Indietro

ⓘ Stazioni ferroviarie della ferrovia Brescia-Iseo-Edolo




                                     

ⓘ Stazioni ferroviarie della ferrovia Brescia-Iseo-Edolo

La linea ferroviaria Brescia-Iseo-Edolo e la sua diramazione Bornato-Rovato è dotata di trentaquattro stazioni e fermate attive al servizio passeggeri.

La maggior parte di esse sono state concepite, progettate e costruite nelle diverse fasi della sua costruzione. Lubicazione degli scali risente quindi della politica ferroviaria di fine Ottocento di soddisfare ogni agglomerato urbano che fosse attraversato dalla strada ferrata.

                                     

1. Classificazione

Lattuale gestore, FerrovieNord, ha riorganizzato le stazioni classificandole in tre categorie sulla base del flusso passeggeri e dellinfrastruttura presente. Esse si possono quindi distinguere in:

  • fermate.
  • stazioni secondarie;
  • stazioni principali;

Della prima categoria appartengono le stazioni di testa, quindi Brescia ed Edolo, e quella di Iseo. La seconda categoria è composta da tutte le stazioni che possono essere utilizzate per gli incroci, mentre appartengono alla definizione di fermata tutte le altre. Gli scali di Bornato-Calino, Breno e Pisogne, pur essendo classificati come secondari, sono capolinea di alcune corse. Dal 15 giugno 2008 al 12 giugno 2010 anche Castegnato, pur essendo qualificata come fermata, è stata capolinea di un servizio regionale di ridotto percorso.

                                     

2. Architettura

Dal punto di vista architettonico, anche i fabbricati viaggiatori risentono dello stile e delle funzionalità che i progettisti impressero loro al momento della costruzione. Perseguendo il duplice scopo di ridurre i costi di progettazione e di servire meglio lutenza, gli edifici furono progettati in maniera sobria e razionale adottando criteri uniformi. Di conseguenza, la varietà stilistica e volumetrica degli edifici è frutto delle scelte progettuali dei costruttori originali, effettuate ragionando sulla situazione geografica ed economica del tempo.

Ad esclusione di quello della stazione di Brescia e della originaria stazione di Iseo-Porto, lo stile architettonico dei fabbricati si può distinguere in due insiemi:

  • quello delle fermate, le quali erano destinate al solo servizio viaggiatori.
  • quello delle stazioni secondarie, le quali erano destinati al movimento delle persone e delle merci;

Tutti gli edifici sono comunque caratterizzati da un corpo di fabbrica in muratura a pianta rettangolare dotato di due livelli fuori terra. Il primo piano era riservato allalloggio del personale, generalmente il capostazione o lassuntore, mentre il piano terra era destinato al servizio viaggiatori. I due livelli sono generalmente separati da una fascia marcapiano e sono distinguibili dallesterno grazie alluso di due colori diversi: larancio-mattone e il bianco-giallo. Nei pressi del corpo principale era ubicato il fabbricato cessi, tuttoggi presente in alcune stazioni.

                                     

2.1. Architettura Le stazioni secondarie

Ai fabbricati delle stazioni di tipo secondario furono applicate due tipologie stilistiche: di prima e di seconda classe. Fa eccezione la linea Brescia-Paderno e la dismessa Paderno-Monterotondo-Iseo: i costruttori previdero un unico modello di edificio, in grado di poter ospitare sia il movimento merci sia quello di persone.

Per quanto riguarda i fabbricati viaggiatori di prima classe, essi sono presenti nei quattro nodi storici della linea: Iseo, Pisogne, Breno ed Edolo. Il lato maggiore ha una lunghezza di 19.10 metri, mentre il lato minore è lungo 9.40 metri. Le aperture sono cinque, simmetriche su entrambi i fronti e per entrambi i livelli. Il primo piano è dotato di due appartamenti in cui alloggiavano il capostazione di prima classe e quello di seconda classe, mentre il piano terra originariamente era dotato di sale riservate al movimento, allattesa dei passeggeri di prima e seconda classe, al deposito bagagli e alla biglietteria. Per questo motivo sono presenti cinque ingressi dal lato ferrovia.

I fabbricati viaggiatori di seconda classe sono posizionati laddove i progettisti della SNFT programmarono la possibilità di dover far fronte ad un traffico merci di livello considerevole, ma non tale da poter giustificare un edificio dalle dimensioni previste dalla prima classe. Il lato maggiore, parallelo alla linea ferroviaria, era lungo 15.10 metri, mentre il lato minore era lungo 7.90 e il tetto era a quattro spioventi. Al primo piano, lappartamento era riservato allabitazione del capostazione o dellassuntore, mentre il piano terra era dotato di deposito, sala dattesa, biglietteria, sala movimento e quattro ingressi lato ferrovia.

Le stazioni della originaria Brescia-Iseo, invece, erano dotate di un fabbricato viaggiatori di diversa dimensione. Il tetto era a quattro spioventi mentre il lato maggiore era lungo 14 metri e quello minore era largo 10.90. Le aperture, simmetriche per entrambi i fronti e livelli, erano tre: al piano terra si trovavano lufficio movimento/biglietteria, la sala dattesa e il deposito bagagli. Originariamente, lesterno era ornato dalla presenza di mattoni a vista sia per la fascia marcapiano utilizzata per distinguere i due livelli sia per le incorniciature delle finestre. Al 2008, nellunica stazione ancora attiva, quella di Castegnato, tali ornamenti risultano intonacati e si presentano con una uniforme coloritura grigio chiaro.



                                     

2.2. Architettura Le fermate

Le fermate furono situate nei pressi di piccoli centri abitati laddove gli abitanti, in caso di loro mancanza, avrebbero dovuto sobbarcarsi una trasferta per recarsi alla più vicina stazione.

Esse si presentano in due stili diversi: quello delloriginaria Brescia-Iseo e quello della SNFT.

Nel primo caso ledificio è a pianta rettangolare, a due livelli fuori terra e con tetto a due spioventi. Le aperture su entrambi i lati maggiori sono tre, simmetriche per ogni fronte e livello. Il sottotetto è illuminato da due abbaini, posti sul lato minore. Questultimo è lungo 8.10 metri, mentre il lato maggiore, disposto parallelamente alla linea ferroviaria, è lungo 12.80. Il primo piano era abitazione dellassuntore o del capostazione, mentre al piano terra si trovava lufficio movimento con biglietteria, la sala dattesa e il deposito bagagli.

Le fermate costruite dalla SNFT sono più piccole della tipologia precedente. Il lato maggiore è lungo 12 metri, mentre il lato minore è lungo 5.90. Sul lato opposto a quello della ferrovia è presente un vano scala che collega lappartamento dellassuntore, ubicato al primo piano, con una sala al piano terra adibita a cucina. Il piano terra è dotato anche di sala dattesa e di un ambiente riservato allufficio movimento e alla biglietteria. Esiste una variante architettonica in cui ledificio si presenta unito ad un secondo corpo di fabbrica, ad un piano e dotato di ununica stanza, che nello sviluppo in altezza permette lesistenza di una terrazza, utilizzata dallappartamento del custode.

                                     

3.1. Elenco delle stazioni Tronco Brescia-Paderno-Bornato

Comprende le stazioni del vecchio tracciato della Brescia-Iseo ancora utilizzato Brescia-Paderno e quello che originariamente era il raccordo fra questa e la Iseo-Rovato. In ordine alfabetico, esse sono:

  • Passirano.
  • Borgo San Giovanni;
  • Castegnato;
  • Paderno;
  • Brescia;
                                     

3.2. Elenco delle stazioni Tronco Iseo-Bornato-Rovato

I convogli Trenord della Brescia-Iseo-Edolo sono instradati sulla Iseo-Bornato e fermano generalmente lungo le seguenti stazioni:

  • Bornato-Calino;
  • Borgonato-Adro;
  • Iseo;
  • Provaglio-Timoline.

Ad esse si aggiungono le seguenti stazioni attive del raccordo Bornato-Rovato:

  • Cazzago;
  • Rovato Borgo;
  • Rovato Città.
                                     

3.3. Elenco delle stazioni Scali merci

Per servire il trasporto combinato tra treni e chiatte erano presenti due imbarcaderi collegati alla linea ferroviaria, entrambi non più attivi:

  • imbarcadero di Iseo;
  • imbarcadero di Pisogne.

Nel corso della sua storia, limbarcadero di Iseo ha cambiato posizione. Fino al 1922, era ubicato dopo la stazione di testa della Brescia-Iseo, al termine dellattuale viale della Repubblica. Da quellanno, invece, fu posizionato tra le attuali via Per Rovato e via Airone.

                                     

3.4. Elenco delle stazioni Stazioni soppresse o dismesse

  • Borgonato Superiore;
  • Artogne-Gianico;
  • Niardo-Losine;
  • Passirano Superiore;
  • Erbanno-Angone;
  • Provaglio Superiore.
  • Mandolossa;
  • Iseo Porto;
                                     
  • Cremona, per Parma, oltre che della linea per Edolo di Ferrovienord. Risulta essere tra le principali stazioni ferroviarie della Lombardia per numero di passeggeri
  • Valcamonica - La Brescia - Iseo - Edolo e le sue diramazioni, in Mondo ferroviario vol. 67, gennaio 1992, pp. 6 - 73. Mario Bicchierai, Da Brescia a Edolo da SNFT a
  • Valcamonica - La Brescia - Iseo - Edolo e le sue diramazioni, in Mondo ferroviario vol. 67, gennaio 1992, pp. 6 - 73. Mario Bicchierai, Da Brescia a Edolo da SNFT a
  • immobiliare in evidenza Il territorio comunale è servito dalla ferrovia Brescia - Iseo - Edolo di proprietà regionale, gestita da Ferrovienord, mentre il servizio
  • La stazione di Cividate - Malegno è una stazione ferroviaria posta sulla linea Brescia - Iseo - Edolo Posta nel centro abitato di Cividate Camuno, serve anche
  • tranviarie interurbane di Parma, Cremona e Piacenza e le ferrovie Brescia - Iseo - Edolo Cremona - Iseo e Orbetello - Porto Santo Stefano. La società cessò l esercizio
  • Valcamonica - La Brescia - Iseo - Edolo e le sue diramazioni, in Mondo ferroviario vol. 67, gennaio 1992, pp. 6 - 73. Mario Bicchierai, Da Brescia a Edolo da SNFT a
  • la stazione posta sulla linea Brescia - Iseo - Edolo vedi Stazione di Marone - Zone. La stazione di Marone della Società Subalpina Imprese Ferroviarie SSIF
  • Il fabbricato viaggiatori, della tipica forma della fermata della Brescia - Iseo - Edolo è stato restaurato ed è sede della Polisportiva Sant Andrea di
  • La stazione di Passirano è una stazione ferroviaria della linea Brescia - Iseo - Edolo a servizio dell omonimo comune. È posta a meridione del centro abitato

Anche gli utenti hanno cercato:

horario del treno brescia edolo, linea brescia edolo fermate, orari pullman edolo brescia, orari treni brescia pisogne, orario treno da brescia a edolo,

...
...
...