Indietro

ⓘ Il Globo (1945-1983)




                                     

ⓘ Il Globo (1945-1983)

Il Globo uscì nelle edicole il 1º febbraio 1945. Si presentò come il primo quotidiano economico-politico con sede nella capitale dItalia.

Al principio degli anni settanta, il giornale entrò in crisi. Fu costretto a sospendere le pubblicazioni nellagosto 1977.

Il quotidiano tornò in edicola nel 1982 con una nuova gestione. Lavvio fu prudente: la foliazione era ridotta a quattro pagine. Però vi erano anche soluzioni innovative. Tra le maggiori novità, linserto domenicale di cultura, tutto a colori, coordinato da Manlio Cancogni, che risultò il primo del genere. Anche il sistema editoriale era innovativo: Il Globo, nella nuova edizione, fu il primo quotidiano ad essere impaginato totalmente in video; le pagine raggiungevano il centro stampa, che era fuori Roma, per teletrasmissione.

Loperazione non fu coronata da successo a causa delle gravi carenze organizzative: il giornale era male distribuito. Il Globo chiuse definitivamente le pubblicazioni nel 1983.

                                     

1. Assetto proprietario

Allatto della fondazione i proprietari della testata erano Luigi Barzini e Carlo Vaccaro. Il quotidiano era pubblicato da Giorgio Berlutti, editore e tipografo romano.

Negli anni Cinquanta "Il Globo" fu acquistato dalla Confindustria; nel 1972 passò nelle mani di Angelo Moratti con lappoggio finanziario dellENI. Nel 1977 lesperienza editoriale fu considerata conclusa.

Nel 1981 la società editrice "Italeditor", che faceva capo a Gianfranco Parretti e Gianni De Michelis, rilevò la testata e fondò un nuovo giornale, con lintento di raccoglierne leredità.

                                     

2. Direttori

  • Remigio Rispo 1963 - 1972
  • Luigi Barzini 1945 - 1948
  • Italo Zingarelli 1952 - 1962
  • Antonio Ghirelli 1972 - 1974
  • Oreste Mosca 1948-1951
  • Gino Lanzara 1974 - 1977

1977-1982: Sospensione delle pubblicazioni

  • Michele Tito 1982-1983