Indietro

ⓘ Real spagnolo




Real spagnolo
                                     

ⓘ Real spagnolo

Il real de vellón, ora chiamato solo real, fu adottato come unità monetaria di base dalla Spagna al momento della decimalizzazione nel 1850. Inizialmente cera, come frazione, la decima de real 1/10 di real. In seguito fu introdotto il céntimo de real 1/100 di real. Il real sostituì la peseta catalana nel 1850 con un tasso di 1 peseta = 4 real.

Nel 1864 il real fu sostituito da un nuovo escudo dal valore di 10 real perciò non equivalente allo escudo precedente. Questo secondo escudo fu a sua volta sostituito nel 1868 dalla peseta con un tasso di 1 peseta = 0.4 escudo = 4 real. In conseguenza il termine real sopravvisse indicando un quarto di peseta.

                                     

1.1. Monete Predecimali

Nel XVIII secolo furono emesse monete di rame da 1, 2, 4 e 8 maravedí, in argento da ½, 1, 2, 4 e 8 reales ed in oro da ½, 1, 2, 4 e 8 escudo. La moneta dargento da 8 reales era conosciuta come dollaro spagnolo o peso il famoso "pezzo da otto". I pezzi da otto coniati tra il 1732 ed il 1773 sono spesso chiamati columnarios. Le varietà con il ritratto coniate dal 1772 ed in seguito sono chiamati dollari spagnoli o dollari delle Colonne. Esiste anche una moneta nota come peso sencillo peso semplice da 6 reales.

Dal 1808 furono emesse monete dai valori di 1, 2, 4, 10, 20, 80, 160 e 320 reales de vellón. Le moneta di maggior valore da 10 real de vellón in su erano equivalenti ai 4 e 8 real de plata fuerte ed ai 2, 4 e 8 escudo.

                                     

1.2. Monete Decimali

Furono emesse monete di rame da ½, 1 e 2 decima de real e da ½ real, assieme a monete dargento da 1, 2, 4, 10 e 20 reales e a quelle doro da 20, 40 e 100 reales. Queste monete furono introdotte nel periodo 1850 -1853. Nel 1854 furono introdotte monete di rame da 5, 10 e 25 céntimos de reales.