Indietro

ⓘ Teleclide




                                     

ⓘ Teleclide

Le notizie biografiche su Teleclide sono scarse. Sulla base di un frammento tramandato da Plutarco, in cui è citato Nicia, si è proposto di collocare la sua attività di comico tra il 440 ed il 420 a.C.; questo potrebbe essere confermato da un altro frammento in cui si parla di un uomo proveniente da Egina, che, se fosse effettivamente Aristofane, permetterebbe di datare la commedia a dopo il 427 a.C.

Dellopera di Teleclide sono sopravvissuti alcuni titoli tramandati dalla Suida: Gli anfizioni, I magistrati e I rigidi. Scrisse inoltre la commedia Gli esiodi e, secondo la testimonianza di Polluce, anche Coloro che non mentono ; almeno altre due commedie, poiché in antichità gli erano attribuiti almeno sette titoli. Restano inoltre settantatré frammenti da cui emerge uno stile simile a quello di Aristofane, con numerose battute su personaggi dellepoca, sia politici come Pericle, sia drammaturghi come Euripide e Gnesippo.

Vinse tre concorsi teatrali alle Dionisie e cinque alle Lenee. Questo rilevante numero di vittorie ha fatto supporre che lopera di Teleclide fosse molto più ampia di quanto non si sia conservato.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...