Indietro

ⓘ Quaranta martiri di Sebaste




Quaranta martiri di Sebaste
                                     

ⓘ Quaranta martiri di Sebaste

Secondo le tradizioni agiografiche, erano un gruppo di soldati romani appartenenti alla Legio XII Fulminata, martirizzati per la loro fede cristiana nel 320. I Quaranta subirono il martirio presso Sebaste, nellArmenia Minore, vittime delle persecuzioni di Licinio, scatenate a partire dallanno 316.

Il più recente resoconto di questo martirio è fornito da Basilio Magno, vescovo di Cesarea 370–379 in unomelia recitata durante la ricorrenza dei Quaranta Martiri. La loro ricorrenza è dunque più antica dellepiscopato di Basilio, il cui elogio sui santi risalirebbe a circa quaranta o sessantanni dopo la loro morte.

                                     

1. Resoconto del martirio

Secondo Basilio, i quaranta soldati, seppure non aventi lo stesso legame di sangue, ma comunque accomunati dalla loro appartenenza alla XII Legione Fulminata, di stanza a Melitene, vennero arrestati per la loro fede cristiana. Nonostante linvito allabiura, i soldati sostennero la loro fede; vennero quindi condannati dal prefetto ad essere esposti nudi su uno stagno ghiacciato nelle vicinanze di Sebaste, durante una notte invernale. Lunico dei confessori a non reggere fu Melezio, il quale, dopo aver abbandonato i suoi compagni, trovò rifugio nei bagni caldi, ma a causa dello sbalzo di temperatura morì sul colpo.

Questi i loro nomi: Aezio, Eutichio, Cirione, Teofilo, Sisinnio, Smaragdo, Candido, Aggia, Gaio, Cudione, Eraclio, Giovanni, Filottemone, Gorgonio, Cirillo, Severiano, Teodulo, Nicallo, Flavio, Xantio, Valerio, Esichio, Eunoico, Domiziano, Domno, Eliano, Leonzio detto Teoctisto, Valente, Acacio, Alessandro, Vicrazio detto Vibiano, Prisco, Sacerdote, Ecdicio, Atanasio, Lisimaco, Claudio, Ile, Melitone ed Eutico o Aglaio.

                                     

2. Fonti

  • Gaudenzio di Brescia, vescovo † 410: Patrologia Latina XX, 959 ff.
  • Sozomeno † 450: Historia Ecclesiastica, 9, 2
  • Efrem il Siro 306-373: Hymni in SS. 40 martyres
  • Gregorio di Nissa 335-395: Patrologia graeca XLVI, 749 ff., 773 ff.
  • Basilio Magno, vescovo di Cesarea 370-379: Omelia 19 in Patrologia Graeca XXXI, 507 ff. discorso che ha pronunciato nel 372, quindi a soli 50 anni dal martirio