Indietro

ⓘ Pater Patriae




Pater Patriae
                                     

ⓘ Pater Patriae

Pater Patriae era un titolo onorifico conferito nellantica Roma. La locuzione latina iscritta di solito sulle monete o su i monumenti imperiali era abbreviata epigraficamente come P.P.

Il titolo non rappresentava una particolare magistratura e quindi non aveva carattere giuridico ma era solo un riconoscimento onorario ufficiale attribuito dallo Stato.

Anche se conferito ad altri imperatori alcuni come Tiberio non vollero mai accettarlo e Adriano lo accolse solo dopo due anni "pater patriae" non costituì il loro titolo ufficiale, come non lo erano i titoli di "Augustus" o "princeps". Perciò dal suo conferimento non derivavano particolari effetti giuridici.

                                     

1. Beneficiari del titolo in epoca romana

Agli imperatori veniva generalmente attribuito lappellativo di Sancte pater di solito riservato agli dei.

Il titolo di pater patriae, riconosciuto dai Romani a Romolo e a Marco Furio Camillo, fu assegnato poi dal Senato nel 2 a.C., per i meriti nei confronti dello Stato, a Ottaviano Augusto, che lo fece attribuire anche a Gaio Giulio Cesare. Il titolo per Augusto doveva rappresentare il riconoscimento politico dei valori del principato augusteo. Svetonio racconta che inizialmente fu la plebe romana ad attribuirglielo, in seguito, poiché lo rifiutava, una folla considerevole, coronata di lauro, glielo richiese mentre entrava ad uno spettacolo in Roma. Ed infine fu la volta del Senato nella curia, con portavoce Valerio Messala che, a nome di tutti, gli disse:

A Messalla Augusto rispose con le lacrime agli occhi:

Dello stesso titolo si valsero come valore ideologico del loro potere soprattutto gli imperatori della casa Flavia

Incerta lattribuzione del titolo a Cicerone per aver scoperto e denunciato la congiura di Catilina.

                                     

2. Il titolo nelletà contemporanea

Nell età contemporanea il titolo di "Padre della Patria" compare nelle storie celebrative nazionali come un attributo onorario riferito, solitamente postumo, a grandi personaggi che, secondo unopinione non sempre storiograficamente comprovata, contribuirono in modo rilevante alla storia della nazione, se non alla sua stessa edificazione.

                                     

2.1. Il titolo nelletà contemporanea Argentina

LArgentina onora come Padre della Patria il militare José de San Martín, che combatté per lindipendenza di Argentina, Cile e Perù.

                                     

2.2. Il titolo nelletà contemporanea Russia

Nel 1721 il senato e il sinodo russo conferirono allo zar Pietro I il titolo di Imperatore e Padre della Patria dopo la pace di Neustadt.