Indietro

ⓘ Burn-in




Burn-in
                                     

ⓘ Burn-in

Burn-in è il processo al quale sono sottoposti i componenti di un sistema prima di essere messi in servizio.

Lintenzione è di individuare quei particolari componenti che si guasterebbero a seguito della cosiddetta mortalità infantile, ovvero, durante la parte iniziale, ad alto tasso di guasto, della curva a vasca da bagno relativa allaffidabilità dei componenti. Se il periodo di burn-in è sufficientemente lungo, si può ritenere in modo affidabile che, una volta completato, il sistema ad esso sottoposto sia quasi totalmente privo di ulteriori guasti iniziali.

La condizione più importante perché il burn-in sia efficace, è che il tasso di guasto segua una curva a vasca da bagno, ovvero, che ci siano un numero notevole di guasti iniziali, con un tasso di guasto in discesa dopo il periodo iniziale stesso. Producendo stress in tutti i dispositivi per un certo lasso tempo, i dispositivi con il tasso di guasto più alto saranno i primi a guastarsi, e potranno essere eliminati dalla popolazione. I dispositivi che sopravvivono allo stress applicato, avranno una posizione più avanzata nella curva a vasca da bagno avranno un tasso di guasto più basso.

Pertanto, applicando il burn-in, i guasti del sistema nella fase iniziale dellutilizzo possono essere evitati, al costo compromesso di un ridotto tempo di utilizzo, a causa della durata temporale del processo di burn-in stesso.

Quando lequivalente dello stress, in termini di vita utile, è esteso alla parte crescente della curva di tasso di guasto a vasca da bagno, leffetto del burn-in è la riduzione della vita utile del prodotto. In una produzione stabile, non è facile determinare se vi sia una diminuzione del tasso di guasto. Per determinare la distribuzione del tempo di guasto per una bassa percentuale della produzione, si dovrebbero distruggere un gran numero di dispositivi.

Perciò, quando possibile, è meglio eliminare la causa a monte dei guasti iniziali, rispetto alleseguire un burn-in. Per questo motivo, un processo che usa inizialmente un burn-in dovrebbe, alla fine, escluderlo, nel momento in cui le varie cause di guasto vengono man mano identificate ed eliminate.

Per i componenti elettronici, il burn-in è spesso condotto a temperatura elevata, e a volte a tensione elevata. Questo processo può anche essere chiamato heat soaking. I componenti potrebbero essere sotto una forma di test continuativo, o semplicemente verificati alla fine del periodo di burn-in.

Cè un altro uso del termine, da parte di alcuni audiofili, che lasciano i loro nuovi apparecchi audio accesi per molti giorni o settimane consecutivi, per fare in modo che i componenti raggiungano le migliori prestazioni. Comunque, il dibattito è aperto, a proposito dei possibili benefici di questa modalità di utilizzo.