Indietro

ⓘ Analisi razionale delle politiche pubbliche




                                     

ⓘ Analisi razionale delle politiche pubbliche

L Analisi razionale delle politiche pubbliche o ARP è una delle metodologie di indagine proprie della più generica analisi delle politiche pubbliche. Tale strumento può avere sia fini prescrittivi sia fini descrittivi nello studio delle politiche pubbliche. Essa si basa sullassunto che vi sia un inevitabile processo razionale nelladozione di qualsiasi decisione. Tale procedimento è anche il più popolare, rispetto ad altri come la Policy inquiry, data la facile logicità del suo schema e per la sua applicazione storica ormai maturata.

                                     

1. Laffermazione del metodo

La scienza politica americana sorge subito con una forte impronta prescrittiva, data la popolare fiducia nella possibilità di un approccio scientifico ai problemi sociali. Per questo motivo iniziò una generale raccolta dati in tutto il paese. Gli sforzi tuttavia non furono ricompensati soprattutto con il verificarsi di eventi imprevisti come la depressione. Per questo motivo negli anni 1980 con la svolta neoliberista, si è verificata una generale tendenza a ridurre lo spazio del pubblico, pur non rallentando la crescita della disciplina e dei suoi ricercatori.

Gli anni 1990 confermeranno la disillusione verso gli apparati pubblici, pur esaurendosi la spinta neoliberista. Ma ancora lanalisi delle politiche pubbliche non subisce alcun effetto negativo sia pure dovendo adattare il proprio paradigma. Listituzionalizzazione della policy analysis avviene in seguito alla diffusione delle think tank, alla professionalizzazione della scienza economica e allinadeguatezza dei policy makers tradizionali.

Fuori dagli USA lo sviluppo dei metodi di analisi razionali ha avuto una storia ben diversa perché caratterizzata da poca rilevanza politica e loggetto di analisi raramente è definito come politica pubblica. Non mancano tuttavia istituti e enti che favoriscono lo sviluppo della analisi razionale, come lOCSE, lUE e il Formez. LIRS di Milano è probabilmente listituto italiano che più si avvicina alle americane think tanks.

                                     

2. Risorse teoriche e metodologiche

Il contributo delleconomia per il decollo della policy analysis è fondamentale perché è la prima scienza sociale che si pone di trovare risposte rigorose ai propri interrogativi. LARP mutua dalleconomia due concetti fondamentali: la scarsità delle risorse e la necessità della scelta. Il problema della razionalità economica è quindi sostanzialmente interpretato come il "criterio della scelta".

Il concetto basilare che leconomia offre in proposito è lottimo paretiano. Tale concetto implica che gli individui sono i migliori giudici del loro personale benessere e che non sorgerebbero obiezioni laddove riescano ad aumentare il benessere senza danneggiare nessuno.

Un ulteriore contributo deriva dalleconomia del benessere e lega in un intreccio indissolubile lottimo paretiano allequilibrio competitivo, è il caso della concorrenza perfetta, che realizza lefficienza del mercato.

Tuttavia vi sono delle situazioni che possono raccogliersi sotto la definizione di "fallimenti del mercato", tali casi sono ad esempio: Le esternalità esiti che ricadono su altri, beni pubblici che sfuggono alla concorrenza perché caratterizzati da "non rivalità" e "non escludibilità", monopoli capacità di forzare i costi; anche le asimmetrie informative possono portare a esiti paretianamente inefficienti. Si possono menzionare anche gli squilibri distributivi impossibilità di far stare meglio qualcuno senza danneggiare qualcun altro anche se non sono propriamente fallimenti del mercato. Compito delleconomista è quindi lanalisi dei concreti meccanismi che governano la selezione delle alternative.

Una direzione diversa è invece seguita dagli economisti che hanno lavorato intorno al concetto di "benessere sociale": questo metodo, intrinsecamente democratico, realizza un ulteriore passo in avanti con la formulazione del concetto di" miglioramento paretiano potenziale” compensazione. In questa prospettiva si ritiene che se in un primo momento una parte dei cittadini policy takers è danneggiata per favorire laltra, in un secondo momento sarà ricompensata così da lasciare solo un segno positivo al processo complessivo.

In ultimo luogo, vi è l”analisi costi-benefici” o Acb che permette di valutare se una modificazione nellallocazione delle risorse è efficiente o meno.

Anche dalle scienze manageriali è giunto un apporto per lARP è il caso dello schema strategico per operare che è posto sui seguenti passaggi:

  • Verifica delle risorse disponibili;
  • Costruzione di un modello;
  • Selezione delle scelte più adeguate.
  • Delimitazione delle questioni da affrontare;

La teoria dei sistemi è un ulteriore strumento di cui dispone lARP. Esso riguarda lo studio di entità complesse mediante ricorso a modelli di tipo matematico. Nellanalisi delle politiche pubbliche, il concetto di sistemi permette di ricondurre a unità analitiche i processi che altrimenti rimarrebbero dispersi in un informe susseguirsi di eventi e informazioni.

Vi è poi il settore di ricerca definito public management che inizialmente presentava come linee guida lunità di comando, la piramide gerarchica e il corto raggio di controllo. Successivamente, in seguito alla svolta degli anni 1980, il new public management focalizza lattenzione su risorse finanziarie, organizzazione, e risorse umane.

Infine vi è l’ analisi delle decisioni che si distacca dal nucleo originario delleconomia del benessere per una più acuta consapevolezza della natura soggettiva degli elementi che stanno alla base delle scelte. Si realizzano così confronti tra esiti positivi e negativi sulla base della valutazione che gli attori stessi fanno. Questo approccio permette di scommettere su eventi futuri distinguendo fra tre tipi di condizione per la valutazione:

  • Condizione di certezza;
  • Condizione di incertezza.
  • Condizione di rischio;

La procedura comporta lindividuazione delle alternative possibili, lattribuzione a ciascuna di un valore, lassegnazione a ciascuna di una probabilità. Il concetto economico di valore attuale permette di ricondurre ad unica unità di misura le conseguenze che si verificano in tempi diversi. Lo strumento analitico più potente per lanalisi delle decisioni è lalbero decisionale.

Il problem solving e lintelligenza artificiale si inseriscono solo in parte in questa rassegna. Secondo questo campo di ricerca sono i problemi, o meglio, il modo in cui sono pensati e comunicati a condizionare lintero processo decisionale, compresa la definizione delle alternativa e la rassegna delle risorse.

                                     

3. Coordinate per la ricerca

Nonostante loriginaria dualità data sia dalla necessità di fare ordine ma anche dalla consapevolezza di un certo margine di errore propria dellARP, resta comunque qualcosa di diverso dalla mera applicazione delle teorie razionali al policy making. La ARP in primo luogo offre un arricchimento del dibattito verso lobbiettivo della soluzione migliore.

Il secondo importante contributo dellARP consiste nellindividuazione delle fasi e delle procedure attraverso cui deve essere affrontato un problema di policy:

  • Chiusura del ciclo dunque che fare?.
  • Valutazione ex post cosa si può dire col senno di poi?;
  • Raccolta delle informazioni se non si fa nulla? Variabili principali? Tempistica?;
  • Monitoraggio e valutazione in itinere procede come previsto?;
  • Comprensione del problema qual è? Comè? Da chi e/o cosa è manifestato?;
  • Valutazione ex ante vantaggi e svantaggi delle alternative?;
  • Individuazione delle finalità, degli obiettivi e delle alternative finalità generali? Obiettivi specifici? Alternative realistiche?;


                                     

4. Questioni in sospeso

LARP oggi è una disciplina accademicamente consolidata, questo però non la esonera da numerose critiche su piani diversi, le principali sono:

  • Linconsistenza scientifica, secondo alcuni autori infatti come Sartori e Panebianco, spesso lARP realizza valutazioni di natura ideologica che però spaccia per valutazioni scientifiche. Inoltre tale sistema contiene negative tracce di irrealismo e di potenziale antidemocraticità.
  • Linaffidabilità tecnica, dovuta a diversi limiti quali: 1 estrema semplificazione; 2 scarsa attenzione ai problemi di implementazione; 3 i costi dell”analisi dei costi”.
  • La vulnerabilità politica, dovuta a una certa tendenza verso la deriva tecnocratica oltre che alla difesa dello status quo, la sottovalutazione dei fallimenti del" pubblico” e lignoranza dei costi politici.
                                     
  • L analisi delle politiche pubbliche è un campo di studi multidisciplinare sviluppatosi all interno della scienza politica e fortemente contaminato da
  • 2001. Stella Theodoulou, Public Policy: The Essential Readings, 2005. Analisi delle politiche pubbliche Politica Valutazione delle politiche pubbliche
  • biblioteca specializzata. Milano Analisi delle politiche pubbliche Analisi razionale delle politiche pubbliche Pubblica amministrazione Gianfranco Miglio
  • reazione agli affondi subiti dall approccio razionale di analisi Analisi razionale delle politiche pubbliche Il termine inquiry riceve dignità scientifica
  • corruzione ispettivi sulla razionale organizzazione delle pubbliche amministrazioni e l ottimale utilizzazione del personale pubblico di vigilanza sull Agenzia
  • L opinione pubblica in democrazia. Ruolo, analisi prospettive, Milano, Mimesis, 2017, ISBN 978 - 88 - 575 - 4384 - 0. Mascia Ferri, La voce muta. Analisi dell opinione
  • 978 - 88 - 89160 - 62 - 6 Analisi fondamentale Altri progetti Wikimedia Commons Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su analisi tecnica Analisi tecnica, su
  • avesse il tempo di svolgere le opportune analisi Gran parte del supporto empirico al concetto di ignoranza razionale è stato tratto dagli studi sull apatia
  • Rappresentanza politica Scienze politiche Società italiana di scienza politica Storia delle dottrine politiche Modello massa - tecnica Modello delle sfere di
  • COM 2001 428, Bruxelles, 2011 Analisi delle politiche pubbliche Storia delle dottrine politiche Organizzazione delle Nazioni Unite Unione europea Federalismo
  • partiti politici si assicurano i fondi necessari a finanziare le proprie attività di definizione delle politiche pubbliche e di ricerca del pubblico consenso