Indietro

ⓘ Private label




Private label
                                     

ⓘ Private label

Le private label o marche private, sono prodotti o servizi solitamente realizzati o forniti da società terze e venduti con il marchio della società che vende/offre il prodotto/servizio. Nel passato erano anche chiamati "white label" in quanto la marca offerta da Sainsburys era appunto unetichetta bianca su cui era scritto il semplice nome del prodotto.

Questa tipologia di prodotti, non avendo la componente del costo di marketing tipico dellindustria di marca, permette al distributore di incassare margini più alti, rispetto agli analoghi prodotti di marca, e al consumatore di portare a casa un prodotto di qualità assimilabile a quella di marca a costi più contenuti. Molto spesso la fabbricazione dei prodotti è affidata a produttori di fiducia allo scopo di sviluppare le autonomie industriali locali e, inoltre, permettono di saltare lanello del grossista, determinando prezzi concorrenziali di vendita.

La marca privata, se sfruttata correttamente, è una leva di marketing in più nelle mani del distributore. Con essa si può rafforzare agli occhi del consumatore limmagine dellinsegna, della sua convenienza e/o della sua qualità.

Le private label possono nascere sia nellambito della Grande Distribuzione GD, favorendo produzioni a marchio di una catena Coop, Carrefour ecc. sia nellambito della Distribuzione Organizzata DO, favorendo produzioni a marchio di un gruppo dacquisto Despar, Gruppo VéGé ecc. Ovviamente tutti questi prodotti possono essere smerciati unicamente nella catena o nel gruppo dacquisto di cui al marchio, portando anche ad una sorta di esclusività del punto vendita.

                                     

1. Tipologie di marca privata

Ad oggi, sono principalmente quattro le tipologie di private label:

  • Marca Insegna ovvero prodotti con il marchio dellinsegna commerciale con un prezzo in media inferiore del 25% rispetto alla marca leader. Nelle aziende della DO, che hanno insegne diverse a livello locale, vengono utilizzati marchi ombrello come Consilia per il Gruppo Sun, Selex per il gruppo Selex, Primia per il gruppo Agorà, Delizie per il gruppo Interdis.
  • Primi Prezzi ovvero i prodotti con il minor prezzo nella categoria, con prezzi inferiori di oltre il 50% rispetto alla marca leader, a volte con un nome di fantasia che non richiama nel logo o nei colori quello dellinsegna. Ad esempio Eco+ portato in dote a Conad dal partner francese Leclerc, Fidel di Esselunga, 1 di Carrefour, i prodotti con limmagine dell"euro nel salvadanaio" di Coop.
  • Premium ovvero prodotti con un prezzo maggiore di quello della marca leader anche il 30% in più caratterizzati da alta qualità. In Italia sono spesso declinati su gamme di prodotti tipici italiani come Sapori e Dintorni di Conad, Terre dItalia di Carrefour, Il Viaggiator Goloso di Iper-Unes, "Fior Fiore" di Coop Italia e "Esselunga top" di Esselunga.
  • Altre ovvero le marche private che non rientrano nelle precedenti e sono linee dedicate a prodotti biologici, equo e solidali, per bambini. Alcuni esempi possono essere Rik & Rok di Auchan, Naturama di Esselunga, Fairglobe di Lidl, Solidal "Viviverde" "Bio-logici" "Eco-logici" "Crescendo" di Coop.

I prodotti Private label sono quindi presenti in diversi settori: alimentari, cura della casa, cura della persona, fai da te, elettrodomestici, ma anche prodotti finanziari, assicurativi e carburanti.

                                     

2. Quota di mercato

In Italia, i prodotti PL non hanno ancora raggiunto una quota di mercato paragonabile ad altri paesi europei perché da noi la vendita dei prodotti di marca ha livelli più elevati. Ma dopo londata di recessione, secondo le rilevazioni Nielsen, nei primi 10 mesi del 2008, la quota di mercato dei prodotti Private Label è passata al 14.6%, contro il 13.4% del 2007, considerando il formato di Ipermercati, Supermercati e Libero Servizio. Nel Regno Unito la quota raggiunge ben il 44.6%, in Spagna il 32%, in Germania il 29.9%, ma sicuramente la struttura distributiva di questi paesi è molto diversa da quella del nostro, ancora fatto da piccoli gruppi molto frammentati, rendite di posizione e catene locali.

                                     
  • Una rete virtuale privata tradotto dall inglese in lingua italiana letteralmente: Virtual Private Network, acronimo: VPN nelle telecomunicazioni, è
  • dapprima in Francia e in seguito in Medio Oriente. Producendo anche per le private label la sua pasta arriva nei supermercati degli Stati Uniti, Canada e Corea
  • Refresco acquisisce Spumador rafforzando la leadership nella produzione di Private Label in Europa Chinotto bevanda Sito ufficiale, su spumador.com.
  • Francia. Nel 2011 R R rileva Pilpa, altro produttore francese, e la private label tedesca Durigon sempre nello stesso anno, stringe un accordo con Mondelez
  • Motta Pharbenia di Bayer Buitoni International per Nestlé di Vevey Private label gruppo PAM Brand Architecture gruppo Fiorucci Barilla - Pack celebrativo
  • una breve carriera solista, nel 1984 fondò la Private Music, che divenne poi una delle più importanti label nell ambito della musica new age. Peter Baumann
  • alcune implementazioni Class Persona Private nome As String Private cognome As String Private nascita As Date Private sex As Sesso Public ReadOnly Property
  • all Angola, dal Marocco alla Thailandia. Per il 60 l azienda opera con private label Arrighi Italpasta 1881 by Stefano Berruto Pasta Padana Aziende straniere
  • scaffali della Gdo Grande distribuzione organizzata un altro 10, 5 con private label Nel 2017, per festeggiare i 50 anni dalla nascita, nasce Fondazione

Anche gli utenti hanno cercato:

private label birra, white label esempi,

...
...
...