Indietro

ⓘ Barrayar (pianeta)




                                     

ⓘ Barrayar (pianeta)

Barrayar è un immaginario pianeta descritto nel Ciclo dei Vor, una serie di racconti e romanzi di fantascienza della scrittrice statunitense Lois McMaster Bujold, comprendente lomonimo romanzo del 1991.

La sua capitale è Vorbarr Sultana.

Il pianeta Barrayar di per sé ha una popolazione molto ridotta rispetto a molti altri pianeti delluniverso. Leconomia è debole rispetto agli standard di molti altri pianeti e si basa principalmente sullagricoltura. La valuta ufficiale è il Marco Imperiale Barrayano.

Barrayar è il pianeta-capitale dellImpero Barrayano. Il sistema di governo consiste prevalentemente di leggi tramandate oralmente, ed è ampiamente basato sullimportanza del principio del giuramento. È guidato da un imperatore, che detiene il potere supremo e assoluto. Vi è anche un organo legislativo noto come il Consiglio dei Conti, che controlla in gran parte i flussi di denaro nellImpero barrayano. Ciascun membro dei 60 componenti il Consiglio dei Conti controlla un Distretto, ovvero un territorio planetario di vaste dimensioni. Ad esempio, il Conte Vorkosigan controlla il Distretto di Vorkosigan.

                                     

1. Geografia

Barrayar è un pianeta di tipo terrestre, ma la sua vegetazione indigena non è commestibile per la specie umana e per le specie viventi sulla Terra: per linsediamento dei coloni fu necessaria la terraformazione. Il Pianeta possiede diversi continenti, isole e oceani. Poiché vi sono aree con clima di tipo artico e zone temperate soggette a precipitazioni nevose invernali, ne deriva che vi siano anche terre emerse al di sotto delle calotte polari. La varietà geografica è simile a quella terrestre, con pianure, montagne, paludi, fiumi e vallate.

                                     

2. Cultura

Barrayar ha una cultura di tipo feudale, la cui casta dominante, i Vor, è guidata da un imperatore e sessanta Conti, ciascuno dei quali governa un Distretto su Barrayar il titolo di "Conte" deriva da contabile, in quanto i primi Conti erano esattori delle imposte. I Conti e i loro vassalli hanno doveri reciproci e obblighi luno verso laltro. I membri della casta dominante hanno tutti il prefisso "Vor" prima del cognome originario. I cognomi originari erano in gran parte russi di conseguenza i cognomi così generati ricordano per certi versi luso del prefisso "Von" per la casta degli Junker in Prussia nel secolo XIX.

Nel suo complesso, lambientazione non è troppo dissimile dallera Meiji, in particolare in quanto Barrayar rimase isolata dal resto della galassia conosciuta per parecchi secoli, involvendo ad un livello tecnologico quasi medievale. La modernizzazione procede in fretta al tempo in cui è ambientato il ciclo dei Vor, ma al prezzo di un vero e proprio shock culturale. Mentre le città evidenziano un profilo di tipo moderno, molti territori rurali presentano condizioni ancora simili a quelle dell era dellisolamento.

                                     

3. Gruppi etnici

Vi sono quattro gruppi etnici principali su Barrayar, discendenti da ceppi di lingua greca, russa, francese e inglese, cui presumibilmente appartenevano i primi coloni insediatisi sul pianeta.

                                     

4. Storia

Al tempo del ciclo dei Vor, non molto è noto della storia di Barrayar. Poco tempo dopo larrivo dei primi coloni, il passaggio spaziale attraverso il quale il pianeta era stato raggiunto si richiuse, isolandolo dal resto della galassia. Lera dellisolamento comprende un periodo di circa duecento anni che va dal momento in cui il corridoio di transito, che aveva permesso linizio della colonizzazione del pianeta, si chiude fino a quando il pianeta viene riscoperto attraverso un nuovo corridoio che si diparte da Komarr.

Durante questo periodo la civiltà su Barrayar regredisce fino ad un livello medievale con linstaurarsi di un regime feudale. Il potere viene preso da un imperatore e dai sui conti, questi ultimi inizialmente esattori delle tasse per conto dellimperatore diventano in seguito i suoi vassalli incaricati di governare sui vari distretti in cui si divide il pianeta. Si ha anche laffermarsi di una nobiltà guerriera, i Vor, di cui fanno parte i conti e tutti i militari. Questa struttura politica resiste anche dopo la riscoperta del pianeta anche se viene lentamente modificata dallinflusso della civiltà galattica.

Un altro effetto dellisolamento dalla civiltà galattica è la comparsa di numerose mutazioni dovute probabilmente al ridotto pool genetico dei coloni. A queste in mancanza di una tecnologia medica si pone rimedio tramite la pratica dellinfanticidio. Questa proseguirà nelle regioni più arretrate del pianeta anche dopo il ricongiungimento alla civiltà galattica. Un altro effetto di tale pratica sarà un viscerale odio dei barrayarani nei confronti delle mutazioni anche quando queste non sono accidentali ma frutto dellingegneria genetica.

Durante lera dellisolamento vi furono frequenti guerre fra le varie fazioni Vor, fino al momento in cui limperatore Dorca il Giusto riuscì a unificare Barrayar sotto la sua egida. Furono questi secoli di lotta a rendere la cultura di Barrayar così pregna di militarismo, oltre allinvasione da parte del sistema di Cetaganda, che avvenne circa venti anni dopo la fine dellera dellisolamento. Durante il periodo delloccupazione, che fu circa di altri ventanni, circa cinque milioni di barrayani persero la vita. In seguito alla sconfitta dei cetagandani, Barrayar era determinata ad evitare che simili eventi potessero ripetersi, e conquistò così Komarr, il pianeta che controllava il solo passaggio spaziale che consente laccesso a Barrayar; la popolazione di Komarr aveva infatti venduto ai Cetagandani laccesso alla flotta di invasione che aveva conquistato Barrayar. Questi eventi conferirono a Barrayar una reputazione militaristica nota in tutto il resto della galassia civilizzata, similmente alla Prussia o il Giappone pre-1945.



                                     

5.1. Località importanti Vorbarr Sultana

La capitale del pianeta Barrayar e del suo impero. Presumibilmente è anche capitale del Distretto di Vorbarra. È la sede di un importante accordo interno alla casta dei Vor. Ciascun Conte mantiene infatti una propria residenza nella città, che è anche la sede dove limperatore normalmente risiede. Fu occupata dalla famiglia Vorkosigan durante il periodo della reggenza, che si svolse fra la morte dellimperatore Ezar Vorbarra, e linizio dellera dellimperatore Gregor Vorbarra, suo nipote in linea diretta.

                                     

5.2. Località importanti Residenza imperiale

È il palazzo in cui risiede ufficialmente limperatore nella città di Vorbarr Sultana. La sua architettura è estremamente moderna in alcune parti, mentre palesemente più antica in altre, questo a causa della successione dei vari imperatori, ciascuno dei quali ordinò la costruzione di nuove ali e nuove sale. La Residenza Imperiale contiene una sala da ballo centrale, stalle, gli appartamenti imperiali, un ampio giardino di corte, e un sistema di tunnel sotterranei segreti, alcuni dei quali collegati alla rete fognaria. I tunnel sotterranei erano progettati come via di fuga qualora ledificio venisse attaccato dallesterno. Durante la guerra civile che scoppiò durante il periodo della reggenza, i tunnel risultarono determinanti per permettere la vittoria finale del reggente Aral Vorkosigan su Vidal Vordarian. Fu durante questa breve guerra che parte degli appartamenti imperiali vennero distrutti dallincendio scoppiato durante la fuga di Cordelia Naismith dal palazzo.



                                     

5.3. Località importanti Casa Vorkosigan

È la residenza ufficiale della famiglia Vorkosigan in città. È in pratica la residenza in cui i Vorkosigan, più impegnati nella politica dellImpero che del Distretto, trascorrono la maggior parte del loro tempo. Si tratta di una grande residenza in pietra, situata vicino allUniversità di Vorbarr Sultana.

                                     

5.4. Località importanti Castello di Vorhartung

Luogo in cui avvengono le riunioni del Consiglio dei Conti, in quanto organo legislativo principale su Barrayar. È anche sede delle cerimonie ufficiali riguardanti le personalità più importanti. Vi si tiene, ad esempio, la cerimonia funebre in onore del conte Piotr Vorkosigan, padre di Aral, dopo la fine del periodo della reggenza, come narrato nel romanzo Lapprendista ammiraglio. Nello stesso romanzo è descritto un altro celebre episodio che si svolge nel castello, ovvero il processo, iniziato in contumacia, a Miles Vorkosigan, accusato di alto tradimento dagli avversari politici di suo padre, Aral Vorkosigan.

                                     

5.5. Località importanti Quartier generale della Sicurezza Imperiale

È situato al centro di Vorbarr Sultana. Il progetto fu di un architetto paranoico e maniacale incaricato dallImperatore Pazzo Yuri. Si tratta di una serie di brutti edifici costruiti prevalentemente in una sostanza simile al cemento. Nonostante la sua bruttezza evidente, si tratta di una costruzione efficiente e sicura. Nel romanzo Memory si descrive come sia dotata di sistemi di filtrazione dellaria di qualità pari o superiore a quelli di una nave spaziale, e rifornimenti continui di acqua e cibo.

                                     

5.6. Località importanti Caravanserraglio

Nelle vicinanze del centro della parte antica di Vorbarr Sultana, questo quartiere era inizialmente un luogo malfamato e degradato, privo di servizi come lacqua corrente e lenergia elettrica, le cui principali attrattive risiedevano nelle taverne e nei bordelli. Nel corso del tempo, grazie in particolare allimpegno di Cordelia Naismith, ha subito molti interventi migliorativi e ristrutturazioni.

                                     

5.7. Località importanti Vorkosigan Surleau

Vorkosigan Surleau è un piccolo paese affacciato su un lago nel Distretto di Vorkosigan. Vi si trova la residenza estiva dei Vorkosigan, loro residenza principale quando capita loro di trovarsi nel Distretto. In origine, casa Vorkosigan era formata dalle caserme attorno al castello di Vorkosigan Vashnoi, che fu espugnato dallesercito di Cetaganda durante la prima guerra cetagandana. Durante lassedio nessuno era sopravvissuto.