Indietro

ⓘ Disfattismo




                                     

ⓘ Disfattismo

Concetto reso importante da Vladimir Lenin durante la I guerra mondiale, il disfattismo rivoluzionario si basa sullidea marxista di lotta di classe. Sostenendo che il proletariato non aveva nulla da vincere o da guadagnare in una guerra, Lenin dichiarò che il suo vero nemico sono i capi imperialisti che mandano in battaglia le loro classi più basse. I lavoratori avevano di più da guadagnare dalla sconfitta delle loro nazioni, sostenne Lenin, se la guerra poteva essere trasformata in guerra civile e quindi in rivoluzione internazionale.

Inizialmente rigettato da tutti, ad eccezione dei più radicali, durante la socialista Conferenza di Zimmerwald del 1915, il concetto guadagnò sempre maggior sostegno tra i socialisti, in particolare nella Russia del 1917, dopo che venne riaffermato nelle tesi di aprile di Lenin e con il proseguire delle sconfitte russe in guerra.

Il disfattismo rivoluzionario può essere contrapposto, usando la terminologia di Lenin, al "difensivismo rivoluzionario" e al "patriottismo sociale".

                                     
  • a due anni di carcere militare inflitta dal Tribunale di guerra per disfattismo Tornato in libertà, nel 1919, riprese l attività politica, scrivendo
  • condannato a cinque anni di confino a Pisticci nel novembre del 1940 per disfattismo politico per aver borbottato dentro una tabaccheria che invece dei
  • Propaganda mentre si trovava nello studio Goebbels e incarcerato per disfattismo La mattina dopo, venne trovato impiccato in cella a Berlino, ucciso
  • stanza a Genova. Dopo la disfatta italiana dell Amba Alagi, complice il disfattismo che serpeggia in Italia, parte volontario per la guerra d Abissinia e
  • modo, anche quest azione sembrò avere ben poco effetto. Il crescente disfattismo ed il basso morale provocato dalla sconfitta subita a Trenčín marcarono
  • Stati Uniti, nell aprile del 1917, gli procurò l arresto con l accusa di disfattismo la chiusura del giornale e, il 24 giugno 1919, l espulsione dal paese
  • fosse sempre stato fedele al padre, non riusciva più a sopportare il disfattismo ed il malgoverno del padre. Si rifiutò quindi di riconoscere agli ottomani
  • al Tribunale speciale con l accusa di associazione antinazionale e disfattismo politico Il giudice lo condanna a 24 anni di carcere, ridotti a 20
  • sua attività internazionalista contro la guerra gli costò l accusa di disfattismo con l internamento, prima a Cortona poi a Cosenza. Nel clima di aspettativa

Anche gli utenti hanno cercato:

disfattismo in storia, disfattista in inglese, disfattista significato treccani, disfattista sinonimo contrario,

...
...
...