Indietro

ⓘ Economia neoclassica




                                     

ⓘ Economia neoclassica

In economia con la locuzione economia neoclassica ci si riferisce ad un approccio generale alla disciplina economica basato sulla determinazione di prezzi, produzione e reddito attraverso il modello di domanda e offerta.

La scuola di economia neoclassica è convenzionalmente fatta partire dagli anni 1871-1874, quando vennero pubblicate le prime opere sistematiche di William Stanley Jevons, Carl Menger e Léon Walras. Il nuovo modello denominato marginalismo si contrappone sia allo sviluppo marxista del pensiero degli economisti classici sia alla scuola storica tedesca delleconomia.

                                     

1. Principi della teoria neoclassica

Gli individui, secondo la teoria neoclassica, massimizzano una funzione di utilità vincolata dal reddito, le imprese massimizzano i profitti essendo vincolate dalle informazioni e dai fattori della produzione. La teoria economica prevalente, almeno per quel che riguarda la microeconomia, si rifà alle ipotesi neoclassiche. La scuola neoclassica è spesso chiamata scuola marginalista.

                                     

2. Predominio dellapproccio neoclassico

La teoria economica neoclassica copre larea oggi denominata microeconomia, e assieme alleconomia keynesiana costituisce la sintesi neoclassica che è dominante nella teoria economica attualmente insegnata nelle università. Ciò nonostante ci sono economisti contemporanei che hanno espresso critiche nei confronti del modello neoclassico, talvolta producendo formulazione aggiornate del modello stesso, e talvolta rifacendosi a modelli diversi.

                                     

3. Principali economisti neoclassici

Alcuni fra i principali economisti neoclassici sono:

  • Alfred Marshall, con i "Principi di economia"
  • Maffeo Pantaleoni
  • Arthur Cecil Pigou
  • Jacob Viner
  • Vilfredo Pareto
  • William Stanley Jevons, con "La teoria delleconomia politica"
  • John Bates Clark
  • Francis Ysidro Edgeworth
  • Antonio De Viti De Marco
  • Léon Walras, con gli "Elementi di economia politica pura"
  • Enrico Barone
  • Irving Fisher
  • Carl Menger, con i "Principi di economia politica"
                                     
  • essere considerato come il fondatore della teoria neoclassica del consumatore economia neoclassica Le sue leggi del consumatore sono presentate nel
  • distingue sia dall approccio platonico positivista della moderna economia di scuola neoclassica ora dominante, sia dallo storicismo della scuola storica tedesca
  • nell alveo neoclassico secondo un approccio denominato sintesi neoclassica Milton Friedman 1912 - 2006 fu più radicale. Secondo la teoria neoclassica i prezzi
  • La nuova macroeconomia keynesiana NMK o nuova economia keynesiana NEK è una scuola di pensiero economica che, in risposta alle conclusioni della nuova
  • Si definisce economia verde in inglese green economy o più propriamente economia ecologica, un modello teorico di sviluppo economico che prende origine
  • Il termine economia mainstream si riferisce alle principali scuole di economia insegnate nelle più importanti università, oltre a essere usato per distinguere
  • In economia l utilità è la misura della felicità o soddisfazione individuale. Un bene è dunque utile se considerato idoneo a soddisfare una domanda. Secondo
  • del lavoro, in economia misura l incremento di prodotto dovuto ad un unità aggiuntiva di forza lavoro. Sia nell economia neoclassica sia nella teoria
  • il surplus economico dal lavoro senza contribuire affatto all economia L economia neoclassica introduce il concetto più generale di rendita economica per

Anche gli utenti hanno cercato:

marxismo e marginalismo, sintesi neoclassica, teoria classica e neoclassica, teoria neoclassica macroeconomia,

...
...
...