Indietro

ⓘ Savai'i




Savaii
                                     

ⓘ Savaii

Savaii è la principale isola di Samoa, formata da un grande vulcano a scudo basaltico che sale dal fondo marino delloceano Pacifico occidentale. Savaii è un vulcano attivo, che eruttò per lultima volta nel 1911. Lisola ha una superficie di 1.694 chilometri quadrati e nel 2006 possiedeva una popolazione di 43.142 abitanti. Nei primi anni del XIX secolo lisola è stata talvolta chiamata Pola.

"Archaeologia nelle Samoa" vi ha scoperto molti siti preistorici, tra i quali quelli di Vailoa e Sapapalii.

                                     

1. Geografia fisica

Savaii è unisola montagnosa, fertile e circondata da una barriere coralline. Lonely Planet descrive il paesaggio di Savaii come "un terreno tropicale spettacolare". Lisola ha un profilo gradualmente ascendente, raggiungendo unaltezza massima di 1858 metri sul monte Silisili, il picco più alto dellisola e di tutte le isole Samoa. Crateri vulcanici sulla zona montagnosa sono infilati attraverso la dorsale centrale dal villaggio di Tuasivi letteralmente, "spina dorsale" ad est verso Capo Mulinuu a ovest. I campi di lava presso il villaggio di Saleaula sulla costa centro-settentrionale sono il risultato di eruzioni vulcaniche dal monte Matavanu 1905–1911. La maggior parte della costiera è costituita da spiagge delimitate da palme e vi sono foreste pluviali, cascate, cave, laghetti di acqua dolce, soffioni e barriere coralline. Vi sono anche numerosi siti archeologici, che comprendono barricate, fortificazioni e piramidi, come Pulemelei Mound nel distretto di Palauli.

                                     

2. Savaii nella mitologia

Ricca in storia e tradizione, Savaii è menzionata in miti e leggende di tutto il Pacifico e si è meritata la denominazione di "culla della Polinesia".

La mitologia samoana racconta le storie di diverse divinità, tra cui quelle dei boschi, dei mari, della pioggia, del raccolto, dei villaggi e della guerra. Vi erano due tipologie di divintà: gli atua, i quali avevano origini non umane, e gli aitu, di origine umana. Tra questi ricordiamo Tagaloa, la divinità principale e responsabile della creazione delle isole e delle genti, e Mafuie, il dio dei terremoti. Vi era inoltre un gran numero di divinità della guerra. Nafanua, la dea guerriera venerata a Samoa, proviene dal villaggio di Falealupo nel campo occidentale dellisola di Savaii, località che veniva anche identificata con lingresso nel cosiddetto Pulotu, il mondo degli spiriti di cui Saviasiuleo, il padre di Nafanua, era la divinità protettrice. Unaltra leggenda narra due sorelle, Tilafaiga e Taema, portarono larte del tatuaggio a Samoa da Fiti. Tilafaiga era, tra laltro, la madre di Nafanua.

Le piscine dacqua dolce di Mata o le Alelo, tradotto come "gli occhi del demone", di cui si narra nel mito di Sina e lo Eeldi, è situata nei pressi del villaggio di Matavai sulla costa settentrionale dellisola, nel distretto di Safune. Un altro personaggio mitico è Tui Fiti, il quale risiede nel villaggio di Fagamalo nel distretto di Matanu lungo la costa centro settentrionale di Savaii; il villaggio di Falelima è invece associato con un temuto spirito divino chiamato Nifoloa.

Savaii è quindi conosciuta come l"anima di Samoa". Qui infatti il XX secolo ha avuto i risvolti sociali e culturali minori, e la permanenza del faa Samoa - il modo di fare samoano - è più significativa che sulle altre isole dellarcipelago.

                                     

3. Suddivisione amministrativa

Lisola è suddivisa in sei distretti:

  • Satupaitea
  • Vaisigano
  • Gagaifomauga
  • Gagaemauga
  • Faasaleleaga
  • Palauli

I centri abitati più importanti sono:

  • Puapua
  • Toga
  • Asau sede di aeroporto
  • Fagamalo
  • Falelima
  • Tuasivi
  • Salelologa
  • Salailua
  • Falealupo