Indietro

ⓘ Chariteo




                                     

ⓘ Chariteo

Benedetto Gareth, o Benet Garret, detto il Chariteo, è stato un poeta, oratore, letterato e musicista spagnolo naturalizzato italiano, di origine catalana.

                                     

1. Biografia

Nacque a Barcellona nel 1450 e si trasferì a Napoli al seguito di Alfonso I tra il 1467 e il 1468.

Nella città italiana venne a contatto con raffinati poeti come il Sannazaro e il Pontano e dagli accademici pontaniani ebbe il soprannome di Chariteo che vuol dire "figlio delle Grazie" per le sue numerose doti come quelle di oratore, di letterato colto e di musicista.

Nel 1486 fu nominato conservatore del Regio sigillo grande e nel 1495 sostituì il Pontano nella carica di segretario di Stato di Ferdinando II detto il Ferrandino.

Durante loccupazione di Carlo VIII, che durò dal febbraio al luglio 1495, Ferrandino venne mandato in esilio e il Chariteo lo seguì.

Nel 1501, quando lattacco di Luigi XII fece cadere la dinastia aragonese, egli lasciò unaltra volta la città di Napoli e si trasferì a Roma dove trovò protezione sotto Agostino Chigi ed entrò a far parte del circolo letterario di Angelo Colocci.

Nel 1503, quando i francesi vennero allontanati da Napoli e venne nominato re Ferdinando il Cattolico, egli poté ritornare a Napoli dove svolse i numerosi incarichi assegnatigli da Consalvo di Cordova, che era governatore del re.

Scrisse in questi anni un canzoniere Endymione in italiano sul modello petrarchesco, dedicato ad una donna di nome Luna, pubblicato a Napoli da Caneto nel 1506, oltre a due poemi in terza rima intitolati la Pascha le Metamorfosi, pubblicati nel 1509.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...