Indietro

ⓘ Giuseppe Tontodonati




                                     

ⓘ Giuseppe Tontodonati

Giuseppe Tontodonati nasce a Scafa PE il 2 febbraio 1917 da Ciriaco e Raffaella DAscenzo, quando la cittadina era ancora frazione del Comune di San Valentino in Abruzzo Citeriore. Ancora ragazzo, nel 1925 si trasferisce a Pescara dove ben presto entra in contatto con la realtà artistica locale sviluppando forti interessi per la Pittura e la Poesia prediligendo questultima vedi le poesie giovanili in Poesie inedite del 1993. Lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale lo vede partire per il fronte greco-albanese e dopo larmistizio, subisce la deportazione in Germania. Registrato presso lo Stammlager IV/B di Mühlberg-Elbe, verrà poi spostato prima a Torgau e poi a Piesteritz in un campo di concentramento/lavoro ove rimarrà, classificato come IMI Internati Militari Italiani fino al 45 anno del suo ritorno a Pescara.

Nel 1954 muore la sua prima moglie, la pittrice Isabella Ardente, chegli aveva sposato nel 1939, poco prima di partire per il fronte. Nel 55 si risposa con Gilda Tontodonati. Dal loro matrimonio nascono tre figli; Angelo, Raffaello e Gabriella.

Nel 1959, per motivi di lavoro, si trasferisce a Bologna, dove vivrà con la sua famiglia fino al 6 gennaio 1989, data della sua scomparsa, partecipando attivamente alla vita culturale della città. Sarà fondatore e Presidente del Centro Internazionale delle Arti CIDA, uno tra i principali centri di promozione culturale della città di Bologna attivo dal 1973 al 1985. Tra le tante manifestazioni, mostre darte e recitals di poesie, presso il CIDA nel dicembre 77-gennaio 78 si tiene, alla presenza del Sindaco di Bologna, Renato Zangheri, e del Sindaco di Valparaiso Cile in esilio, il Prof Sergio Vuskovic Rojo, la famosa "Mostra per il Cile" a sostegno del popolo cileno oppresso dalla dittatura di Pinochet, con la partecipazione di artisti di fama internazionale.

È proprio durante il periodo bolognese che Tontodonati comincia a scrivere versi in vernacolo abruzzese. Questa svolta, apparentemente controcorrente, lo porta a contatto con i massimi esponenti della cultura bolognese, il poeta Antonio Rinaldi, i fratelli Arcangeli, i giornalisti e scrittori Amedeo Ratta e Romeo Forni ed altri, che lo sproneranno a continuare su quella strada fino alla pubblicazione della sua opera prima, le Storie Paesane 1968, con prefazione del poeta Antonio Rinaldi. A partire da quella esperienza, e per oltre un ventennio, anche grazie allapporto di sua moglie Gilda 1926-2005, anchessa valida poetessa, Tontodonati continuerà a dedicarsi alla riscoperta e valorizzazione, delle tradizioni e della cultura abruzzese. Unico suo volume di poesie in lingua italiana sarà Rapsodia 1980.

Autore tra laltro anche di versi di canti popolari e di due brani di musica sacra, tutti musicati dal M° Giuseppe di Pasquale Padre Donato OFM, Tontodonati viene considerato dagli addetti ai lavori una delle principali figure della poesia dialettale abruzzese del secolo scorso, tanto che la Regione Abruzzo lo ha inserito nellelenco dei Personaggi Illustri della Regione Abruzzo. Nel 2011 il Consiglio Regionale raccoglie e pubblica tutti i versi scritti da Tontodonati con riferimento ai moti carbonari e al brigantaggio postunitario in Abruzzo. Il volume viene presentato allinterno delle manifestazioni per i 150° dellAnniversario dellUnità dItalia.

                                     

1. Opere

  • Canzoni abruzzesi/ con musiche del M° Giuseppe Di Pasquale, introduzione di Ottaviano Giannangeli e illustrazioni di Vito Giovannelli, Chieti, Solfanelli Editore, 1979;
  • Storie Paesane 2ª ed., prefazione di Italo Ghignone, Pescara, Ediz La Regione, 1979;
  • Dommusè. Ballata Abruzzese, prefazione di Giuseppe Rosato, illustrazioni di Michele Odoardi,Guido Galeotti e Mariantonietta Cacciagrano, Lanciano, Editrice Itinerari, 1974;
  • Sa Mmalindine, prefazione di Umberto Russo, fotografie di Carlo di Venanzio, Pescara, Ediz. La Regione, 1983;
  • Terra Lundane, prefazione di Italo Ghignone, Pescara, foto in copertina di Carlo Di Venanzio, Ediz. La Regione, 1980;
  • Canzoniere dAbruzzo. Sonetti ed altre rime, prefazione di Vittoriano Esposito, Pescara, Ediz. La Regione, 1986;
  • Inno a San Bernardino da Siena 1980 e Lauda a San Giovanni da Capestrano 1986 con musiche del M° Giuseppe Di Pasquale;
  • Le Scafe, Bologna, Ediz. Stile, 1976;
  • Rapsodia Il Guerriero di Capestrano, pref. di Italo Ghignone - copertina di Dino Zuffi, Pescara, Ediz. La Regione, 1982;
  • Storie paesane, prefazione di Antonio Rinaldi, disegni di Renzo Magnanini, Bologna, Ediz. Azzoguidi, 1968;
                                     

1.1. Opere Pubblicazioni postume di inediti

  • 10 Canti della Valpescara Musiche del M° Giuseppe di Pasquale, versi di Giuseppe Tontodonati musicassetta, illustrazione di Nestore Del Boccio, registrazione del Coro Valpescara diretto dal M° Giuseppe Di Pasquale, 1992;
  • Poesie inedite di Giuseppe Tontodonati, a cura di Vittoriano Esposito, edito dalla Regione Abruzzo, LAquila, 1993.
                                     

1.2. Opere Pubblicazioni tematiche postume tratte dal Canzoniere e da Poesie Inedite

  • Sam Biétre Céle Celestino V e lAbruzzo, a cura di Umberto Russo e Marcello M. de Giovanni, Rosciano PE, Ediz. Assoc. Culturale "La Panarda", 2007;
  • Vocabolarietto delluso Abruzzese. Koinè dialettale pescarese, a cura e con introduzione di Marcello M. de Giovanni, Ediz. Comune di Scafa, copertina di Pietro Cascella, 2004;
  • Recurde Pescarise/ Le poesie in vernacolo di Giuseppe Tontodonati dedicate alla città di Pescara, illustrazioni del M° Mimmo Sarchiapone, prefazione di Daniela DAlimonte, Ortona, Ediz. Menabò, 2019.
  • Da Lu Piccule Resurgemende a Porta Pije. LAbruzzo dai moti carbonari allUnità dItalia fino a brigantaggio post-unitario, introduzione di Enzo Fimiani, commento di Giuseppe Parisio, Consiglio Regionale della Regione Abruzzo, 2011;

Saggi su Giuseppe Tontodonati

  • Martina DAmbrosio a cura di, Terra Lundane. Rileggendo il Canzoniere di Giuseppe Tontodonati, con testi di Francesco Avolio, Giovanni Agresti e Antonio Saia, Borsa di Ricerca Univ. di Teramo sulla figura di Giuseppe Tontodonati in occasione del Centenario della nascita, Pescara, Ediz Carsa, 2018.
  • AA.VV., La Regione/ Rassegna di vita abruzzese/ Numero monografico dedicato a Giuseppe Tontodonati, anno XXVI, nov- 1989 Martinelli, Sergio Masciarelli, Gilda Tontodonati, Pietro Boccabella; illustraz. di Nestore Del Boccio)

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...