Indietro

ⓘ Acrolito




Acrolito
                                     

ⓘ Acrolito

L acròlito, è un tipo di statua che presso gli antichi Greci - e talora anche presso i Romani - veniva realizzata solo nella testa, nelle braccia o mani e nei piedi, utilizzando pietra, marmo o avorio; tutto il resto della statua veniva realizzato con materiale meno pregiato o deperibile o non esisteva affatto, trattandosi unicamente di una struttura di sostegno o di una impalcatura che manteneva le estremità scolpite. Questa struttura veniva poi rivestita con veri panneggi in tessuto.

Lacròlito veniva utilizzato soprattutto per statue di divinità destinate ad essere esposte nei templi al culto dei fedeli. Si ricordano alcuni esempi:

  • a Pompei gli acroliti di Iside trovati nel tempio di Iside, oggi conservati nel Museo archeologico nazionale di Napoli;
  • la statua colossale di Costantino I, alta circa 13 m, in posizione assisa, presente anticamente nellabside della basilica di Massenzio e Costantino nel Foro Romano a Roma, ora le parti marmoree, sopravvissute ai saccheggi, sono collocate nel cortile del Palazzo dei Conservatori del Museo Capitolino.
  • ad Aidone, gli acroliti di epoca greca arcaica appartenenti verosimilmente alle dee Demetra e Persefone, oggi conservati al Museo archeologico di Aidone;
  • a Punta Alice, lantica Krimisa, lacrolito di Apollo, oggi conservato al Museo Nazionale della Magna Grecia.
  • la statua colossale raffigurante Augusto nel ruolo di "Pontefice Massimo", alta circa 12 m, ospitata nella cosiddetta "Aula del Colosso" nel foro di Augusto a Roma.