Indietro

ⓘ Pierre Ceyrac




Pierre Ceyrac
                                     

ⓘ Pierre Ceyrac

Padre Pierre Ceyrac, conosciuto come Père Ceyrac, è stato un gesuita e missionario francese, conosciuto per le sue operazioni umanitarie in India.

                                     

1. Biografia

Nato in una famiglia borghese di Corrèze suo fratello François Ceyrac sarà presidente del CNPF negli anni ottanta, il giovane Pierre è stato attratto dalla vita religiosa fin dallinfanzia.

Nel 1936, alletà di 22 anni, allora giovane studente gesuita, decise di partire come missionario in India, paese al quale ha dedicato più di 60 anni della sua vita.

Nel 1945, dopo essere stato ordinato sacerdote diventò responsabile dellassociazione degli studenti cattolici dellIndia AICUF; ma, quasi subito, si accorse che lo stato di miseria che vedeva attorno a sé necessitava di azioni più concrete. Dopo un incontro con Gandhi nel 1946, Ceyrac iniziò a denunciare il sistema delle caste e decise di impegnarsi con i più poveri i paria.

                                     

2. Azioni

Radunata attorno a sé una rete di studenti, ha avviato la costruzione di alloggi per i senzatetto e i lebbrosi.

Poi ha avviato la realizzazione di migliaia di pozzi in India meridionale ed ha creato un modello di azienda agricola a Manamadurai, nel Tamil Nadu, per mostrare come fertilizzare i terreni incolti. Sono oltre 250 000 le persone che beneficiano di tali strutture.

Dopo un incontro con Madre Teresa, ha iniziato a dirigere le proprie energie verso la cura degli orfani. Ha diretto fino ad ora diversi orfanotrofi aventi più di 30.000 bambini, insieme a diversi programmi di aiuto verso i prigionieri, i poliomielitici e gli Paria.

Dal 1980 al 1993, è stato inviato insieme ad un gruppo di volontari del Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati in Thailandia per soccorrere i migliaia di rifugiati cambogiani fuggiti dal regime di Pol Pot.

Poi è tornato a Chennai ex Madras, dove, alletà di 94 anni, continua a lavorare dando aiuto ai bambini orfani e alle vittime dello Tsunami.

                                     

3. Onorificenze

Nel 2003 il presidente francese Chirac gli ha consegnato il premio dellAcadémie Universelle des Cultures, definendolo unicona dellumanitarismo mondiale al pari di madre Teresa e di san Vincenzo de Paoli.