Indietro

ⓘ Operazione Marte




Operazione Marte
                                     

ⓘ Operazione Marte

La seconda offensiva di Ržev-Syčevka, denominata in codice operazione Marte, fu unoffensiva strategica iniziata dalle forze sovietiche contro il Gruppo darmate Centro della Wehrmacht durante la guerra sul Fronte orientale, nella seconda guerra mondiale.

La battaglia si svolse dal 25 novembre al 16 dicembre 1942 nel cosiddetto "saliente di Ržev" a ovest di Mosca quasi contemporaneamente alloperazione Urano sferrata dai sovietici nel settore di Stalingrado; loffensiva nel saliente si concluse con un importante successo difensivo dei tedeschi e con il fallimento dei piani sovietici.

                                     

1. Loffensiva

Loffensiva, strategicamente fallita, si trasformò in una serie di combattimenti particolarmente sanguinosi, specie per le truppe sovietiche; le forze tedesche, solidamente schierate a difesa dallabile generale Walther Model e dotate di cospicue riserve corazzate, riuscirono a contenere gli sfondamenti iniziali delle unità meccanizzate sovietiche e, favoriti anche dal maltempo e dallimpraticabilità delle strade che rallentò lavanzata, contrattaccarono con successo, accerchiando numerose formazioni nemiche e infliggendo perdite particolarmente pesanti allArmata Rossa.

Storicamente, lOperazione Marte, costituisce parte delle cosiddette "battaglie di Ržev", che avvennero presso Ržev, Sychevka e Vjazma dal gennaio 1942 al marzo 1943. Le battaglie divennero conosciute come massacro di Ržev Ржевская мясорубка per lalto numero di perdite e per i sostanziali e ripetuti fallimenti strategici sovietici.

Loperazione Marte venne condotta delle forze dei due fronti sovietici Occidentale generale Purkaev e di Kalinin generale Ivan Konev, coordinati dal vice-comandante supremo, generale Georgij Žukov. Molti dettagli delloffensiva sono ancora oggi solo parzialmente conosciuti.

Nel 1999 lo storico statunitense David Glantz, in una delle sue opere più famose e controverse, ha sostenuto che loffensiva nei progetti dello Stavka era altrettanto, se non più, importante della simultanea Operazione Urano sul fronte di Stalingrado, e che la sua minimizzazione da parte della storiografia sovietica in attacco di diversione per sostenere loperazione a Stalingrado fu un espediente propagandistico per mascherare il suo completo fallimento.

In realtà già allepoca dei fatti sembra che Stalin considerasse loperazione Marte principalmente unoffensiva di diversione per attirare le riserve tedesche e favorire la riuscita delloperazione Urano; nel messaggio riservato inviato dal dittatore sovietico al presidente Franklin Roosevelt il 28 novembre 1942 Stalin scrisse che "nel settore di Stalingrado" i sovietici avevano ottenuto "qualche successo" e che era stato deciso di "iniziare operazioni sul fronte centrale per impedire allavversario di trasferire le proprie forze a sud".