Indietro

ⓘ Arena (tauromachia)




Arena (tauromachia)
                                     

ⓘ Arena (tauromachia)

L arena per la tauromachia, conosciuta anche come circo taurino o piazza dei tori, ha origine nellEuropa antica. È una struttura architettonica dalla funzionalità simile allarena classica sebbene di stile differente a seconda della maggiore o minore antichità della costruzione.

Principalmente è un anfiteatro chiuso dalla forma approssimativamente circolare con gradinate e servizi che circondano uno spazio centrale dove si realizza lo spettacolo taurino. In questo spazio si trova il ruedo o arena propriamente detta, che è un terreno di terra battuta preparato al fine di servire appropriatamente allo spettacolo ed è circondato da un ritiro dove si rifugiano i toreri e i loro subalterni chiamato vicolo. Il vicolo è separato dallarena da una parete, generalmente di legno e di circa 140 centimetri di altezza, che possiede delle piccole entrate verso larena per facilitare lingresso in caso demergenza. Dispone di portoni per lentrata e luscita dei partecipanti e dei tori, sebbene la quantità e disposizione di questi varia da recinto a recinto.

                                     

1. Storia

Lo sviluppo di recinti con caratteristiche specifiche per la realizzazione di corride di tori viene relazionato con lo sviluppo dello spettacolo come tale. Nella antichità i circhi romani avevano caratteristiche simili a quelle delle odierne arene per tauromachia, e lorigine delle corride è relazionata alle antiche tradizioni romane, sebbene questi recenti in principio non erano molto utilizzanti per questi eventi. Quando le feste taurine erano principalmente realizzate a cavallo, gli spettacoli erano pubblici e si realizzavano nelle piazze delle città. Solo più tardi, con laffermarsi dello spettacolo con il torero in piedi come espressione più rappresentativa della tauromachia, durante il sorgere di grandi toreri locali e di fronte al disordine regnante durante queste feste, si fece imperante la creazione di spazi che ospitassero adeguatamente il pubblico. Di fatto prima di essere autorizzata nel 1730 la costruzione della Plaza de Toros de la Real Maestranza de Caballería de Sevilla per realizzare corride, lo spazio originale aveva una forma rettangolare, e non si cominciò la costruzione di spazi di forma circolare fino a tre anni dopo. Unaltra arena circolare si comincia a costruire a Ronda nel 1754, in cui si realizzarono i primi spettacoli nel 1782.

                                     

2. Categorie

In Spagna il Decreto reale num. 145/1996 organizza queste arene in tre categorie. Secondo letà, tradizione, grandezza e numero di feste annuali, le arene si dividono in prima, seconda e terza categoria. Sono di prima categoria quelle di Bilbao, San Sebastián, Saragozza, Barcellona, Madrid, Valencia, Cordova, Siviglia e Malaga. Il Decreto 145/1996 impone un peso minimo dei tori, e altri dettagli a seconda della categoria cui appartiene larena. Le comunità autonome possono aggiungere nuove disposizioni secondo la categoria. Ad esempio, in Andalusia, qualunque cittadino può essere scelto come Presidente con diritto a graziare il toro in arene di terza categoria.

La categoria serve anche da discriminante per il prezzo dentrata, le assicurazioni e i professionisti che devono essere presenti durante latto.

                                     

3. Arene per la tauromachia nel mondo

Le principali costruzioni di questo tipo si trovano in Europa, quasi esclusivamente in Spagna, Portogallo e nel sud della Francia. Oltre a queste ve ne sono numerose in America del sud, America Centrale e in Messico.

  • Plaza de toros La Macarena, Medellín.
  • Plaza de toros di Cartagena, Cartagena de Indias.
  • Plaza de toros di Vistahermosa, Bucaramanga.
  • Plaza de toros Cañaveralejo, Cali.
  • Plaza de toros di San Fermín, Pamplona.
  • Colombia
  • Plaza de toros El Bosque, Armenia.
  • Plaza de toros di Santamaría, Bogotà.
  • Plaza de toros di Cúcuta, Cúcuta.
  • Plaza de toros Pepe Cáceres, Ibagué.
  • Plaza de toros di Manizales, Manizales.
  • Plaza de toros de Quito, Quito.
  • Ecuador
  • Plaza de Toros di la Misericordia, Saragozza.
  • Plaza de Toros di El Puerto de Santa María, Cadice. 1880.
  • Coso de Cuatro Caminos, Santander.
  • Plaza de Toros di Murcia, Murcia.
  • Plaza de Toros Las Arenas, Barcellona.
  • Real Maestranza di Siviglia, Siviglia. 1761.
  • Plaza de Toros di Vistalegre, Madrid. 1908-1995, ricostruita nel 2000
  • Plaza de Toros Monumental, Pamplona.
  • Las Ventas, Madrid. 1931 la terza più grande del mondo.
  • Spagna
  • Plaza de Toros de Valencia, Valencia. 1860.
  • Plaza de Toros di la Malagueta, Malaga. 1876.
  • Plaza de Toros di Ronda, Ronda. 1784.
  • Plaza de Toros de los Califas, Siviglia.
  • La Monumental, Barcellona. 1914.
  • Plaza de Toros di Vista Alegre, Bilbao.
  • Francia
  • Arena di Arles, Arles antico anfiteatro romano.
  • Arena di Nîmes, Nîmes antico anfiteatro romano.
  • Messico
  • Monumentale di Apizaco,Tlaxcala, 1986, 7.000
  • Plaza Monumental di Ciudad Juárez 1957, 16.000
  • Plaza Quintana Roo, Cancún, 1989, 5.500
  • El Toreo di Tijuana, 1957, 12.000
  • Plaza Silverio Pérez, de Texcoco, 1989 5.500
  • Plaza Revolución, di Irapuato, Guanajuato 1940, 15.000
  • Plaza la Luz di León, Guanajuato 1961, 10.000
  • Plaza Calafia, di Mexicali, 1975, 11.000
  • Plaza de Mérida, Yucatán, 1929, 8.000
  • Plaza Monumental di Aguascalientes 1974, 16.000
  • Plaza Nuevo Progreso, Guadalajara 1967, 20.000 persone
  • Palazzo dellArte, Morelia, 1988, 4.000
  • Plaza de San Marcos a Aguascalientes 1896, 5.000
  • Plaza de Toros Santa María Santiago de Querétaro, 12.186
  • Plaza Alberto Balderas, Autlán de la Grana, Jalisco, 1887, 6.200
  • Plaza Monumental de las Playas, Tijuana, 1960, 21.621
  • Plaza de la Concordia, a Orizaba, 1994, 6.844
  • Plaza de Toros Monumental, Città del Messico 1946. Attualmente la più grande del mondo con posti per 41.262 spettatori.
  • Plaza El Toreo de Cuatro Caminos, Naucalpan de Juárez, Estado de México 1947.
  • In questo paese esistono almeno 56 arene e la più importante è la Plaza de Toros di Acho, a Lima, la più antica dAmerica, inaugurata il 30 gennaio del 1766.
  • Perù
  • Portogallo
  • Monumental Praça de Touros di Póvoa de Varzim, Póvoa de Varzim
  • Praça de touros di Campo Pequeno, Lisbona
  • Plaza de toros Real de San Carlos Complejo Turístico Nicolás Mihanovich, Colonia del Sacramento
  • Uruguay
  • Plaza de Toros Monumental di Valencia, Valencia, Carabobo, Venezuela seconda Plaza de toros più grande del mondo.
  • Plaza Monumental de Toros di Pueblo Nuevo, San Cristóbal.
  • Plaza de Toros Monumental di Maracaibo, Maracaibo.
  • Plaza Monumental Román Eduardo Sandia, Mérida.
  • Venezuela