Indietro

ⓘ Mahāsāṃghika




Mahāsāmghika
                                     

ⓘ Mahāsāmghika

Mahāsāmghika è stata una delle più importanti scuole del Buddhismo dei Nikāya.

Lorigine della scuola Mahāsāmghika è incerta e dibattuta. Secondo certi autori avrebbe avuto origine nella metà del Ⅳ secolo a.C. quando la comunità buddhista sangha, fino a quel momento unita, si scisse in due primi grandi tronconi: la scuola Mahāsāmghika grande comunità e la scuola Sthaviravāda gli anziani. Tale scissione non è riportata in nessun Canone buddhista ma nella cronaca singalese del Dīpavamsa. Fino agli anni 80 circa del ⅩⅩ secolo la maggioranza degli studiosi riconosceva come storicamente corretta la ricostruzione degli eventi riportata in questo testo, secondo il quale questa divisione monastica avvenne quando la maggioranza della comunità buddhista i Mahāsāmghika tentarono di rendere meno rigide le regole monastiche contenute nel vinaya. A tale richiesta avrebbero opposto un rifiuto i monaci più anziani della comunità, gli sthavira, da cui lo scisma sanscrito: sanghabedha tra le due scuole. Ma ad una più attenta lettura dei vinaya delle tradizioni coinvolte emerge quanto sia fragile questo resoconto. Scrive ad esempio il monaco e studioso Bhante Sujato che "tutti i Vinaya concordano che la disputa a Vesali si risolse senza uno scisma", a dimostrazione che le comunità del tempo concordavano su una condotta monastica valida per tutti. Anche il vinaya Mahāsāmghika risulta, infatti, essere piuttosto rigido. Invalidata la ricostruzione di questo testo, non cè oggi accordo sulle origini dello scisma. Addirittura cè chi sostiene che il vinaya autentico della comunità buddhista antica fosse proprio quello Mahāsāmghika e che questi si opposero ad un suo successivo irrigidimento da parte di una minoranza dei monaci, gli Sthaviravāda, nonostante la già riferita identità delle discipline monastiche delle scuole coinvolte nei fatti del concilio buddhista che sarebbe stato allorigine della divisione della comunità buddhista che dette origine ai Mahāsāmghika.

Dalla scuola Mahāsāmghika, e dalla sua scissione con la scuola degli sthavira, alcuni autori fanno risalire lorigine del Mahāyāna.

Paolo Taroni nella introduzione allopera di Icilio Vecchiotti 1930-2000 Storia del Buddhismo indiano, scrive

Così Luis O. Gòmez:

Secondo Nicoletta Celli:

Alcuni studiosi sono quindi portati a ritenere che lo scisma avvenne in seguito per altri motivi, probabilmente dottrinali, anche se, per autori come Paul Williams e Heinz Bechert"uno scisma non ha niente a che vedere con divergenze dottrinali, ma è il risultato di divergenze riguardanti la disciplina monastica".

La posizione dottrinale Mahāsāmghika si distingue da quella di origine Sthaviravāda per una minore attenzione allideale dell arhat e al fatto che per loro solo la prajñā saggezza può portare alleffettiva liberazione. Unulteriore dottrina Mahāsāmghika sembrerebbe consistere nel sostenere che le parole del Buddha Śākyamuni, riportate negli Āgama-Nikāya, necessitano di interpretazione sanscrito: nitartha. Ambedue queste dottrine, insieme alla credenza della molteplicità dei Buddha nelle varie direzioni, sembrano aver avuto uninfluenza sulla nascita del Mahāyāna. Va tuttavia considerato che tutte le scuole Mahāyāna hanno un vinaya di chiara derivazione Sthaviravāda. A Bāmiyān, grande centro di questa scuola insieme alla regione Gandhāra, sono stati rinvenute parti del Sutrapitaka e del vinaya Mahāsāmghika.

Da questa scuola emergeranno, nel corso dei secoli altre scuole, in particolare: i Lokottaravada autori del Mahavastu, i Caitikia, Gokulika e i Prajnaptivada. La scuola Mahāsāmghika scomparirà progressivamente, e già nel VII secolo i pellegrini cinesi Xuánzàng e Yìjìng ne riporteranno le divisioni e il declino.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...