Indietro

ⓘ Campi aperti




Campi aperti
                                     

ⓘ Campi aperti

Nei campi aperti le terre di ciascun agricoltore non solo non sono separate da siepi, ma le decisioni sopra le coltivazioni di ciascuna zona parcella sono prese in comune tra vicini, nel rispetto delle tradizioni. Nei campi chiusi vi sono differenze fisiche tra gli appezzamenti e ciascun agricoltore è libero di coltivare il terreno nel modo che più gli piace. L’agricoltura inglese nel Medioevo era caratterizzata da un sistema detto dell’open field,cioè" campo aperto”. Gli appezzamenti di terra di proprietà dei singoli contadini di un villaggio venivano coltivati in comune e il raccolto poi redistribuito in proporzione ai diversi proprietari

                                     

1. Storia dellistituto

DallIlluminismo in poi si ha il passaggio di molte zone dEuropa da un sistema di campi aperti ad uno di campi chiusi.

Il fenomeno fu favorito anche dalla convinzione che unagricoltura moderna, e capace di sfamare una popolazione crescente, sarebbe stata favorita da tale trasformazione e interessò dapprima lInghilterra, per estendersi poi gradatamente a molti altri paesi, compresa la Sardegna con leditto delle chiudende.

Il sistema dei "campi aperti" fu il prevalente sistema agricolo in Europa dal Medioevo fino a tempi recenti come il XX secolo. Dal XII secolo in poi fu gradualmente rimpiazzato dai recinti.

Il sistema dei "campi aperti" sembra essersi sviluppato nel periodo medievale.

                                     

2. Le proposte di nuovi campi aperti

Levoluzione dellagricoltura cerealicola ha fatto osservare agli studiosi della necessità per gli agricoltori delle aree italiane vocate per le culture cerealicole, soprattutto il mais, di coordinare la coltivazione di campi appartenenti a diversi proprietari per poter fornire quella massa minima di lotti di prodotto omogenei richiesti dal mercato. Non sarebbe perciò più il singolo proprietario a decidere le pratiche culturali, ma il libero aggregarsi di coltivatori delle aree confinanti.

                                     
  • Con campi di urne del medio - Danubio ci si riferisce ai gruppi regionali della cultura dei campi di urne della zona del medio - Danubio. Questa cultura si
  • teorema di Fermat e il teorema dei quattro colori. Problemi aperti importanti esistono in molti campi quali l informatica teorica, l intelligenza artificiale
  • La zona pianeggiante dove si estende il comune di Campi Bisenzio fu occupata fino dall inizio del Quaternario da un grande lago, collegato al mare che
  • l Italia la decisione fu di non creare ghetti o campi di sterminio e di evitare il più possibile atti aperti di violenza antiebraica. L antisemitismo era
  • Il dipinto Ritorno dai campi è opera di Vincenzo Cabianca e si inserisce nel periodo in cui, a Firenze, il pittore fu a stretto contatto con i Macchiaioli
  • sedici sottocampi di minori dimensioni, ma facenti capo a Kaiserwald, furono aperti sempre nei dintorni di Riga. Dopo l occupazione dell Ungheria da parte dei
  • Serafino Campi Faenza, 6 febbraio 1905 Forlì, 15 novembre 1992 è stato un pittore, grafico e pubblicitario italiano. Nasce nel 1905 a Faenza, la stessa

Anche gli utenti hanno cercato:

campi aperti prezzi,

...
...
...