Indietro

ⓘ Pietro Lombardo (teologo)




Pietro Lombardo (teologo)
                                     

ⓘ Pietro Lombardo (teologo)

Nacque a Novara o nei dintorni, allinizio del XII secolo. Ricevette la sua prima formazione teologica a Bologna, dove acquisì una perfetta conoscenza del Decretum Gratiani. Dopo il 1136 si recò a Reims e poi a Parigi, dove fino alla sua elevazione alla sede vescovile di questa città 1159 insegnò teologia. Almeno una volta in questo periodo, tra il 1145 e il 1153, si recò alla corte pontificia, dove venne a conoscenza della traduzione del De fide orthodoxa di Giovanni Damasceno, compiuta da Burgundio Pisano per incarico di Eugenio III. Quasi certamente nel 1147 fu uno dei teologi che nel sinodo parigino presero posizione contro Gilberto Porretano.

Dopo un breve episcopato 1159-1160 morì il 21 o 22 luglio del 1160 non del 1164. Il suo epitaffio si conservò nella chiesa di Saint Marcel fino alla Rivoluzione francese. Dante lo nomina in Paradiso, X, 106-108.

                                     

1. Pensiero e opere

Oltre ai commenti allopera di Paolo di Tarso e ai Salmi, la sua opera maggiore rimane il Liber Sententiarum Libro delle Sentenze, scritta fra il 1150 ed il 1152 e per la quale ottenne lappellativo di Magister Sententiarum. Sebbene il testo rientri in un genere letterario tipico della teologia medievale, ossia lesposizione delle sentenze delle autorità di fede i padri della chiesa ed i riferimenti biblici lopera del Lombardo, per lampiezza delle fonti e la sua originalità, diverrà il testo di riferimento per la didattica nelle facoltà di teologia e lelaborazione letteraria nello stesso campo fino alla fine del XVI secolo. Egli infatti attinge ad una vasta letteratura in merito, adottando anche testi che normalmente non erano contemplati in queste composizioni, come Il De fide ortodoxa di Giovanni Damasceno.

Con la sua opera il Lombardo tenta di sistematizzare e armonizzare la disparità le divergenze che la pluralità delle auctoritates aveva generato, dando luogo ad un certo scompiglio ermeneutico e dottrinale. Riprendendo la classica distinzione agostiniana tra signa e res, Lombardo afferma che il motivo delle divergenze non appartiene alla natura delle cose trattate, bensì alla metodologia esegetica.

Il testo si divide in quattro parti:

  • la quarta dei sacramenti.
  • la prima tratta di Dio, della sua natura e dei suoi attributi;
  • la seconda delle creazione degli angeli, del mondo e delluomo sino al peccato originale;
  • la terza dellincarnazione cristica e della promessa della Grazia;

Anche lo sviluppo del testo mantiene la distinzione tra res le prime tre parti e signa lultima Lo stile del Lombardo snoda lesposizione delle sentenze colleleganza dialettica di tipo anselmiano mantenendosi aderente al rispetto delle varie auctoritates anche riguardo o stile letterario col quale egli opera una volontaria mimesi.

Il testo venne criticato sin dalla sua prima uscita per via del cosiddetto nichilismo cristologico. Lombardo descrive infatti lincarnazione nei termini di assumptus homo, ossia la persona divina del Cristo avrebbe assunto una natura umana accessoriamente. Ciò contrastava con la determinazione di origine boeziana per la quale la natura cristologica traeva la sua forma da un sinolo unico di divino ed umano.

                                     
  • Doctor Scholasticus: Anselmo di Laon Pietro Abelardo, 1142 Gilberto di Poitiers, 1154 Pietro Lombardo 1164 Pietro di Poitiers, 1205 Ugo di Newcastle
  • dedicata a Pietro Canisio Wikiquote contiene citazioni di o su Pietro Canisio Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Pietro Canisio IT
  • Pietro Favre, o Faber Villaret, 13 aprile 1506 Roma, 1º agosto 1546 è stato un teologo francese, della Savoia. Compagno di Ignazio di Loyola, è stato
  • Pietro Aureolo, nome italianizzato di Pierre D Auriole, latinizzato in Petrus Aureoli .. Avignone, 1322 è stato un filosofo e teologo francese appartenente
  • Pietro da Verona, o Pietro Martire, al secolo Pietro Rosini Verona, 1205 circa Seveso, 6 aprile 1252 è stato un predicatore appartenente all Ordine
  • Abbazia di San Vittore Parigi 12 Ottobre 1179 è stato un teologo francese. Pietro Comestore nacque intorno al 1100 a Troyes o nei suoi dintorni nella
  • Francesco Saverio, gesuita e missionario spagnolo 1552 13 aprile - Pietro Favre, teologo francese 1546 25 maggio - Antonio Landi, scrittore e mercante
  • Cardinale Costantino Patrizi Naro Vescovo Pietro Luigi Speranza Vescovo Pietro Carsana 1871 DBI. Pietro Biaggi, La Dichiarazione della dottrina cristiana
  • della prima pietra iniziò a Bologna la costruzione della Basilica di San Petronio. 23 giugno - Giovanni da Kęty, presbitero, fisico e teologo polacco
  • Quattro Libri delle Sentenze o Sententiae, il trattato di teologia scritto da Pietro Lombardo nel dodicesimo secolo. Fu influenzato da Adam Wodeham, Gregorio

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...