Indietro

ⓘ Pratina




                                     

ⓘ Pratina

Secondo il lessico Suida, era figlio di un certo Pirronide o di Encomio ed originario di Fliunte; fu attivo a cavallo tra il VI e il V secolo a.C., gareggiando contro Eschilo e Cherilo nella LXX Olimpiade 500/499-497/496 a.C.

Ebbe un figlio, Aristia, che nel 467 a.C. ottenne un secondo posto mettendo in scena le opere di suo padre Perseo, Tantalo e i Pugili.

                                     

1. Opere

Pratina sarebbe stato il primo a comporre drammi satireschi: a questo genere sarebbero appartenute ben 32 delle 50 opere a lui attribuite, ottenendo una vittoria.Qualche titolo tramandato e pochissimi frammenti sono quel che resta di questo tragediografo a parte il probabile merito di aver inaugurato il costume, poi divenuto consueto, di rappresentare lo spettacolo dei satiri dopo la trilogia tragica.

La figura di Pratina è molto interessante proprio perché costituisce un sottile filo conduttore che lega la tragedia alla satira; in effetti questi due generi si formano luno la tragedia dalla fine dellaltro satira.

Si conserva anche il titolo di unaltra opera di Pratina, le Dimene o Cariatidi, forse un canto per danza

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...