Indietro

ⓘ Aeque principaliter




                                     

ⓘ Aeque principaliter

Aeque principaliter è unespressione latina usata dalla Santa Sede per indicare lunione di due diocesi, quando, per evitare questioni di predominanza, viene loro attribuita pari importanza.

Più raro è il caso in cui dopo lunione le diocesi conservano disparità di importanza e quella meno importante diviene sede di concattedrale. Un caso simile fu quello dellunione tra le diocesi di San Marco Argentano e di Bisignano stabilita il 27 giugno 1818 dalla bolla De utiliori di papa Pio VII.

Spesso si è arrivati allunione di più diocesi aeque principaliter dopo che le stesse erano state precedentemente unite in persona episcopi.

Lunione aeque principaliter si distingue in genere da quella in persona episcopi, perché viene sancita da una bolla pontificia, che può determinare una nuova denominazione nella sede per esempio Diocesi di Atri e Penne oppure Arcidiocesi di Acerenza e Matera ; mentre lunione in persona episcopi si forma con la semplice nomina del vescovo.

                                     

1.1. Esempi di diocesi unite aeque principaliter In passato

  • Diocesi di Cervia unita aeque principaliter allarcidiocesi di Ravenna dal 22 febbraio 1947 al 30 settembre 1986
  • Diocesi di Bitonto unita aeque principaliter alla diocesi di Ruvo dal 27 giugno 1818 al 30 settembre 1982
  • Diocesi di Frigento unita aeque principaliter alla diocesi di Avellino dal 9 maggio 1466 al 27 giugno 1818
  • Diocesi di Prato unita aeque principaliter alla diocesi di Pistoia dal 22 settembre 1653 al 25 gennaio 1954
  • Diocesi di Atri unita aeque principaliter alla diocesi di Penne dal 15 marzo 1252 al 1º luglio 1949
                                     

1.2. Esempi di diocesi unite aeque principaliter Oggi

  • Diocesi di Emly unita aeque principaliter allarcidiocesi di Cashel, dal 26 gennaio 2015
  • Arcidiocesi di Chambéry, San Giovanni di Moriana e Tarantasia, tre sedi unite aeque principaliter dal 26 aprile 1966
  • Prelatura territoriale di Santo Cristo de Esquipulas unita aeque principaliter alla diocesi di Zacapa, dal 24 giugno 1986
  • Diocesi di Tudela unita aeque principaliter allarcidiocesi di Pamplona, dall11 agosto 1984
                                     
  • dell arcidiocesi di Malines. La bolla di erezione stabiliva: l unione aeque principaliter della nuova diocesi con la diocesi di Liegi l obbligo per i vescovi
  • la bolla De utiliori di papa Pio VII la diocesi di Ruvo fu unita aeque principaliter a quella di Bitonto. Agli inizi del XX secolo, grazie anche al considerevole
  • bombardamenti del 1943. Il 12 maggio 1600 ad Ortona venne unita aeque principaliter la neoeretta diocesi di Campli la quale, benché distante e non contigua
  • rendendola suffraganea dell arcidiocesi di Siracusa e ad essa unita aeque principaliter era stata prevista anche la nomina di un vescovo ausiliare residente
  • propriam, distinctam, et separatam a quavis alia Dioecesi unita aeque principaliter all arcidiocesi di Messina da papa Leone XIII nel 1883. Dal 1986
  • soprannumerario. Nominato vescovo di Feltre e Belluno diocesi unite aeque principaliter il 19 maggio 1949 da papa Pio XII, il 9 giugno dello stesso anno
  • Piltensis seu Curonensis evidentemente vacante da tempo, fu unita aeque principaliter alla diocesi di Wenden. Hermann 1219 - 1223 deceduto Engelbert
  • quello di Sezze e confermò l unione fra le due sedi stabilita come aeque principaliter Questa unione fu confermata con la bolla Regis pacifici del 16 luglio
  • la bolla Solemni Conventione di papa Pio XI, la diocesi fu unita aeque principaliter a quella di Satu Mare e contestualmente divenne suffraganea dell arcidiocesi

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...