Indietro

ⓘ Cimiliarca




                                     

ⓘ Cimiliarca

Cimiliarca o Cimeliarca è un ministro di culto nelle cattedrali della chiesa cattolica.

Il titolo è di antica origine ed era utilizzato già in età romana per indicare il tesoriere di un dato officio, compito successivamente traslato nellImpero Bizantino.

Allinterno della chiesa cattolica, esso venne usato in particolar modo tra il III ed il IV secolo per indicare il collaboratore più stretto dellArcivescovo, avente il delicato compito di custodire e conservare i vasi sacri e tutti gli oggetti sacri più o meno preziosi utilizzati dai celebranti durante le celebrazioni che si tenevano allinterno della cattedrale o di una basilica maggiore della città. Egli si occupava anche di registrare, convalidare e mantenere in sicurezza le varie reliquie che costituivano il patrimonio spirituale della cattedrale, controllandone anche lesposizione ai fedeli secondo le prescrizioni episcopali.

Questo ruolo, dopo il IV secolo, andò decadendo con la diffusione della tradizione da parte delle chiese di assumere un sacrestano od un laico preposto a questo compito. La carica non scomparve del tutto, ma venne mantenuta solo presso le chiese più importanti e con un valore dimportanza di molto attenuato rispetto allorigine.

                                     
  • 900: Erogatario Numcupativo Mazzeconico Primicerio minore Secondicerio Cimiliarca I penitenzieri si dividono in: Penitenziere maggiore Penitenziere minore
  • dovesse ricadere sull arcidiacono Uberto Crivelli, ma infine si optò per il cimiliarca e cancelliere Algisio Pirovano, ritenuto il più adatto. Venne così nominato
  • quello per il quartiere San Salvatore quest ultimo svincolo, tramite via Cimiliarco possiede un altra uscita senso opposto e un entrata presso la prima
  • d arme di valente fama. Intrapresa la carriera ecclesiastica, divenne cimiliarca della cattedrale di Milano e successivamente, il 7 novembre 1213 venne