Indietro

ⓘ Organizzazione della cooperazione centro-asiatica




Organizzazione della cooperazione centro-asiatica
                                     

ⓘ Organizzazione della cooperazione centro-asiatica

L Organizzazione della cooperazione centro-asiatica è unorganizzazione internazionale, chiamata così dopo il 2002, fondata nel 1991 per raggruppare alcuni paesi della Comunità degli Stati Indipendenti ed eventualmente quelli dellarea dellAsia centrale, al fine di rinforzare lintegrazione economica nella regione.

                                     

1. Storia

Nel 1991 alcuni membri della Comunità degli Stati Indipendenti, Kazakistan, Kirghizistan, Uzbekistan, Tagikistan e Turkmenistan, formarono lorganizzazione come Comunità centro-asiatica. Continuò dal 1994 sotto il nome di Unione economica centro-asiatica o CAEU Central Asian Economic Union dopo il ritiro del Turkmenistan e lauto-sospensione del Tagikistan. Nel 1998 fu rinominata Cooperazione economica centro-asiatica in seguito ai negoziarti con i quali si permise il ritorno del Tagikistan. Il 28 febbraio 2002 fu nuovamente rinominata con la dicitura attuale e il 28 maggio 2004 fu ammessa la Russia.

Georgia, Turchia e Ucraina hanno lo status di osservatori.

Alla fine del 2005 fu deciso tra gli stati membri che lUzbekistan potrà entrare nella Comunità economica eurasiatica Eurasian Economic Community, EurAsEC e che le due organizzazioni saranno unite; ma la questione sullo status degli osservatori che non sono membri della Comunità economica eurasiatica non è ancora regolata (specialmente la Georgia e la Turchia; questultimo punta peraltro alladesione allUnione europea, un obiettivo poco compatibile con quelli degli altri membri che vogliono un contrappeso economico tra la forte Unione Europea ad ovest e la crescente ASEAN ad est.

La persistenza dellorganizzazione resta incerta, in quanto lessenziale delle sue attribuzioni sono state trasferite allEurAsEC dopo il 2006.

                                     

2. Realizzazione e prospettive

Gli stati partecipanti alla Cooperazione economica centro-asiatica hanno determinato unarea nella quale la cooperazione regionale dovrebbe puntare principalmente allo sviluppo come cooperazione commerciale, alla creazione di un mercato unico per la produzione agricola, alla cooperazione industriale, alla creazione di un sistema unico di trasporti e comunicazione e ad unarea di risorse di energia combustibile. Sfortunatamente, eccetto per i miglioramenti nellarmonizzazione delle tasse, nella parziale eliminazione della doppia tassazione e nella creazione di una banca interstatale di cooperazione e sviluppo, i passi presi dentro la struttura sono state relativamente un insuccesso. In effetti, le numerose risoluzioni prese, sono state seguite raramente da una fase di attuazione. Uno degli scopi della creazione dellorganizzazione nel 2002 fu il miglioramento della sua efficacia, così da distinguerlo dal suo predecessore. Durante lincontro dellorganizzazione nel luglio del 2003, il presidente del Kazakistan ha chiesto in nome dellorganizzazione aiuto alle IFI nella formulazione delle strategie così da risolvere le maggiori questioni della regione. Per quanto riguarda il mercato, gli stati membri hanno proposto recentemente la creazione di un singolo mercato nella regione, grazie alla strategia" stage by stage”, e la creazione di ununione doganale nel giro di 15 anni. La recente integrazione della Russia nellaccordo cambierà molto probabilmente il centro di gravità dellorganizzazione, infatti la sua entrata ha messo a rischio la realizzazione dellunione doganale in ragione del suo peso che porterà un nuovo schiacciamento degli altri paesi; daltronde lorganizzazione voleva rafforzare i legami tra i paesi centro-asiatici indipendenti dalla Russia, dalla quale si erano separati, oggi gli obiettivi sono molto più moderati. Il principale è quello per il miglioramento della stabilità e sicurezza della regione, come base per ulteriori miglioramenti nella situazione economica della regione.

                                     

3. Membri

  • Kirghizistan 1991
  • Tagikistan 1991, autosospeso 1994-1998
  • Uzbekistan 1991
  • Membri attuali
  • Kazakistan 1991
  • Russia 2004
  • Osservatori
  • Georgia
  • Ucraina
  • Turchia
  • Ex membri
  • Turkmenistan 1991, uscito 1994
                                     

4. Struttura

Gli organi stabiliti per la Cooperazione economica centro-asiatica nel luglio 1994 furono mantenute, dopo la trasformazione, come organi dellOrganizzazione della cooperazione centro-asiatica. Queste strutture sono:

  • Consiglio esecutivo
  • Consiglio dei primi ministri
  • Banca Centro-Asiatica della cooperazione e sviluppo
  • Consiglio dei ministri per gli affari esteri
  • Consiglio interstatale
                                     

5. Obiettivi

Lo scopo della Cooperazione economica centro-asiatica fu limitato allincoraggiamento della cooperazione economica tra le quattro repubbliche centro-Asiatiche e la creazione di un singolo spazio economico. Nel febbraio del 2002 si decise di ampliare gli scopi dellorganizzazione stabilendo che fossero laccrescimento" dello sviluppo dellintegrazione economica della regione, il miglioramento delle forme e dei meccanismi di espansione delle relazioni politiche, sociali, scientifiche-tecniche, culturali ed educative” tra gli stati membri.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...