddhista, in contrasto con lo stile Theravadin al viharamonastero, e così ebbe la meglio su entrambi i contendenti. Capì allora che esisteva una necessità ed anche un esplicito desiderio tra i suoi amici di un insegnamento approfondito, pronti a riceverlo umilmente, così decise di restare in Inghilterra. Mentre in India era impegnato in un tour di addio ricevette una lettera dallInghilterra per avvisarlo che non era più gradito allHampstead Vihara, per cui non partì. Al comitato organizzatore dellHampstead Vihara giunsero voci screditanti sulla natura della sua amicizia profonda con Terry Delamare che tuttavia era eterosessuale. Ma quantunque così fosse, cerano altre voci su come Sangharakshita avesse la capacità di persuadere giovani eterosessuali ad avere rapporti sessuali con lui per la loro "crescita spirituale".

Così dopo essersi consultato con i suoi mentori ed amici indiani tra cui Dhardo Rimpoche, decise di tornare in Inghilterra per fondare un nuovo movimento buddhista prima con listituzione de Amici dellOrdine Buddhista Occidentale FWBO nel 1967 e poi dellOrdine Buddhista Occidentale WBO lanno successivo quando ordinò i primi seguaci.

La prima sede del nuovo movimento fu il seminterrato di un negozio in Monmouth Street a Londra, dove Sangharakshita non solo conduceva sedute meditative e pujas e guidava sessioni di dibattito, ma anche disponeva i cuscini, faceva il the e a fine della giornata ripuliva.

LFWBO Friends of the Western Buddhist Order e il WBO Western Buddhist Order si prefiggono lobbiettivo di introdurre il buddhismo in occidente senza il settarismo del buddhismo orientale. Oggi lFWBO è un movimento internazionale in crescita, membro dellUnione Buddhista Europea alla quale lUnione Buddhista Italiana è ufficialmente associata.



                                     

3. Insegnanti di Sangharakshita

  • Jamyang Khyentse Rimpoche
  • Dudjom Rimpoche
  • C. M. Chen 1906-1987: alias Yogi Chen, leremita dedito alla meditazione che insegnò a Sangharakshita la meditazione.
  • Dhardo Rimpoche: Lama Tibetano.
  • Chetul Sangye Dorje
  • Kachu Rimpoche
  • Bhikkhu Jagdish Kashyap: con lui Sangharakshita studiò il Pali e la Logica Buddhista. Kashyapji condusse Sangharakshita a Kalimpong e gli chiese di restare per il Dharma.
  • Dilgo Khyentse Rimpoche
                                     

4. Insegnamenti distintivi

Sangharakshita è in parte conservatore e in parte radicale. Enfatizza gli insegnamenti basilari come limpermanenza le Quattro Nobili Verità, e allo stesso tempo scarta gli insegnamenti che a lui sembrano superflui. Ordinato come Bhikku Theravadin esperì iniziazioni tantriche da lama tibetani.

La ricerca della protezione è diventato il tema centrale nel suo ambito di insegnamento. Vede in questa ricerca la causa principale del diventare buddhista e dellesserlo. Secondo lui per rispondere alla sofferenza e alla insoddisfazione tutti cercano protezione rifugiandosi in vari ambiti come le relazioni, il sesso, la cioccolata, i feticci. Invece la vera protezione, in linea con linsegnamento buddhista, è garantita dai Tre Gioielli e cioè Buddha, il Dharma e lo Sangha. Il buddhista è chi ottiene protezione dai Tre Gioielli.

Si può tracciare levolversi di questo pensiero attraverso i suoi scritti. In A Survey of Buddhism suggerisce che il Bodhisattva Mahasattva allaccia i fili dei vari insegnamenti. Qualche anno più tardi in Three Jewels è invece centrale la ricerca della protezione. Approfondisce in seguito il concetto in A History of My Going For Refuge asserendo che questa ricerca era originariamente intesa per buddhismo. In questo libro traccia un ordine gerarchico per i praticanti. La ricerca etnica è quando si nasce in una cultura buddhista e la pratica è leffetto dellambiente circostante più che di un impegno personale. La ricerca provvisoria è quando si decide di impegnarsi nella pratica. La ricerca effettiva è quando la pratica è centrale e quindi limpegno si manifesta nei comportamenti etici e labilità è tangibile. La ricerca reale è quando insorge il Bodhicitta che procede verso il risveglio. La protezione assoluta è lottenimento del Dharmakāya.

Laltro tema chiave del suo insegnamento è limportanza dellamicizia. Le lodi dellamicizia spirituale Kalyana mitrata frequenti nei commentari buddhisti hanno spinto Sangharakshita ad incoraggiare i suoi seguaci ad esplorare lamicizia come pratica spirituale. Infatti si dice che lOrdine che ha fondato è semplicemente una rete di amicizie tra persone in ricerca effettiva.

Il WBO non è monastico o laico, e questo aspetto dellinsegnamento ha trovato disapprovazioni tra i buddhisti tradizionali. Di proposito ha voluto moderare la distinzione tra laici e monaci perché in India ha osservato che spesso i monaci non andavano oltre i dibattiti, e molti laici devoti invece erano dei praticanti effettiviricerca effettiva. Il Buddhismo Mahāyāna attraverso testi come il Vimalakīrti Nirdeśa Sūtra critica esplicitamente lidea che solamente i monaci possano praticare effettivamente tuttavia il WBO è il solo dove laccento è posto unicamente sulla ricerca effettiva. Dal momento che i membri dellordine non sono necessariamente celibi o nubili, i monaci le monache degli ordini tradizionali di solito li considerano laici anche se i membri stessi del WBO che praticano a tempo pieno non si considerano del tutto laici e allo stesso tempo non monaci in quanto non necessariamente seguono il codice monastico Vinaya.

Laltro insegnamento enfatizzato da Sangharakshita è il concetto dei due tipi di Origine Dipendente o Coproduzione condizionata. Il primo, familiare ai più, suggerisce che le cose si originano reciprocamente e che si passa continuamente da uno stato allaltro come la nascita e la morte, il piacere e il dolore. Da questa prospettiva il raggiungimento del Nirvana è la distruzione di questi cicli. Il secondo suggerisce che alcune cose si originano dipendentemente da cause e procedono in maniera progressiva come la sofferenza conduce alla fede, quindi la fede alla gioia e così via. Da questo punto di vista il Nirvana è originato dipendentemente come trapela da alcuni testi del canone Pali trascurati dai theravadin. Tuttavia questo particolare insegnamento ha il merito di mostrare come lOrigine Dipendente sia un modello di realtà che contiene ogni cosa, ad esempio tanto il trascendente quanto il fenomenico, tanto il profondo quanto il manifesto v. vacuità.

                                     

5. Pubblicazioni

Sul buddhismo in generale

  • A Survey of Buddhism 1957, 2001
  • The Three Jewels 1967, 1998
  • A Guide to the Buddhist Path 1990, 1996

Commentari

  • The Inconceivable Emancipation: tematiche dal Vimalakirti Nirdesa Sutra
  • Wisdom Beyond Words: percezione e non-percezione nella tradizione prajnaparamita
  • Know Your Mind: lambito psicologico delletica nel buddhismo
  • The Drama of Cosmic Enlightenment: parabole, miti e simboli del Sutra del Loto
  • Living with Awareness: guida al Satipatthana Sutta

Autobiografie

  • Facing Mount Kanchenjunga
  • The History of My Going For Refuge
  • Moving Against the Stream: The Birth of a New Buddhist Movement
  • In the Sign of the Golden Wheel
  • The Rainbow Road: from Tooting Broadway to Kalimpong

Altro

  • Complete Poems 1941 - 1994
  • The Religion of Art
  • Was the Buddha a Bhikkhu?
  • Ambedkar and Buddhism