Indietro

ⓘ Garcilasismo




Garcilasismo
                                     

ⓘ Garcilasismo

Il Garcilasismo, o Juventud creadora ", è una delle correnti principali della poesia del periodo post guerra civile spagnola, allinterno di una più generale, denominata da Dámaso Alonso "Poesía arraigada". Viene definita una poesia classicista, legata alle correnti culturali del nazionalismo spagnolo

                                     

1. Storia

Prende il relativo nome dalla rivista" Garcilaso”, diretta fino al terzo numero da José García Nieto che compare nel maggio del 1943 e vivrà fino al numero 36, nellaprile 1946. Riuniva una serie di autori," Juventud creadora” per lo più favorevole al regime Franchista che si riunivano al caffè Gijón di Madrid. Insieme alla rivista rivale" Espadaña”, di opposte concezioni politiche e che propugnava una poesia cosiddetta" tremendista”, hanno rappresentato le due correnti poetiche principali della poesia spagnola alla fine della guerra civile. Il quadricentenario della morte di Garcilaso de la Vega si celebrava nello stesso anno 1936 in cui la guerra civile è cominciata, e la sua poesia viene da questi giovani rivalutata: Garcilaso rappresentò per questi autori il poeta soldato, ansioso di una bellezza ideale, distante dalla realtà e dalla violenza della guerra. Il mondo è armonico, ben fatto e ordinato, in ogni caso anche melanconico. Gli argomenti dei garcilasisti, allora, sono quelli eterni della poesia: lamore, la morte, Dio, il paesaggio castigliano, la Patria. La lingua dei poeti garcilasisti è classica, pura, libera, e in un certo senso, ravviva il Neopopularismo, che può essere trovato anche nella generazione del 27.

                                     

2. Autori

La lista degli autori di questa corrente estetica include un gruppo dei poeti della generazione del 36: Luis Rosales, Luis Felipe Vivanco, Leopoldo Panero, Dionisio Ridruejo e José García Nieto. Scrivono una poesia metrica tradizionale, aliena dalle avanguardie, con predominanza del sonetto e del poema chiuso e perfettamente costruito e risolto, in cui non vi è riferimento alla realtà difficile della Spagna dopo la guerra civile.

A questa tendenza si rifanno anche alcuni libri del poeta della generazione del 27 Gerardo Diego, come Ángeles de Compostela e Alondra de verdad. Fra le produzioni più caratteristiche di questa corrente si possono segnalare quelle di José García Nieto, Víspera 1940 e Poesía 1940-1943 1944; di Dionisio Ridruejo, Plural, Sonetos amorosos, Sonetos la piedra ; di Luis Felipe Vivanco, ossessionato dal passare del tempo, Cantos de Primavera e El descampado ; di Leopoldo Panero, Escrito a cada instante ; di Luis Rosales, Abril. Questoultimo si è evoluto verso la" poesia desarraigada ”, così come Dionisio Ridruejo.

                                     
  • creadora che si incontravano al caffè Gijón di Madrid, esponenti del garcilasismo Rompe alla fine degli anni Quaranta con Franco, che accusa di aver spento
  • Ángel Crespo e Francisco Brines, tra gli altri. Generazione del 36 Garcilasismo Romanzo sociale spagnolo ES Fundación Caballero Bonald: La generación
  • che figuravano idealmente uniti a quelli già menzionati, e quelli del Garcilasismo Dionisio Ridruejo 1912 - 1975 José Luis Cano, Ramón de Garciasol, Pedro
  • poesia tra purezza e rivoluzione degli anni 30, l opposizione tra il garcilasismo e il tremendismo degli anni 40, il socialrealismo e le estetiche che
  • Laterza, 1974 Generazione del 36 Generazione del 98 Generazione del 14 Garcilasismo Surrealismo Ultraismo Modernismo Archivo virtual de la Edad de Plata
  • Premio Nobel per la letteratura nel 1989. La generazione del 36 Il Garcilasismo Poesia arraigada Il Postismo L Ultraismo La generazione degli anni 50

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...