Indietro

ⓘ Ongata Rongai




Ongata Rongai
                                     

ⓘ Ongata Rongai

Ongata Rongai è una città del Kenya situata nella contea di Kajiado, poco a sud di Nairobi, nella Rift Valley. Il nome, in lingua masai, significa pianoro stretto. Infatti, il nucleo originale della città è costruito su uno stretto altopiano che forma lultima propaggine dei pianori Kaputiei verso il massiccio delle colline Ngong.

                                     

1. Storia

Ongata Rongai è nata alla fine degli anni 1950 come villaggio di scavatori di pietra. I primi abitanti, di etnia Luo, costruirono un piccolo villaggio, Kisumu Ndogo, poco distante dalla strada che collega Nairobi al Lago Magadi. La pietra da costruzione veniva cavata poco più a sud, dove ora sorge il popoloso quartiere di Kware dallinglese quarry, "cava". Subito dopo la nascita del villaggio Luo, alcune famiglie Kikuyu, Kamba e Masai si stabilirono nella zona e dettero vita ad un piccolo centro commerciale, chiamato tuttora Rongai.

Negli anni novanta, la cittadina di Ongata Rongai è diventata meta preferita della classe media e alta che cercava nuove zone abitative vicine alla capitale. Ha conosciuto una sviluppo rapido, sebbene il settore dei servizi pubblici stenti a crescere alla stessa velocità. I servizi essenziali, quali le forniture dacqua e lassistenza medica, vengono assicurate da privati o dalle chiese. Lo stesso si può dire del settore dellistruzione, dominato da privati e gruppi religiosi.

                                     

2.1. Società Evoluzione demografica

Nei primi anni sessanta, Ongata Rongai contava circa 500 abitanti. Nel 1990 la popolazione era salita a 10.000, e oggi si stima una popolazione totale di circa 200.000 persone. Pur sorgendo su di un territorio considerato masai, la presenza di Masai a Ongata Rongai è minima; la maggioranza della popolazione è formata dalle etnie Kikuyu e Kamba, con importanti minoranze di Luo, Luya ed Embu popolo). Sono comunque rappresentati tutti i gruppi etnici del paese. A Ongata Rongai vivono anche un buon numero di stranieri: tanzaniani, ruandesi, burundesi, ugandesi, sudanesi, italiani, tedeschi e inglesi.

La maggioranza degli abitanti appartiene ai ceti medio alti. È comunque alta la presenza di poveri, molti dei quali vivono sotto il livello di povertà meno di un euro al giorno. A Ongata Rongai esistono tre baraccopoli. Bangladesh, la più povera, ospita un migliaio di abitanti. Kisumu Ndogo, che sorge sul sito del nucleo originario della città, ospita circa 500 abitanti. Kware continua ad essere la baraccopoli più grande. Va però detto che Kware si sta trasformando da baraccopoli a borgo di classe media. Molti degli abitanti più poveri hanno dovuto abbandonare il terreno che occupavano a favore di famiglie benestanti che, dopo aver riunito vari appezzamenti di terreno piccoli, costituiscono un nuovo lotto fabbricabile. Mentre nel 2000 Kware aveva circa 40.000 abitanti, per lo più persone dal basso reddito, ora gli abitanti sono cresciuti 60.000 circa ma anche il loro reddito medio è più che decuplicato.

                                     

2.2. Società Istituzioni, enti e associazioni

Il governo del Kenya è presente a Ongata Rongai con un ufficio di sub-chief vice capo. Il capo di tutta larea ha il suo ufficio principale nel centro abitato di Nkoroi, 5 km a sud del centro di Ongata Rongai e oramai diventato un sobborgo della città. La stazione di polizia è tra le più grandi del distretto, seconda solo a quella di Ngong. Lufficio postale è stato aperto nel 1999. Non esistono uffici governativi, che hanno sede a Kajiado.

A Ongata Rongai più di 120 chiese e sette di ispirazione cristiana hanno una o più sedi. La più rappresentata è la Chiesa cattolica 60.000 fedeli, presente con la parrocchia di Santa Maria, il centro medico di Fatima e attività sociali. La Chiesa Anglicana 3.000 fedeli ha due parrocchie e attività sociali. Le altre organizzazioni religiose sono di piccole dimensioni.

Ad Ongata Rongai hanno sede anche alcune importanti scuole: lUniversità Nazarene, di ispirazione cristiana fondamentalista, la scuola secondaria Olelaiser, di ispirazione metodista, e la scuola primaria elementari e media Saint Mary, cattolica, tra le prime cento del paese.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...