Indietro

ⓘ David Lynch




David Lynch
                                     

ⓘ David Lynch

David Keith Lynch è un regista, sceneggiatore, attore, musicista, produttore cinematografico e pittore statunitense. È stato descritto da The Guardian come "il regista più importante di questepoca", mentre AllMovie lha definito "luomo del Rinascimento del cinema moderno americano".

Nasce come pittore; le sue opere sono attualmente esposte in musei e gallerie darte come il Museum of Modern Art di New York e la Pennsylvania Academy of the Fine Arts di Philadelphia. Successivamente entra nel mondo del cinema divenendo regista, sceneggiatore e produttore, spesso anche nel ruolo di montatore, scenografo, progettista del suono e attore nei suoi film. È anche musicista, cantante e scrittore. Nonostante non riscuota sempre successo ai box office, Lynch è apprezzato dai critici e gode di un cospicuo seguito di fan. Nel corso degli anni ha ricevuto tre nomination al Premio Oscar per la regia per The Elephant Man, Velluto blu e Mulholland Drive, la Palma doro al Festival di Cannes 1990 per Cuore selvaggio, il Prix de la mise en scène a quello del 2001 con Mulholland Drive e il Leone doro alla carriera durante la 63ª Mostra internazionale darte cinematografica di Venezia, in occasione della proiezione in anteprima mondiale di Inland Empire - Limpero della mente nella sezione fuori concorso.

Nel 2017, dopo più di 25 anni dalla prima stagione, la serie tv Twin Peaks riceve largo consenso: viene proiettata al Museum of Modern Art di New York in quanto il lavoro di Lynch viene considerato una "totale e libera espressione del suo genio" nonché capace di "accendere inebrianti dibattiti sulla natura della televisione stessa". Sempre nel 2017 I segreti di Twin Peaks attiva un vero e proprio dibattito sui limiti di demarcazione tra televisione e cinema che diverrà ancor più acceso dopo la presa di posizione di Cahiers du cinéma che nella propria classifica annuale proclama Twin Peaks - The Return il film più bello dell’anno. Nel dicembre del 2019 questo dibattito viene nuovamente rilanciato da Cahiers du cinéma, che proclama Twin Peaks - The Return ”il film più bello della decade”. Nellottobre dello stesso anno Lynch viene premiato con lOscar alla carriera.

                                     

1.1. Biografia I primi anni

David Lynch nasce a Missoula, nel Montana, il 20 gennaio 1946, da Edwina Sundholm 1919-2004 e Donald Walton Lynch 1915-2007. Lynch trascorre linfanzia nel nord-ovest degli Stati Uniti, abiterà per alcuni periodi anche nello Stato di Washington e nellIdaho. Il padre lavora come ricercatore del Dipartimento dellAgricoltura degli Stati Uniti ed è spesso costretto a spostarsi per motivi di lavoro, soprattutto nel nord-est del paese. In Virginia, Lynch conosce il vicino di casa della sua ragazza, Toby Keeler, figlio di Bushnell Keele, pittore: in alcune interviste, dichiarerà di aver sempre desiderato dipingere e che è da quel momento che inizia a credere di poter realizzare tale desiderio. Lynch frequenta gli scout ottenendo il rango di Eagle Scout il massimo grado nello scautismo in America e partecipa come maschera alla cerimonia di investitura del presidente John F. Kennedy.

Fin dalladolescenza sogna di diventare un artista e per questo frequenta alcuni corsi alla Corcoran School of Art di Washington D.C., mentre sta finendo le scuole superiori. Si iscrive in seguito per un anno alla School of the Museum of Fine Arts di Boston, periodo durante il quale lavora in un negozio di cornici. In quel tempo è stato un compagno di stanza di Peter Wolf. Tale incarico non dura a lungo perché viene licenziato a causa dei suoi ritardi. Decide quindi di partire per lEuropa con lintenzione di studiare il pittore espressionista Oskar Kokoschka. Nonostante abbia progettato di restare 3 anni, torna negli Stati Uniti dopo soli 15 giorni. Il paesaggio pulito e perfetto di Salisburgo, città nella quale si era recato con lamico Jack Fish, non lo ispirava.

                                     

1.2. Biografia Filadelfia e i cortometraggi

Nel 1966, Lynch si trasferisce a Filadelfia, dove frequenta la Pennsylvania Academy of Fine Arts e realizza complessi mosaici geometrici che chiama Industrial Symphonies. Qui inizia inoltre a fare le prime esperienze con la macchina da presa. Il suo primo cortometraggio, dal titolo Six Figures Getting Sick, viene proiettato allesibizione di fine anno e vince il concorso cinematografico annuale dellaccademia. In merito allispirazione per questopera, punto di mediazione tra dipinto e video Lynch dichiarerà:

Grazie a questo primo cortometraggio, gli viene commissionata unaltra opera in video da H. Barton Wasserman: il primo tentativo sarà un disastro, la macchina da presa non funziona e la pellicola del girato è completamente rovinata. Al secondo tentativo, nel 1968, Lynch riesce a realizzare The Alphabet: questi primi lavori si configurano come degli ibridi, tra linstallazione e il cinema sperimentale.

Nel 1970 abbandona in parte il suo interesse per le arti visuali per dedicarsi principalmente alla pellicola. Vince una sovvenzione di 5.000 dollari da parte dellAmerican Film Institute per produrre The Grandmother, la storia di un bambino maltrattato che fa crescere una nonna da un seme. Il mediometraggio, che dura 34 minuti, già mostra alcuni elementi che diventeranno marchi di fabbrica di Lynch: un sonoro ed un immaginario inquietante con una forte attenzione ai desideri inconsci. Il film è girato nella casa del regista, le cui pareti vengono, per loccasione, dipinte completamente di nero.

                                     

1.3. Biografia Eraserhead

Eraserhead - La mente che cancella è il primo lungometraggio diretto da David Lynch, realizzato nell’arco di 5 anni. Il film ad oggi è considerato un capolavoro del cinema mondiale, nonché fonte d’ispirazione per altri registi: Stanley Kubrick dichiarò che Eraserhead era il suo film preferito e, durante le riprese di Shining, lo mostrò più volte al cast come esempio. Nel 1971 Lynch si sposta a Los Angeles per frequentare il conservatorio dellAmerican Film Institute.

Qui, grazie ad una sovvenzione di 10.000 dollari dellAFI, inizia a lavorare al suo primo lungometraggio, Eraserhead - La mente che cancella Eraserhead, ma dopo un anno dallinizio delle riprese termina il budget a sua disposizione. La lavorazione rallenta e procede a singhiozzo per diversi anni: il regista racimola soldi da parenti e amici e lavora consegnando quotidiani nel tentativo di raccogliere fondi e completare le riprese. Nel 1974, durante una delle pause forzate dalla lavorazione, Lynch gira il cortometraggio The Amputee, scritto e realizzato in un solo giorno sfruttando due videocassette di prova che il suo amico Frederick Elmes doveva testare per conto dellAFI. Il macabro cortometraggio dura soltanto 5 minuti e Lynch vi figura anche come attore. Le riprese di Eraserhead - La mente che cancella terminano finalmente nel 1977, a sei anni dal loro inizio. Durante le riprese del film, i problemi finanziari hanno portato Lynch anche a perdere la casa, costringendolo a dormire sul set.

Eraserhead - La mente che cancella racconta la storia di un giovane uomo tranquillo Jack Nance che vive in una desolata area industriale, la cui fidanzata partorisce un bambino deforme. Lynch racconterà di Eraserhead - La mente che cancella come del suo Scandalo a Filadelfia un film degli anni quaranta di George Cukor, con Katharine Hepburn e Cary Grant, spiegando che riflette le paure e i pericoli che ha incontrato studiando e vivendo a Filadelfia. Il film potrebbe riflettere indirettamente lansia e della paura del regista nei confronti della paternità, personificate entrambe nel mostruoso neonato. Il bambino deforme è stato probabilmente creato dal feto imbalsamato di un vitello, sebbene David Lynch non abbia mai confermato ciò o descritto come lo abbia animato. Durante le riprese, aveva persino fatto in modo che il proiezionista coprisse i suoi occhi quando le riprese con il bambino venivano effettuate, in modo che nessuno potesse sapere come è stato fatto. Dopo aver completato il film, Lynch ha seppellito il "Vitello imbalsamato" in una località sconosciuta. Alla festa di chiusura, il cast ha partecipato ad una finta veglia funebre per quest’ultimo. David Lynch ha fornito commenti criptici sul mostruoso bambino, affermando cose come "è nato nelle vicinanze” o "forse è stato trovato".

Il film viene inizialmente giudicato impossibile da distribuire, ma grazie allaiuto del distributore Ben Barenholtz viene proiettato negli spettacoli di mezzanotte per i successivi dieci anni. Eraserhead - La mente che cancella ottiene un sorprendente successo di critica, che lancia Lynch come rappresentante dellavanguardia cinematografica postindustriale. La realizzazione di Eraserhead - La mente che cancella crea già una profonda unione nel gruppo di attori e tecnici che vi hanno partecipato e che continuerà a lavorare con Lynch negli anni successivi, in particolare loperatore Frederick Elmes, il tecnico del suono Alan Splet e lattore Jack Nance.



                                     

1.4. Biografia Gli anni ottanta

Per il film The Elephant Man Lynch, Christopher De Vore, Eric Bergren, il produttore Jonathan Sanger e Stuart Cornfeld, assistente di Mel Brooks, sperano di ottenere finanziamenti dagli studios, che invece rifiutano uno dopo laltro. Stuart Cornfeld fa leggere la sceneggiatura a Brooks, che chiede preliminarmente di vedere il film Eraserhead - La mente che cancella. Il film sembra interessargli molto e Brooks decide quindi di ingaggiare Lynch per dirigere, nel 1980, questo biopic basato sulla storia di Joseph Merrick, uomo affetto da terribili deformità congenite, vissuto in età vittoriana. La pellicola riceve ben 8 nomination al Premio Oscar, incluse miglior regia e migliore sceneggiatura, rivelandosi un grandissimo successo di critica e di pubblico, lanciando Lynch nellolimpo dei giovani registi più promettenti del nuovo decennio.

Dopo il grande successo di The Elephant Man Il film ad oggi con il maggior incasso nella carriera di Lynch, nel 1984 il regista accetta di girare ladattamento cinematografico del romanzo di fantascienza Dune di Frank Herbert, per conto del produttore italiano Dino De Laurentiis. Nonostante De Laurentiis speri di produrre un kolossal che ottenga grossi incassi, Dune è un fiasco sia al botteghino che per la critica: costato 45 milioni di dollari ne recupererà soltanto 27.4. Il montaggio del film è alterato da numerosi tagli e la versione cinematografica di 137 minuti viene ottenuta tagliando la versione originale di Lynch della durata di tre ore e mezzo, tanto da renderne la trama quasi incomprensibile.

Anni dopo lo studio di produzione distribuirà una versione allungata per la televisione, reinserendo alcune scene girate da Lynch e inizialmente eliminate. In ogni caso, questa seconda riedizione continuerà a non essere il film ideato da Lynch, ma sarà nientaltro che unaltra versione, tagliata dai produttori nel tentativo di rendere più comprensibile la trama. Lynch si opporrà a questa operazione e non riconoscerà come propria tale versione estesa, che riporta quindi accreditato come regista Allen Smithee uno pseudonimo utilizzato da vari registi quando non concordano con lintervento della produzione sul loro lavoro. Lesperienza di Dune è un trauma per Lynch, che non appena si era reso conto di non avere il controllo sul montaggio aveva perso ogni entusiasmo per la realizzazione. Da allora pretenderà il final cut da tutti i produttori con cui lavorerà. In questo periodo, Lynch riprende la propria attività di pittore e si dedica alla fotografia, realizzando una serie di paesaggi industriali.

Il secondo progetto di Lynch finanziato da De Laurentiis è Velluto blu del 1986, la storia di uno studente del college Kyle MacLachlan, già protagonista di Dune che indaga su un orecchio mozzato che ha trovato in un campo. Da sottolineare nel film le performance di Isabella Rossellini nel ruolo di una tormentata cantante di club e di Dennis Hopper nei panni di un gangster crudele e sociopatico. Velluto blu ha un buon successo di critica e vale a Lynch la seconda nomination allOscar al miglior regista. Il film mostra diversi elementi comuni alle sue opere: una donna in pericolo, il lato oscuro e nascosto di una piccola città e luso di canzoni depoca, come Blue Velvet di Bobby Vinton e In Dreams di Roy Orbison. Si tratta anche dellopera che sancisce linizio del sodalizio del regista con il compositore Angelo Badalamenti, che continuerà in tutti i suoi successivi lungometraggi e in alcuni dischi, realizzati insieme. Grazie alla collaborazione con Badalamenti, lutilizzo particolare del suono e della colonna sonora diventano un altro marchio di fabbrica dello stile lynchiano. Un altro incontro importante è quello con Mary Sweeney, assistente per Velluto blu e poi montatrice e produttrice di molti dei lavori successivi.

                                     

1.5. Biografia Anni novanta

Alla fine degli anni ottanta, lincontro con il produttore televisivo Mark Frost dà lavvio ad un progetto sulla vita di Marilyn Monroe, che dovrebbe intitolarsi The Goddess, come la biografia da cui prende spunto: il film non vedrà mai la luce, visto che linteresse del regista si sposta verso la serie televisiva I segreti di Twin Peaks, che prende nome da una piccola città in cui accadono vicende strane e inquietanti. La serie è incentrata sulle indagini dellagente dellFBI Dale Cooper, interpretato ancora una volta da Kyle MacLachlan, riguardo alla morte di Laura Palmer, una studentessa delle scuole superiori, indagine che finirà per rivelare i segreti dei numerosi abitanti del luogo. Lynch dirige sei episodi della serie incluso lepisodio pilota, ne scrive diversi e appare in alcuni come attore, nei panni dellagente FBI Gordon Cole.

La serie debutta sulla ABC l8 aprile 1990 e passa da culto a fenomeno popolare. Nessun altro progetto di Lynch raggiungerà un tale successo di pubblico. Alcune frasi del telefilm diventano dei tormentoni di uso comune e diverse parodie dei personaggi appaiono nel Saturday Night Live ne I Simpson. A Lynch viene anche dedicata una copertina del TIME grazie allenorme successo della serie.

Nonostante il successo, Lynch entra in contrasto con la ABC su diverse questioni, in particolare sulleventualità di rivelare o meno lidentità dellassassino di Laura Palmer. La rete insiste nel volerne rivelare il nome durante la seconda serie, mentre Lynch vuole che il mistero resti tale fino alla fine. Presto perde quindi entusiasmo nei confronti della serie e dopo aver girato il pilota lascia tutto per dedicarsi alla realizzazione del film Cuore selvaggio.

Basato sul romanzo omonimo di Barry Gifford, Cuore selvaggio viene interpretato da Nicolas Cage e Laura Dern e si pone a metà tra una crime story e un road movie. Il film vince la Palma doro al Festival del cinema di Cannes, ma riceve una risposta molto modesta dalla critica e dal pubblico statunitensi. A quanto si dirà, molte persone del pubblico che assistettero alle proiezioni di prova abbandonarono la sala a causa di alcune scene molto violente, poi eliminate nel montaggio finale.

Il collegamento mancante tra Twin Peaks e Cuore selvaggio è Industrial Symphony No. 1: The Dream of the Brokenhearted. Viene presentato a teatro alla Brooklyn Academy of Music di New York il 10 novembre 1989 in occasione del New Wave Music Festival. Industrial Symphony No. 1 è unaltra collaborazione tra Lynch e Angelo Badalamenti. La colonna sonora contiene dieci canzoni di Julee Cruise. Lynch descriverà questo spettacolo musicale come "effetti sonori e musica e. azione sul palco. Ed ha qualcosa a che fare con, uhm, una relazione che finisce". Nel 1990 verrà prodotto un video di 50 minuti della performance, mai pubblicato in Italia.

Nel frattempo, Twin Peaks soffre di diverse interruzioni della programmazione nei palinsesti televisivi, per essere infine cancellata nel 1991. Lynch scrive dunque un prequel della serie, sugli ultimi sette giorni di vita di Laura Palmer. Il film, Fuoco cammina con me, girato nel 1992, si rivela un flop sia negli Stati Uniti che in Europa e riceve le peggiori critiche della carriera di Lynch. Nonostante ciò ottiene successo in Giappone e risulta comunque uno dei suoi film più rappresentativi. Nel film recita una breve parte anche il celebre cantante britannico David Bowie.

Nel 1992, Lynch e Mark Frost scrivono e dirigono diversi episodi della serie televisiva On the Air sempre per la ABC. Dei 7 episodi girati, solo 3 vengono trasmessi dalla rete. Sempre in questo periodo Lynch produce, sempre con Frost, e dirige la serie documentaristica American Chronicles. Il suo successivo progetto, dello stesso anno, sarà di basso profilo: dirige due dei tre episodi della miniserie della HBO Hotel Room su avvenimenti accaduti a distanza di decenni nella stessa camera dalbergo. Probabilmente è da questultima esperienza che provengono le prime suggestioni per il film successivo, Strade perdute.

Nel 1997 Lynch dirige Strade perdute, scritto assieme a Barry Gifford, autore anche del romanzo da cui il film è tratto, interpretato da Bill Pullman e Patricia Arquette. Il film è un noir non-lineare, la cui struttura narrativa è stata spesso paragonata a quella del Nastro di Möbius. Riceve scarso successo di pubblico e recensioni contrastanti tra la critica, benché sia ben presto diventato un cult e sia stato rivalutato su vasta scala da tutti i critici.

Nel 1999, Lynch sorprende fan e critica con Una storia vera, scritto da Mary Sweeney. Il film, prodotto dalla Disney, racconta la storia realmente accaduta di Alvin Straight, interpretato da Richard Farnsworth, un anziano dellIowa che percorre 600 km su di un tagliaerba a motore per raggiungere il fratello malato con cui aveva rotto i rapporti anni prima. Il film, dallo stile e tematiche completamente diversi dalle sue precedenti produzioni, riceve critiche entusiastiche.

                                     

1.6. Biografia Anni duemila

Nel 1999, contatta di nuovo la ABC con unidea per una serie tv. La rete dà il via libera per le riprese di un episodio pilota di due ore dal titolo Mulholland Drive, ma rimane insoddisfatta del contenuto, lasciando in sospeso il progetto a tempo indeterminato. Grazie a 7 milioni di dollari finanziati dal grande distributore francese Canal Plus, Lynch termina il pilota e lo trasforma in un film autoconclusivo. Mulholland Drive è un enigma che si svolge nel lato oscuro della grande Los Angeles ed è interpretato da Naomi Watts, Laura Harring e Justin Theroux. Lopera vale a Lynch la Palma doro come miglior regia al Festival del cinema di Cannes, il premio come miglior regista della New York Film Critics Association e la sua terza nomination al Premio Oscar come miglior regista.

Nel 2002, Lynch realizza per i suoi fan una sitcom surreale di 8 episodi impersonata da conigli dal titolo Rabbits, distribuita attraverso il suo sito ufficiale. Più tardi gira diversi esperimenti in Digital Video DV, come il corto in stile thriller Darkened Room. Nel 2005, Lynch crea una serie di corti online dal titolo Dumb Land. Si tratta di 8 episodi volutamente crudi nei contenuti e nella realizzazione inizialmente disponibili solo sul suo sito ufficiale e successivamente pubblicati in DVD.

A partire dal 2005 David Lynch lavora al suo nuovo film, Inland Empire - Limpero della mente, interpretato da Laura Dern, Harry Dean Stanton, Justin Theroux e Jeremy Irons: è girato in parte a Los Angeles e in parte in Polonia, interamente in digitale. Lynch lo descrive come un mistero su una donna in pericolo ", senza voler rivelare altri particolari. Secondo il regista si tratta di un nuovo esperimento girato senza la presenza di un copione, costruendo le scene una dopo laltra in base alle precedenti. Presentato ufficialmente alla 63ª Mostra internazionale darte cinematografica di Venezia il 6 settembre 2006, serata durante la quale il regista riceve il Leone dOro alla carriera, esce nelle sale degli Stati Uniti a dicembre 2006.

Il 23 marzo 2011 torna dietro la macchina da presa per catturare lenergia del concerto dei Duran al Mayan Theater di Los Angeles. Il regista statunitense ha deciso di dirigere la performance della band simbolo degli anni ottanta in streaming. Da quel concerto, montato in diretta da Lynch, è nato Duran Duran: Unstaged.

Il 6 ottobre 2014 Lynch ha annunciato la produzione di una nuova stagione di nove episodi de I segreti di Twin Peaks, realizzati insieme a Mark Frost e previsti per il 2016 su Showtime. Lynch e Frost scriveranno tutti gli episodi. Nellaprile 2015 Lynch annunciò di aver abbandonato il progetto a causa del budget troppo basso, ma che tuttavia la serie era ancora in lavorazione. Tuttavia il 15 maggio 2015 Lynch annunciò di aver risolto le divergenze creative con Showtime e di essere tornato a lavorare sul revival. Poco dopo il CEO di Showtime David Nevins confermò il ritorno di Lynch, annunciando che il regista avrebbe diretto tutti gli episodi, e che lordine originale di nove episodi era stato esteso a diciotto episodi. In questa nuova stagione, Lynch si occupa della sceneggiatura, della regia e del montaggio, e recita nei panni di Gordon Cole. Tale serie, intitolata semplicemente Twin Peaks, è stata trasmessa negli Stati Uniti a partire dal 21 maggio su Showtime. In essa, è tornata la maggior parte del cast di attori che aveva preso parte alla serie negli anni novanta e al film Fuoco cammina con me, ed inoltre il cast è stato arricchito di nuovi attori, anche di fama internazionale tra cui Naomi Watts, Jim Belushi e Tim Roth.



                                     

2. Mostre in musei e gallerie

Riportiamo qui una lista parziale delle mostre in musei e gallerie dell’artista. La mostra tenuta alla Pennsylvania Academy of the Fine Arts The Unified Field è da considerarsi come uno degli eventi culturali più importanti degli anni 10 del 2000 secondo il The New Yorker.

  • 2017: Silence and Dynamism, Centre of Contemporary Art Znaki Czasu, Toruń, Polonia
  • 2008: David Lynch: New Photographs, Epson Kunstbetrieb, Düsseldorf, Germany
  • 2012: Tilton Gallery, New York, New York
  • 2012: Chaos Theory of Violence and Silence, La Foret Museum, Tokyo, Japan
  • 2013: Circle of Dreams, Centre de la Gravure et de l’Image imprimée de la Fédération Wallonie-Bruxelles, La Louvière, Belgium
  • 2011: Works on Paper, Item Gallery, Parigi, France
  • 2015: David Lynch: Between Two Worlds, Queensland Gallery of Modern Art, Brisbane, Queensland
  • 1989: Leo Castelli Gallery, New York
  • 2007: Fetish, Galerie du Passage, Parigi, France, with Christian Louboutin
  • 2010: Darkened Room, Six, Osaka, Japan; Seul, Korea
  • 1995: Kohn/Turner Gallery, Los Angeles, California
  • 2013: Hypnotherapy Group Exhibition, Kent Fine Art, New York, New York
  • 2009: Ars Cameralis Culture Institution, KatowicePoland
  • 2010: David Lynch: Photographs, Galerie Karl Pfefferle, Monaco, Germany
  • 2013: David Lynch: New Works, Kayne Griffin Corcoran, Los Angeles, California
  • 2014: The Factory Photographs, The Photographers’ Gallery, Londra, United Kingdom
  • 2009: The Air is on Fire, Cultural Foundation Ekaterina, Mosca, Russia
  • 2018: Les Visitants: Guillermo Kutica and the Fondation Cartier Collection, Kirchner Cultural Centre, Sarmiento, Argentina
  • 2012: Lost Paradise Group Exhibition, Mönchenhaus Museum, Goslar, Germany
  • 1987: James Corcoran Gallery, Los Angeles
  • 2007: Inland Empire, Galerie du Jour agnès b., Parigi, France
  • 2014: Small Stories, La maison Européenne de la Photographie, Parigi, France
  • 1995: Painting Pavilion, Open Air Museum, Hakone
  • 2010: Crime and Punishment, from Goya to Picasso Group Exhibition, Musée d’Orsay, Paris, France
  • 2014: Naming, Middlesbrough Institute of Modern Art, Middlesbrough, England. Curated by Brett Littman, Executive Director of The Drawing Center, New York
  • 1996: Park Tower Hall, Tokyo
  • 2009: David Lynch and William Eggleston: Photographs, Galerie Karl Pfefferle, Monaco, Germany
  • 2012: Man Waking From Dream, Fonds Régional d’Art Contemporain Auvergne, Clermont-Ferrand, France
  • 2012: Tomio Koyama Gallery, Tokyo, Japan
  • 1991: Museum of Contemporary Art Tokyo
  • 1993: James Corcoran Gallery, Los Angeles
  • 2014: The Factory Photographs, Fondazione MAST, Bologna, Italy
  • 2013: Galerie Barbara von Stechow, Francoforte sul Meno
  • 2012: Galerie Chelsea, Sylt
  • 2001: Centre de Cultura de Barcelona, Barcellona, Spain
  • 2011: David Lynch: New Paintings and Sculptures, Griffin and Corcoran, Los Angeles, California
  • 1996: Painting Pavilion, Open Air Museum, Hakone, Japan
  • 1997: Otsu Parco Gallery, Osaka, Japan
  • 1992: Sala Parpallo, Valencia
  • 1989: James Corcoran Gallery, Los Angeles, California
  • 2012: It Happened at Night, Galerie Karl Pfefferle, Monaco, Germany
  • 1990: N. No. N. Gallery, Dallas, Texas
  • 2009: David Lynch: New Paintings, Griffin and Corcoran, Los Angeles, California
  • 2013: Naming, Kayne Griffin Corcoran, Los Angeles, California. Curated by Brett Littman, Executive Director of The Drawing Center, New York
  • 1987: Rodger LaPelle Galleries, Filadelfia, Pennsylvania
  • 2009: Dark Splendor, Max-Ernst-Museum, Brühl, Germany
  • 1997: Galerie Piltzer, Parigi
  • 2007: The Air is on Fire, La Triennale di Milano, Milano, Italy
  • 2018: I was a teenage insect, Kayne Griffin Corcoran, Los Angeles
  • 2012: Galerie Pfefferle, Monaco di Baviera
  • 2009: Fetish, Garage Center for Contemporary Culture, Mosca, Russia
  • 2014: The Photographers´ Gallery, Londra
  • 2009: I See Myself, Galerie des Galeries, Parigi, France
  • 2010: David Lynch, Mönchehaus Museum, Goslar
  • 2010: I Hold You Tight, Musée Jenisch, Vevey, Switzerland
  • 1983: Puerto Vallarta, Messico
  • 1990: Tavelli Gallery, Aspen
  • 2010: Marilyn Manson and David Lynch: Genealogies of Pain, Kunsthalle Wien, Vienna, Austria
  • 2009: Dark Night of the Soul, Kohn Gallery, Los Angeles, California
  • 2010: Lithos 2007-2009, Musée du dessin et de l’estampe originale, Gravelines, France
  • 2010: The Air is on Fire, GL Strand, Copenaghen, Denmark
  • 1967: Vanderlip Gallery, Filadelfia
  • 2018/19: Simeone is in my house, Bonnefantenmuseum, Maastricht, Paesi Bassi
  • 2004: Atlas Sztuki, Łódź, Poland
  • 1996: Artium, Fukuoka, Japan
  • 1996: Namba City Hall, Osaka, Japan
  • 2010: News Prints and Drawings, Item Gallery, Parigi, France
  • 2009: Hand of Dreams, Item Gallery, Parigi, France
  • 2014/15: David Lynch: The Unified Field, The Pennsylvania Academy of the Fine Arts, Filadelfia, Pennsylvania
  • 2007: The Air is on Fire: 40 years of Paintings, Photographs, Drawings, Experimental films, and Sound creations Fondation Cartier pour lArt Contemporain, Parigi
  • 2001: Printemps de Septembre, Tolosa, France
                                     

3. Vita privata

I genitori di Lynch si chiamavano Donald e Sunny. Il regista ha un fratello ed una sorella: John e Margaret.

Lynch è stato sposato quattro volte:

  • con Mary Sweeney maggio 2006-giugno 2006, un figlio – Riley Lynch
  • con Peggy Lentz 1967-1974, una figlia – Jennifer Chambers Lynch, regista
  • con Emily Stofle febbraio 2009-, una figlia - Lula Boginia Lynch
  • con Mary Fisk 21 giugno 1977-1987, un figlio – Austin Jack Lynch, che appare nellepisodio Coma in Twin Peaks.
                                     

4. Altre attività

Lynch ha parlato del pittore Francis Bacon come "il migliore, il pittore numero uno, un eroe". Attualmente crea ancora nuove installazioni darte, dipinti e fotografie. Nel tempo libero progetta e costruisce mobili di legno, dichiara di aver imparato per merito del padre che aveva un laboratorio e anche di voler imparare a lavorare il metallo. Lynch è stato anche lautore di una striscia umoristica dal titolo The Angriest Dog in the World.

Ha scritto anche alcuni libri, nel 1991, assieme a Mark Frost e Richard Saul Wurman, ha scritto il libro Welcome to Twin Peaks. Lynch si diletta anche nella composizione musicale sperimentale assieme ad alcuni compositori, ha realizzato alcune esibizioni live ed alcuni dischi.

Ha ideato la mostra The Air Is on Fire, ospitata presso la Fondation Cartier pour lart contemporain di Parigi nel 2007. La suddetta mostra è stata successivamente trasferita presso la Triennale di Milano 9 ottobre 2007 - 13 gennaio 2008; in tale occasione è stata arricchita di unopera darte a muro. Alla mostra sono stati esposti i suoi schizzi su carta, su tovaglioli di carta e su scatole di fiammiferi; i suoi dipinti che si sviluppano anche in tre dimensioni, le sue fotografie sul nudo, con immagini ritoccate al computer fino al punto di renderle inverosimili. Per loccasione Lynch ha anche progettato un salotto tridimensionale in misure verosimili a quelle di un salotto reale, come se si trattasse di un pezzo del set di un suo film. Alla mostra è stato anche possibile visionare, in un piccolo cinema dallaspetto teatrale ricostruzione perfetta del piccolo teatro filmato in Eraserhead - La mente che cancella, lampadine comprese, le sue pellicole sperimentali, oltre ai primi cortometraggi. La mostra The Air Is on Fire è stata inoltre occasione per dare avvio ad una collaborazione artistica con Christian Louboutin; in questa sede infatti Lynch ha riproposto in chiave totemica i famosi souliers dello stilista francese dalla suola rossa e tacco vertiginoso.

Dallintensa collaborazione tra Lynch e Louboutin è nata la mostra Fetish, unintrigante esposizione fotografica ospitata presso la Galerie du Passage a Parigi dal 20 settembre al 20 ottobre 2007. Le 26 fotografie immortalano dei souliers-sculture feticisti allinterno di unambientazione visionaria e spettrale. Lynch ha anche progettato davidlynch.com, un sito a pagamento riservato ai membri registrati dove pubblica cortometraggi, interviste ed altre produzioni. Il sito ospita giornalmente una rubrica sulle condizioni del tempo, dove Lynch dà una breve descrizione delle condizioni climatiche di Los Angeles, città dove vive attualmente.

Il video musicale della canzone "Shot in the Back of the Head" di Moby è stato pubblicato il 14 aprile 2009 su Pitchfork.tv. Regista e autore del video in animazione è stato lo stesso Lynch. Il video musicale della canzone "Crazy Clown Time" dellomonimo album di David Lynch è stato pubblicato il 3 aprile 2012 su youtube. Regista e autore del video è lo stesso Lynch.

L8 novembre 2011 esce il suo primo album da cantante e musicista: Crazy Clown Time. Il 10 luglio 2013 esce il suo secondo album in studio, The Big Dream, che vede la collaborazione, alla chitarra, del figlio Riley e dellartista svedese Lykke Li.

                                     

5. Filmografia

Produttore, montatore e compositore

  • Inland Empire - Limpero della mente Inland Empire 2006
  • Eraserhead - La mente che cancella Eraserhead 1977

Direttore della fotografia

  • Inland Empire - Limpero della mente Inland Empire 2006

Effetti speciali

  • Eraserhead - La mente che cancella Eraserhead 1977

Spettacoli teatrali

  • Industrial Symphony No. 1: The Dream of the Brokenhearted 1989
                                     

5.1. Filmografia Regista

  • Mulholland Drive 2001
  • Dune 1984
  • Velluto blu Blue Velvet 1986
  • Fuoco cammina con me Twin Peaks: Fire Walk with Me 1992
  • The Elephant Man 1980
  • Inland Empire - Limpero della mente Inland Empire 2006
  • Eraserhead - La mente che cancella Eraserhead 1977
  • Cuore selvaggio Wild at Heart 1990
  • Una storia vera The Straight Story 1999
  • Strade perdute Lost Highway 1997
                                     

5.2. Filmografia Sceneggiatore

  • Mulholland Drive 2001
  • The Elephant Man 1980
  • Cuore selvaggio Wild at Heart 1990
  • Fuoco cammina con me Twin Peaks: Fire Walk with Me 1992
  • Inland Empire - Limpero della mente Inland Empire 2006
  • Velluto blu Blue Velvet 1986
  • Strade perdute Lost Highway 1997
  • Eraserhead - La mente che cancella Eraserhead 1977
  • Dune 1984
                                     

5.3. Filmografia Produttore, montatore e compositore

  • Inland Empire - Limpero della mente Inland Empire 2006
  • Eraserhead - La mente che cancella Eraserhead 1977
                                     

5.4. Filmografia Direttore della fotografia

  • Inland Empire - Limpero della mente Inland Empire 2006
                                     

5.5. Filmografia Cortometraggi

  • Pierre and Sonny Jim 2001
  • Lumière: Premonitions Following an Evil Deed 1996 - episodio di Lumière et compagnie
  • Industrial Soundscape 2002
  • Agave - serie di 5 cortometraggi TV 2003
  • Dumbland - serie di 8 cortometraggi danimazione 2002
  • Ant Head 2018
  • Does That Hurt You? 2002
  • Cannes Diary 2002
  • Lady Blue Shanghai - cortometraggio promozionale per Dior 2010
  • Head with Hammer 2001
  • Bees - serie di 4 cortometraggi TV 2002
  • Fictitious Anacin Commercial 1967
  • Coyote - serie di 2 cortometraggi TV 2002
  • Dead Mouse with Ants 2002
  • Where Are the Bananas? 2002
  • The Alphabet 1968
  • Water Circus - serie di 3 cortometraggi TV 2002
  • The Pig Walks 2002
  • Rabbits - serie di 8 cortometraggi TV 2002
  • The Amputee 1974
  • The Grandmother 1970
  • The Disc of Sorrow Is Installed 2002
  • The Cowboy and the Frenchman 1988 - episodio della serie Les Français vu par.
  • Darkened Room 2002
  • Six Figures Getting Sick Six Times 1966
  • What Did Jack Do? 2017
  • Axxon N. - serie di 9 cortometraggi TV 2002
  • Ballerina 2006
  • Wow 2004
  • Absurd Encounter with Fear 1967
  • Bug Crawls 2004
  • Lamp - serie di 6 cortometraggi TV 2003
  • The Green Room in Lodz 2006
  • Boat 2007
  • Absurda 2007
  • Quinoa 2007


                                     

5.6. Filmografia Televisione

  • American Chronicles - serie di documentari TV 1990
  • I segreti di Twin Peaks Twin Peaks - serie TV, 30 episodi 1990-1991
  • Camera dalbergo Hotel Room - film TV 1993
  • Twin Peaks - serie TV, 18 episodi 2017
  • Un catastrofico successo - serie TV 1992
  • Out Yonder - serie TV, 3 episodi 2001
  • Intervalometer Experiment - serie TV, 4 episodi 2007
                                     

5.7. Filmografia Spettacoli teatrali

  • Industrial Symphony No. 1: The Dream of the Brokenhearted 1989
                                     

5.8. Filmografia Attore

  • Inland Empire - Limpero della mente, regia di David Lynch - voce, non accreditato 2006
  • Twin Peaks – serie TV 2017
  • Louie – serie TV, episodi 3x11 - 3x12 2012
  • I segreti di Twin Peaks - serie TV, 6 episodi 1990
  • I Griffin - serie TV, episodi 8x11 - 15x9 voce 2010; 2016
  • Heart Beat - non accreditato 1980
  • Out Yonder 2001
  • Fuoco cammina con me Twin Peaks: Fire Walk with Me, regia di David Lynch 1992
  • The Amputee, regia di David Lynch 1974
  • Zellie and Me 1988
  • Dumbland, regia di David Lynch - voce 2002
  • Dune, regia di David Lynch - non accreditato 1984
  • Boat, regia di David Lynch 2007
  • Lucky, regia di John Carroll Lynch 2017
  • Nàdja, regia di Michael Almereyda - cameo 1994
  • The Cleveland Show - serie TV voce 2010-2013
  • La festa delle fidanzate, regia di Michael Stephenson - voce narrante 2017
                                     

6. Discografia

  • Crazy Clown Time 2011
  • The Big Dream 2013
  • BlueBob - assieme a John Neff 2001
  • Thought Gang 2018

Collaborazioni

  • Somewhere in the Nowhere - assieme a Chrysta Bell 2016
  • Lux Vivens Living Light: The Music of Hildegard von Bingen – assieme a Jocelyn Montgomery 1998
  • The Air Is on Fire: Soundscape – assieme a Dean Hurley 2007
  • This Train - assieme a Chrysta Bell 2011
  • Polish Night Music - assieme a Marek Zebrowski 2015
  • Industrial Symphony No. 1 colonna sonora – assieme ad Angelo Badalamenti 1990
  • Eraserhead Soundtrack – assieme ad Alan R. Splet 1982
                                     

7. Riconoscimenti

Lynch ha vinto due volte il Premio César per il miglior film straniero ed è stato presidente della giuria al Festival di Cannes 2002, dove era stato già premiato nel 1990 con la Palma doro come miglior film per Cuore selvaggio e nel 2001 con la Palma doro come miglior regia per Mulholland Drive. È stato nominato Cavaliere della Legion dOnore in occasione del Festival di Cannes del 2002, e nel 2007 è stato promosso a Officier dal presidente Sarkozy.

Nel 2006 ha ricevuto il Leone dOro alla carriera.

Velluto blu, Una storia vera e Mulholland Drive vengono inseriti nella lista del New York Times "The Best 1.000 Movies Ever Made".

È stato nominato tre volte allOscar al miglior regista, per The Elephant Man, Velluto blu e Mulholland Drive.

Il 27 ottobre 2019 gli viene assegnato lOscar alla carriera.

                                     

8. Doppiatori italiani

  • Donato Sbodio in Lucky
  • Dario Penne in Louie
  • Renato Cortesi ne I segreti di Twin Peaks, Twin Peaks: Fuoco cammina con me, Twin Peaks 2017

Da doppiatore è stato sostituito da:

  • Gianluca Machelli in The Cleveland Show