Indietro

ⓘ Categoria:Divinità africane




                                               

Gu (divinità)

Unaltra versione del mito lo indica come colui che ha forgiato lumanità utilizzando gli escrementi degli dei.

                                               

Adroa

Adroa, divinità originale, aveva due aspetti, uno buono e uno malvagio: dopo aver creato il cielo e la Terra, Adroa si divise letteralmente in due: la metà buona, alta e bianca, rimase in cielo col nome di Adroa. La metà malvagia, tozza e color nero carbone, restò invece sulla terra e si trasformò nel malvagio Adro, dio della terra, che si dice appaia a chi sta per morire, restando invisibile per il resto del tempo, vivendo allinterno di un fiume. Adro generò da una fessura del suo corpo i malvagi Adroanzi, guardiani dei morti, che abitano nei fiumi e provocano la morte a chi li scorge.

                                               

Leza (divinità)

Leza nella mitologia delle popolazioni di lingua bantu, è il dio del cielo. Sua caratteristica è il fatto di non interessarsi alla sorte degli esseri umani.

                                               

Kaang

Divinità antica e invisibile vive una volta sulla terra poi nel cielo, tutti i suoi poteri derivano da un dente. Creatore di ogni cosa fra cui gli esseri umani combatté con giganti e spiriti malefici prima di lasciare il luogo dove vivevano gli esseri che gli mancarono di rispetto. I suoi figli rimasero sulla terra, manifesta il proprio volere negli animali come la mantide religiosa e il bruco ma anche con i fenomeni naturali. Viene contrapposto a Gawama, la divinità che odia il creato.

                                               

Chuku

Si tratta di una divinità suprema e benigna. Creatore del paradiso. Egli inviò un messaggero, un cane, che doveva avvisare gli uomini del rituale necessario per risorgere prima occorreva deporre a terra il corpo in seguito bastava cospargerlo di cenere ma per la stanchezza non giunse a destinazione, allora la divinità inviò una pecora ma allatto del esporre il messaggio fece un errore fondamentale: disse che il cadavere doveva essere bruciato, questa fu la nascita della morte.

                                               

Mawu-Liza

Si tratta del dio creatore, padre di tutti gli dei, luniverso fu una sua creazione. Per completare la creazione degli esseri viventi e delle cose si avvalse dellaiuto di suo figlio Gu e forse fra ciò che creò vi era anche luomo. È padre anche di Agbe-Naete che sono una coppia di gemelli, un maschio Agbe ed una femmina Naete. Venne aiutato dal serpente cosmico Da che trasforma la sua volontà in atti.

                                               

Katonda

Nella mitologia del popolo africano Baganda, Katonda è il dio creatore, padre delle altre divinità. Assume nomi e forme diverse a seconda delle funzioni che svolge: Kagingo, Lugaba, Namuginga. È il giudice supremo della vita degli uomini, e interviene nella storia dellumanità per mezzo dei suoi spiriti, i balubaale, che controllano ogni fenomeno terrestre. Un giorno Katonda diede a Kintu un vaso da controllare ma questi non ubbidì e così vennero create la morte, le sofferenze le malattie.

                                     

ⓘ Divinità africane

  • Questa categoria raccoglie le voci che trattano l argomento: Orisha.
                                               

Deng

Divinità del cielo dove si trova la sua dimora. Comanda la pioggia e con essa controlla raccolti e la fertilità del bestiame. Usa le folgori come Zeus, con le quali fa salire nel cielo chi colpisce. Si narra di lui anche in occasione di Abuk, una donna che lo offese pestando più grano di quanto le fosse permesso, questo causò nella divinità del risentimento che costò alla gente la fatica del lavoro.

                                               

Kwoth

Divinità che creò luniverso le cose le sorveglia, anche se agisce secondo il suo volere si dimostra per lo più benigna. Non ha un corpo fisico e viaggia in continuazione.

Jok
                                               

Jok

Si tratta della divinità creatrice delle cose e degli esseri, a lui si deve la pioggia. Il termine djok gli spiriti che vivono sulla terra sotto sembianze di serpenti e pietre si dice che derivi da lui.

                                               

Kalumba

Divinità della creazione il suo nome è legato anche alla nascita della morte: vi erano la vita e la morte che viaggiavano sullo stesso sentiero, Kalumba misa a protezione di quel sentiero un cane ed una capra, esse non dovevano permettere alla morte di proseguire, ma entrambi gli animali si distrassero al momento fatidico facendo passare la morte. La capra poi fermò la vita pensando che fosse la morte.

                                               

Ajok

Ajok è la divinità principale maschile della popolazione Lotuko del Sudan. Se è oggetto di sacrifici resta benevolo e felice. È il Dio della pioggia e della resurrezione, ha il potere di resuscitare i morti, ma non esercita il suo potere perché ritiene che gli uomini, che per lui sono ingrati, non meritano di essere aiutati per questo.