Indietro

ⓘ Elezioni parlamentari in Ucraina del 2007




Elezioni parlamentari in Ucraina del 2007
                                     

ⓘ Elezioni parlamentari in Ucraina del 2007

Le elezioni parlamentari in Ucraina del 2007 si sono tenute il 30 settembre. Esse sono state indette in anticipo rispetto alla scadenza naturale della legislatura, prevista per il 2009, a seguito dello scioglimento della camera disposto il 2 aprile con decreto presidenziale.

Il 27 maggio il Presidente Viktor Juščenko, il Primo ministro Viktor Janukovyč e il Presidente della Verchovna Rada il Parlamento ucraino Oleksandr Moroz siglarono un accordo per tentare di risolvere la crisi politica in atto.

Secondo il sistema elettorale ucraino, i 450 seggi sono divisi tra i partiti che raggiungono un minimo del 3% dei voti totali. Il numero dei seggi assegnati ad ogni partito che abbia superato tale soglia, è calcolato utilizzando il metodo di Hamilton.

Lalleanza dei due blocchi elettorali associati alla Rivoluzione Arancione ha ottenuto la vittoria in debole misura.

                                     

1. Crisi politica

Lo scioglimento del Parlamento avvenne allesito di una battaglia tra il Presidente e lassemblea stessa protrattasi per otto mesi. La battaglia per il potere tra lAlleanza di Unità Nazionale e lopposizione sostenuta dal presidente Viktor Juščenko hanno spesso portato al boicottaggio da parte dellopposizione delle riunioni plenarie del Parlamento. La battaglia per il potere è giunta al culmine quando il partito di opposizione, il Blocco Yulia Tymoshenko, ha sostenuto il governo approvando la legislazione della Legge del Consiglio dei ministri che può annullare il potere di veto del Presidente.

Prima del decreto presidenziale del 2 aprile che scioglieva il Parlamento dellUcraina, 11 membri dellopposizione sostennero la Coalizione di Unità Nazionale al governo precedentemente nota come Coalizione anti-crisi. Il Presidente, Viktor Juščenko, preoccupato per il fatto che la coalizione di governo si sarebbe assicurata una maggioranza dei due terzi necessaria per annullare il proprio potere di veto, chiese, con il sostegno dellopposizione, che il diritto dei singoli membri di una fazione parlamentare a sostenere la coalizione al governo fosse ritenuta contraria alla Costituzione. LArticolo 83, clausola 6 conosciuta come Mandato imperativo, stabilisce che "Secondo i risultati elettorali e sulla base delle posizioni dei singoli partiti, una coalizione al governo deve essere formata nella Verkhovna Rada dellUcraina in modo da comprendere la maggioranza dei Deputati del Popolo allinterno della composizione costituzionale della Verkhovna Rada dellUcraina".

Il mandato imperativo della Costituzione dellUcraina è stato criticato dallAssemblea Parlamentare del Consiglio dEuropa, che lha definito antidemocratico. LAssemblea Parlamentare, nel suo memorandum, ha enfatizzato il fatto che "anche se lUcraina ha le sue ragioni storiche per voler evitare laccumulazione del potere nelle mani di una sola forza politica, dovrebbe tuttavia considerare nel futuro emendamenti costituzionali se fosse meglio per la nazione cambiare in favore di un sistema completamente parlamentare con organismi che possano garantire lopposizione parlamentare e la competizione".

Alcuni politici hanno anche espresso preoccupazione riguardo al fatto che le tessere identificative utilizzate per votare siano state utilizzate da persone diverse, poiché molti deputati non si presentano alle votazioni in Parlamento in violazione dellArticolo 84 della Costituzione.

                                     

2. Risultati

Il primo distretto elettorale ha aperto alle ambasciate di Ucraina in Australia e Giappone. I seggi elettorali sono stati aperti dalle 7 alle 22 ora locale. Secondo i dati preliminari rilasciati dalla Commissione Elettorale Centrale dellUcraina, il 63.22% degli aventi diritto si è recata alle urne. Secondo la legge ucraina, almeno il 50% degli aventi diritto si deve recare alle urne affinché lelezione sia valida.

Sono stati registrati ritardi nella comunicazione dei risultati nelle regioni che sostengono tradizionalmente il Partito delle Regioni. Il Presidente Viktor Juščenko ha chiesto immediate indagini sui ritardi.

Solo cinque partiti sono i favoriti a ricevere almeno il 3% dei voti necessari a superare la soglia di sbarramento e a poter pertanto accedere alla Verchovna Rada.

Risultati
                                     

2.1. Risultati Formazione della coalizione di governo

A seguito della pubblicazione dei risultati preliminari, i partiti espressero la loro posizione sulla formazione delle coalizioni. Il Partito delle Regioni si proclamò vincitore delle elezioni, ed iniziò i negoziati per la formazione della coalizione. Il partito non espresse il desiderio di stare allopposizione. Il Blocco Julija Tymošenko chiese una coalizione con Nostra Ucraina, e anche con il Blocco di Lytvyn. Julija Tymošenko si dichiarò contraria ad unalleanza con il Partito delle Regioni o con i Comunisti, se tale coalizione si fosse formata, il suo Blocco sarebbe rimasto allopposizione. Il Blocco Lytvyn ricevette richieste da tutti i principali partiti per formare una coalizione; la decisione fu rimandata alla prima assemblea del Blocco.

Julija Tymošenko, a seguito della formazione della coalizione tra il Blocco Julija Tymošenko e Nostra Ucraina-Blocco di Autodifesa del Popolo, fu successivamente eletta Primo ministro il 18 dicembre 2007. La sua candidatura fu sostenuta dal voto di 226 deputati.

Secondo la legge, il Parlamento necessita di due terzi dei deputati per essere legittimo. Questo significa che se uno dei due maggiori partiti abbandona la coalizione, il Parlamento diverrebbe illegittimo.

Oleksandr Moroz, capo del Partito Socialista dUcraina, ha riconosciuto la sconfitta il 4 ottobre 2007 e ha sostenuto la richiesta della Tymošenko di divenire Premier.



                                     

3. Opinione pubblica

Secondo un sondaggio riguardo allopinione pubblica condotto il 18 aprile dallIstituto Internazionale di Sociologia di Kiev, se le elezioni parlamentari in Ucraina si fossero tenute a metà aprile, il Partito delle Regioni, condotto dal Primo ministro Viktor Janukovyč, avrebbe vinto, assicurandosi il 50% dei seggi parlamentari con solo il 35.9% dei voti.

Le analisi dei sondaggi indicavano:

Con lattuale sistema elettorale ucraino, solo i partiti che ricevono più del 3% dei voti totali possono accedere al Parlamento.

Il numero di seggi assegnato ad ogni partito, sopra la quota del 3%, è calcolato con un sistema proporzionale, secondo la percentuale di voti ricevuta.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...