Indietro

ⓘ Stati federati del Brasile




Stati federati del Brasile
                                     

ⓘ Stati federati del Brasile

Gli stati federati del Brasile costituiscono la suddivisione territoriale di primo livello del Paese e sono pari a 26; ad essi è equiordinato il Distretto Federale in cui ha sede la capitale, Brasilia.

                                     

1. Profili istituzionali

Gli stati brasiliani hanno una discreta autonomia di governo in materia legislativa, di pubblica sicurezza e riscossione delle tasse. A capo del governo dello Stato cè un governatore governador, eletto direttamente dal voto popolare, così come tutto il corpo legislativo assembléia legislativa. Ogni stato è diviso in municipalità municípios ognuno con un suo consiglio câmara de vereadores e sindaco prefeito, autonomi e indipendenti sia dal governo federale sia da quello statale.

Lorganizzazione giudiziaria è demandata ai singoli distretti, i "fori" foros. A livello statale i fori prendono il nome di comarcas. Ogni comarca può sovrintendere a una o più municipalità.

                                     

2. Evoluzione storica

Gli Stati hanno confini in parte storici e in parte convenzionali che poi si sono modificati nei secoli. Nel 1943, con lingresso del Brasile nella Seconda guerra mondiale, il regime di Getúlio Vargas costituì sette nuovi territori di importanza strategica situati nei luoghi di frontiera, per poterli amministrare direttamente. Nacquero così gli Stati dellAmapá, Rio Branco, Acre, Guaporé, Ponta Porã, Iguaçu e larcipelago di Fernando de Noronha. Dopo la guerra Rio Branco e Guaporé vennero semplicemente rinominati rispettivamente Roraima e Rondônia. Nel 1988 Fernando de Noronha divenne parte del Pernambuco.

Nel 1960 dal territorio del Goiás fu ricavato il Distretto Federale per ospitare la nuova capitale, Brasilia. Il precedente distretto federale divenne lo Stato di Guanabara fino al 1975 quando divenne tuttuno con lo Stato di Rio de Janeiro, formando la municipalità di Rio de Janeiro.

Nel 1977 Mato Grosso fu diviso in due stati. La parte settentrionale conservò il nome del Mato Grosso mentre la parte meridionale formò lo Stato del Mato Grosso do Sul, con Campo Grande come capitale. Il Mato Grosso do Sul comprendeva il territorio di Ponta Porã e la parte settentrionale di Iguaçu. La parte centrale di Iguaçu entrò a far parte del Paraná, e la meridionale passò allo Stato di Santa Catarina.

Nel 1982 nasce lo stato di Rondonia.

Infine nel 1988 la parte più settentrionale del Goiás divenne il nuovo Stato di Tocantins, con Palmas capitale.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...