Indietro

ⓘ Zhi neng




                                     

ⓘ Zhi neng

Zhi neng o Chi-lel da alcuni parlanti statunitensi è uno stile di Qi gong ideato alla fine degli anni settanta dal dottor Pang He Ming.

Zhi 智 significa "conoscere", "comprendere"; Neng 能 significa "saper o poter fare". Zhi neng Qi gong 智能气功 significa quindi il Qi gong che sviluppa e consente di usare le capacità della mente. Infatti alcuni lo chiamano "Qi gong della saggezza" wisdom qi gong.

Il suo scopo è quello di armonizzare il praticante con lambiente che lo circonda tramite lequilibrazione del proprio Qi con il Qi delluniverso. In particolare, il tipo di Qi con il quale il Zhi neng lavora è lo Hun-yuan Qi 混元氣. Lo hun-yuan qi si definisce con tre caratteristiche:

  • può essere mosso tramite la mente, con lintenzione: chiunque concentrandosi può focalizzarlo in un punto qualsiasi dello spazio.
  • è il Qi originario, primordiale, dal quale tutta la materia si è formata, è quindi antecedente alla divisione della Natura Yin e Yang;
  • è presente in ogni cosa, in tutto luniverso;

Con la pratica del Zhi neng è possibile modificare la struttura subatomica di ogni cosa. Questa capacità è insita in ognuno di noi, con questo stile di Qi gong siamo solamente in grado di rendere più efficace un tipo di operazione che già facciamo di continuo. Il desiderio, lintenzione, è in grado di modificare lambientre che ci circonda, è solo questione di tempo e costanza, ma il risultato si ottiene.

Quindi il Zhi neng Qi gong è in grado di curare qualsiasi malattia, è sufficiente indirizzare la pratica verso il problema che vogliamo eliminare e la costanza nella pratica ci guarirà. La guarigione si ottiene con un automatico e in parte inconsapevole mutamento della struttura subatomica degli organi interessati. In maniera minore si modifica tutto il corpo, proprio perché lobiettivo ultimo del Zhi neng è larmonizzazione di tutto il nostro corpo con lambiente.

Il Zhi neng Qi gong può essere praticato da chiunque, indipendentemente dalletà o dallo stato di salute, limportante è tenere presenti i seguenti principi:

  • corretta esecuzione dei movimenti
  • costanza
  • concentrazione
  • calma e rilassamento

La pratica individuale consente di affinare la propria capacità di gestire e condurre il Qi, la pratica in gruppo è però più potente, perché grazie allunione dei campi energetici individuali permette di muovere un maggior quantitativo di energia qi.

                                     

1. Pang He Ming

Pang He Ming 庞鹤鸣 inizia la sua pratica medica secondo la medicina occidentale nel 1958, dopo essersi laureato presso il Collegio di medicina di Pechino. Dopo altri quattro anni di studio presso lAssociazione medica cinese di Pechino fa il dottore di medicina tradizionale cinese, e proprio in questi anni si avvicina al Qi gong e al Taijiquan.

Alla fine degli anni settanta codifica il Zhi neng Qi gong. Nel 1980 diffonde la prima parte degli esercizi, nel 1985 la seconda e nel 1991 la terza.

Esistono sei livelli di Zhi neng Qi gong, ma solo i primi tre sono stati resi noti da Pang Ming in quanto si può accedere al successivo livello di pratica solo dopo aver perfettamente compreso gli esercizi del proprio livello.

Attualmente il gran maestro Pang He Ming si è ritirato dallattività di insegnamento per dedicarsi nuovamente allo studio del Zhi neng.

                                     

2. Listituto Hua Xia Zhi neng Qi gong training center

Nel 1988 il gran maestro Pang He Ming fondò lo Hua Xia Zhi neng Qi gong training centre, ossia un ospedale ove migliaia di persone venivano addestrate nella pratica del Zhi neng per guarire dalle malattie senza medicine. Allinizio listituto era situato a Shijiazhuang, nella provincia dello Hebei, con il nome di Hebei Shijiazhuang Zhineng Qigong College, ma nel novembre 1991 si spostò a Qinhuandao con il nome definitivo. Nel 1996 viene fondato inoltre lo Hua Xia Zhineng Healing Center a Fengrun, nella contea Tangshan, sempre nella provincia dello Hebei.

Nel 2000 però la sede dovette chiudere a causa del divieto di pratica di Qi gong per gruppi di più di 50 persone stabilito dal governo cinese in seguito agli avvenimenti legati alla setta Fa-lun gong. In dodici anni nella Hua Xia sono transitati più di 300.000 degenti afflitti da più di 180 sindromi diverse registrando un miglioramento delle condizioni nel 95% dei casi. Nel 1997 lo China Sports Boreau fece unindagine per evidenziare quali sono i venti migliori stili di Qi gong riguardo al miglioramento della salute e il zhineng risultò al primo posto.

                                     

3. Il primo livello

Gli esercizi principali del primo livello di Zhi neng qi gong sono i seguenti:

  • stiramento dellenergia la-qi
  • le flessioni sulle gambe dun qian fa
  • la forma Peng qi guan din
  • zhen-qi
  • la posizione statica di fusione dei tre cuori San xin pin Zhan-zhuan

Dopo ogni movimento di raccolta dello hun-yuan qi si porta questo al dan tian inferiore.

Prima di iniziare ognuno di questi esercizi è bene prepararsi nel modo seguente:

  • rilassare ogni parte del corpo partendo dallalto verso il basso
  • creare un campo energetico, al fine di fondersi il più possibile con lo Hun-yuan qi delluniverso. Per creare un campo energetico è sufficiente immaginare di ingrandirsi sempre di più, aumentando le proprie dimensioni sino a comprendere gradualmente tutto il cosmo.
  • indirizzare la pratica verso un obiettivo

I punti del corpo stimolati sono qui elencati dallalto al basso:

  • Hui-yin: a metà strada tra lano e i genitali;
  • Yong-quan: sulla pianta di ogni piede, a metà sulla linea che connette il terzo dito al tallone.
  • Ming-men: sulla colonna vertebrale, allaltezza dellombelico;
  • Yu-zhen: dietro il capo, opposto a YIN-TAN;
  • Yin-tan: a metà strada tra le sopracciglia;
  • Chi-hu: sono due punti, sopra ogni capezzolo, immediatamente sotto la clavicola;
  • Lao-gun: chiudendo ogni mano a pugno, è dove il medio tocca il palmo;
  • Bai-hui: sul piano sagittale mediale del corpo, si trova allapice del capo sopra le orecchie;
  • Da-bao: sono due punti opposti uno a sinistra laltro a destra allaltezza della parte finale dello sterno, sono situati sul piano frontale mediale del corpo;