Indietro

ⓘ Alice Heine




Alice Heine
                                     

ⓘ Alice Heine

Marie Alice Heine, Duchessa di Richelieu e Principessa Consorte di Monaco, è stata una nobildonna di origini americane, seconda moglie del Principe Alberto di Monaco.

Fu presa a modello da Marcel Proust per il personaggio della "Principessa di Luxembourg" in Alla ricerca del tempo perduto.

                                     

1. Biografia

Maria Alice Heine nacque al 900 di Rue Royale, nel Quartiere francese di New Orleans in Louisiana. Suo padre, il francese Michel Heine, proveniva da una ricca famiglia ebraica di banchieri che aveva sedi a Berlino e Parigi ed era cugino del poeta Heinrich Heine. Egli era nato in Francia e si era trasferito a New Orleans nel 1843, divenendo un finanziere di successo anche in America. La madre di Alice era invece Amélie Marie Céleste Miltenberger, figlia di Joseph Alphonse Miltenberger, un architetto la cui famiglia aveva realizzato le Miltenberger mansions le aveva connesse tramite la Rue Royale a New Orleans.

La Guerra Civile Americana spinse la famiglia a fare ritorno in Francia dove Alice crebbe grazie alla sempre copiosa ricchezza della famiglia, godendo di un ruolo sempre maggiore nella società parigina. Con la "A & M Heine" del padre, ad esempio, aiutò finanziariamente Napoleone III nella guerra contro la Prussia.

I suoi padrini erano Napoleone III ed Eugenia de Montijo.

Cattolica di nascita, Alice sposò il proprio primo marito, Marie Odet Armand Aimable Chapelle, Marchese di Jumilhac, VII Duca di Richelieu e dAiguillon, il 27 febbraio 1875 a Parigi. Il loro matrimonio diede un figlio, Armand Chapelle n. a Parigi il 21 dicembre 1875, divenne lVIII e ultimo Duca di Richelieu e di Auiguillon e Marchese di Jumilhac alla morte del padre, il 28 giugno 1880. Egli morì a New York, il 30 giugno 1952 senza aver avuto eredi né essersi mai sposato. Dalla loro unione nacque anche una figlia, Odile Marie Auguste Septimanie Chapelle de Jumilhac 1879-1974.

Il secondo matrimonio di Alice avvenne col Principe Alberto di Monaco, già sovrano del piccolo principato, e venne celebrato il 30 ottobre 1889. Il principe di Monaco era particolarmente interessato alloceanografia e durante i propri lunghi soggiorni per mare, Alice si preoccupò largamente di organizzare la stagione operistica del Principato di Monaco, dando grande impulso al teatro locale.

Dotata di un notevole acume per gli affari, aiutò il marito a utilizzare correttamente le finanze del piccolo stato di Monaco, devolvendo le proprie energie per fare di Monaco uno dei più grandi centri culturali dEuropa, servendosi nel teatro dellimpresario russo Sergej Djagilev.

Nonostante questo, ebbe una relazione con il compositore Isidore de Lara e quando lo scandalo venne scoperto, il Principe di Monaco chiese ed ottenne la separazione legale attuata a Monaco il 30 maggio 1902, il che però non annullò il matrimonio religioso. Alice non si risposò mai.