Indietro

ⓘ Giulio Krall




                                     

ⓘ Giulio Krall

Giulio Krall è stato un ingegnere e matematico italiano. Fu un pioniere della scienza delle costruzioni, in particolare un originale sperimentatore di forme e strutture innovative nella costruzione di ponti, soprattutto con il sistema a trave Nielsen.

                                     

1. Biografia

Krall conseguì nel 1923 la laurea in Ingegneria civile al Politecnico di Milano con Arturo Danusso e, nel 1924, in Matematica allUniversità di Roma, allievo di Vito Volterra e di Tullio Levi-Civita con cui si laureò e di cui fu poi assistente alla cattedra di Meccanica razionale, quindi incaricato di Fisica matematica dal 1928 e di Meccanica superiore dal 1930. Vinti i concorsi a cattedra sia di Meccanica razionale che di Scienza delle costruzioni nel 1931, optando per questultima insegnò Scienza delle costruzioni allUniversità di Napoli, presso la Facoltà di Architettura, fino al 1939, quando venne chiamato da Francesco Severi alla cattedra di Matematica applicata dellIstituto Nazionale di Alta Matematica INDAM di Roma. Nel 1963, assunse la cattedra di meccanica razionale dellUniversità di Roma, quindi, dal 1968, quella di Istituzioni di fisica matematica.

                                     

2. Attività scientifica e tecnica

Krall unì alle capacità e competenze di valente tecnico-progettista le doti di ricercatore, scienziato e matematico.

In ambito tecnico, a partire dal 1925, Krall fu prima ingegnere progettista per la compagnia Ferrobeton – che, tra laltro, progettò la prima Metropolitana di Milano e la Torre Velasca –, quindi consulente tecnico dal 1933 e, infine, capo dellUfficio Tecnico fino al 1960. Si occupò, come progettista, di numerose opere civili e industriali italiane e straniere principalmente ponti, strutture marittime e opere di ingegneria idraulica, fra cui ricordiamo il ponte sul Nilo Azzurro a Safartak in Etiopia, il Ponte di Mezzo e quella della Cittadella a Pisa ricostruiti dopo i bombardamenti degli alleati del 1943 e del 1944, il ponte sul Merrizzano dellautostrada Bologna-Firenze, il ponte del Castellaz in Alto Adige, il ponte Africa a Roma, le banchine e i bacini di carenaggio dei porti di Napoli e Genova, nonché lelettrodotto aereo sullo stretto di Messina. Negli anni quaranta, fu il primo tecnico a capire le reali motivazioni legate sostanzialmente a questioni di risonanza che portarono al crollo del ponte Tacoma.

Dal punto di vista scientifico, Krall fu un abile matematico e ricercatore nelle scienze esatte applicate, affrontando numerose tematiche spesso legate alle questioni e alle problematiche tecniche della sua attività dingegnere-progettista e di consulente. Già a partire dai primi anni 20, si interessò alla meccanica e alla fisica matematica nei loro rapporti con la scienza delle costruzioni, in particolare a questioni riguardanti linstabilità delle strutture, la dinamica strutturale, lelasticità e la teoria delle vibrazioni. Ha anche dato contributi alla meccanica analitica e alla meccanica celeste, allaerodinamica e allastronomia.

Medaglia doro nel 1932 dallAccademia dei XL, era membro dellAccademia Nazionale dei Lincei e socio dellAccademia delle Scienze di Torino.

                                     

3. Opere principali

  • Appunti di meccanica e fisica matematica, 6 voll., Libreria Eredi V. Verschi, Roma, 1968.
  • Meccanica tecnica delle vibrazioni in collaborazione con R. Einaudi, 2 voll., Monografie del CNR, Nicola Zanichelli Editore, Bologna, 1940.
  • Appunti dalle lezioni di scienza delle costruzioni, 2 voll., Pubblicazioni del GUF, Napoli, 1937.
  • Questioni di matematica applicata curato con M. Picone e C. Ferrari, Monografie del CNR, Nicola Zanichelli Editore, Bologna, 1939.
  • Appunti di meccanica superiore, dalle lezioni tenute nellA.A. 1930/31, Università degli Studi di Roma "La Sapienza", Roma, 1931.
                                     

4. Alcuni lavori

  • Giulio Krall, Statica ed aerodinamica del ponte sospeso, Roma, 1945, ISBN non esistente.
  • Giulio Krall, Autoeccitazione sotto vento costante dei ponti, delle torri, dei camini e delle funi. Rendiconti del Seminario Matematico e Fisico di Milano, Milano, 1950, ISBN non esistente.
  • Giulio Krall, Instabilità aerodinamica dei ponti sospesi. Monografie scientifiche di Aeronautica, Roma, Ufficio Studi del Ministero Aeronautica, 1945, ISBN non esistente.
                                     
  • Caparezza, I Negrita, Le Vibrazioni, Marco Mengoni, Al Bano, Renato Zero, Diana Krall Skunk Anansie, The Killers, Spandau Ballet, Blink 182, Paolo Nutini, Jack
  • 1889 Geoffrey Lawrence, magistrato britannico n. 1880 29 agosto Giulio Krall ingegnere e matematico italiano n. 1901 William Wadsworth, canottiere
  • n. 1852 1904 - Luigi Chiala, politico italiano n. 1834 1905 - Jacob Krall egittologo austriaco n. 1857 1913 Edward Leach, generale irlandese n
  • Ernest Alfred Wallis Budge, egittologo e filologo inglese 1934 Jacob Krall egittologo austriaco 1905 30 luglio Léon - Ignace Mangin, presbitero
  • Komzák, compositore e direttore d orchestra ceco n. 1850 27 aprile - Jacob Krall egittologo austriaco n. 1857 28 aprile - Andrea Aiuti, cardinale e arcivescovo
  • 1943 1886 - David Samanez Ocampo, politico peruviano 1947 1887 Luigi Krall generale italiano Alfred Lee Loomis, banchiere e scienziato statunitense
  • J.M., Satterthwaite, T.D., Bassett, D.S., Smallwood, J., Margulies, D., Krall S., Shaw, P., Varoquaux, G., Thirion, B., Konrad, K., Bzdok, D., 2018.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...