Indietro

ⓘ Biathlon ai XX Giochi olimpici invernali




Biathlon ai XX Giochi olimpici invernali
                                     

ⓘ Biathlon ai XX Giochi olimpici invernali

Nel biathlon ai XX Giochi olimpici invernali, che si svolsero nel 2006 a Torino, vennero assegnate medaglie in dieci specialità. Le gare si sono svolte dall11 al 25 febbraio sulle piste di Cesana-San Sicario.

                                     

1.1. Gare maschili 20 km individuale

Cesana San Sicario - 11 febbraio 2006

È la disciplina più lunga e dura tra le specialità del biathlon e si è svolta il primo giorno di gara dellOlimpiade. La vittoria è andata a Michael Greis Germania che ha preceduto Ole Einar Bjorndalen Norvegia per soli 16 secondi, dopo che questi aveva quasi compromesso la sua gara a causa di alcuni errori ai primi poligoni, poi recuperati con la prestazione sciistica. Il terzo gradino del podio è andato a Halvard Hanevold soprannominato bisonte bianco che ha preceduto uno dei più vecchi atleti delle olimpiadi, il russo Sergej Čepikov.

                                     

1.2. Gare maschili 10 km sprint

Cesana San Sicario - 14 febbraio 2006

La prova vede la seconda affermazione tedesca alle olimpiadi di Torino 2006 con la vittoria di Sven Fischer Germania, detto Lo squalo grazie alla prova al poligono senza errori. Il tedesco ha preceduto due atleti norvegesi: Halvard Hanevold e Frode Andresen, questultimo molto abile sugli sci. Nella gara inoltre si è distinto loutsider austriaco Wolfgang Perner perché senza errori allultimo poligono avrebbe potuto conquistato una medaglia.

                                     

2. Gare femminili

15 km individuale

Cesana San Sicario - 13 febbraio 2006

La vittoria è andata alla russa Svetlana Išmuratova, nota per la precedente lunga serie di podi senza alcuna vittoria. La tripletta russa è stata scongiurata da Martina Beck Germania, giunta terza dietro a Olga Medvedceva ma prima della quarta Albina Achatova Russia. Le big Liv Grete Poirée Norvegia, Ann Carine Olofsson Svezia e Kati Wilhelm Germania le ultime due con ben 5 errori non hanno invece brillato come era nelle aspettative degli addetti ai lavori. Alcuni giorni dopo la gara, la russa Medvedceva però è stata trovata positiva ad un controllo anti-doping, venendo quindi squalificata dai giochi e privata della medaglia dargento. La classifica è stata quindi ridisegnata, consegnando largento a Martina Beck Germania e largento a Albina Achatova Russia.