Indietro

ⓘ Il dio fumoso




                                     

ⓘ Il dio fumoso

Il dio fumoso è un romanzo fantastico scritto nel 1908 da Willis George Emerson.

Il romanzo si presenta sotto forma di un resoconto del viaggio di un marinaio norvegese, Olaf Jansen, allinterno della Terra - dove si troverebbe il mitico regno di Agarthi - attraverso un passaggio situato al Polo Nord.

Il romanzo di Emerson è considerato una delle prime fonti della credenza sulle civiltà sotterranee.

                                     

1. Trama

Secondo il resoconto Agarthi, illuminata da un "fumoso" sole centrale, era composta da una fitta rete di colonie ed abitata da uomini alti circa 4 metri. La capitale del regno era Kalapa, considerata come loriginario giardino dellEden.

Per alcuni anni Jansen visse ad Agarthi, successivamente ritornò in superficie e raccontò le sue incredibili avventure, tuttavia non fu creduto, anzi fu ritenuto folle e rinchiuso in manicomio per quasi trentanni. Molti anni dopo Emerson avrebbe incontrato il vecchio Jensen e raccolto le sue memorie.

                                     
  • illuminato da numerose candele, che simboleggiavano le stelle create da Dio In seguito, la tradizione si diffuse dalla Germania protestante anche in
  • custodiscono il segreto della magica polvere nera donato da Gond Wonderbringer, dio degli artefìci, quando giunse sull isola come avatar durante il Periodo
  • dumani. È prossima al termine latino fumus, sanscrito dhumah, lituano dumai fumoso greco thumos anima, cuore e thumiao fare fumare La relazione tra
  • Dio dal 537 al 1453 l edificio fu cattedrale ortodossa e sede del Patriarcato di Costantinopoli, a eccezione di un breve periodo tra il 1204 e il 1261
  • fotogenico. Uno, nessuno, centomila quotidiani, il non pensiero unico Rimane sullo sfondo un fumoso e poco delineato noi di sinistra, rimasto con
  • periodo fumoso dell alto Medioevo. Nel passaggio dei secoli tra la seconda consacrazione 1316 ed i sostanziali interventi di inizio Seicento il livello
  • completa del teatro, del vero teatro con scenari di cartapesta una bugia fumosa e degli stracci dorati, dovevo logicamente rifugiarmi nella commedia dell arte
  • Firenze, Bemporad, 1925. X, Il vecchio Dio Firenze, Bemporad, 1926. XI, La giara novella Firenze, Bemporad, 1927. XII, Il viaggio, Firenze, Bemporad
  • a Dio Egli guarda l uomo direttamente, e sotto il braccio protettivo di Dio Eva gira i suoi occhi di lato, con uno sguardo di ammirazione per il suo

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...