Indietro

ⓘ Anni senza fine (romanzo)




Anni senza fine (romanzo)
                                     

ⓘ Anni senza fine (romanzo)

English version: City (novel)

Anni senza fine è un romanzo di fantascienza di Clifford D. Simak. Originariamente nato come serie di otto racconti, pubblicati nellarco di otto anni dal 1944 al 1951 sulla rivista di fantascienza americana Astounding Science-Fiction, venne pubblicato con il titolo City nel 1952. Ricevette nel 1953 il premio International Fantasy Award.

Anni senza fine è un soggetto nettamente in controtendenza rispetto ai romanzi fantasy o fantascientifici di quel periodo, dove imperavano la tecnologia e i robot. Laspetto tecnologico è in secondo piano in quanto il romanzo si concentra più su una riflessione quasi filosofica sullevoluzione.

Al fine di organizzare i racconti creandone un filo conduttore, Simak ebbe lintuizione di presentare il libro come frammenti di un ciclo di "leggende" che i Cani si tramandano oralmente da tempo immemorabile, con la cornice delle brevi introduzioni che precedono ciascun capitolo, dandone una loro lettura soggettiva, con la consapevolezza che: ".malgrado studi e ricerche eseguite dai più grandi studiosi canini, non siamo ancora in grado di stabilire se la leggenda sia solo pura fantasia o abbia qualche fondamento di verità".

Nel 1973, per onorare la memoria dellamico e maestro John W. Campbell, fondatore e direttore della storica rivista Astounding Stories, Simak scrisse un nono racconto, Epilogo, inserendolo in una nuova edizione di City, che giunse così, dopo venti anni, a concludere il libro. A tal riguardo, Simak espresse opinioni contrastanti, definendo Epilogo "un racconto che non avrebbe mai voluto scrivere", ritenendo concluso il ciclo con il racconto subito precedente, aggiungendo che "la storia così comera aveva una sua malinconica nota definitiva che non avrebbe voluto toccare".

                                     

1. Trama

Nel futuro del pianeta Terra lumanità è scomparsa, subentrando la specie canina a dominio dellecosistema. Negli otto racconti si affronta lesodo dellUomo dalle città, in favore della riscoperta delle campagne, e poi dalla Terra stessa alla volta di Giove, dove assumendo la forma degli alieni gioviani, gli umani trovano una sorta di paradiso o Nirvana.

I cani, mutati in laboratorio perché abbiano il sospirato dono della parola, aiutati nelle attività artigianali da robot al loro servizio, diventano la razza dominante e col passare dei secoli lUomo diventa una figura mitologica di cui narrare davanti al fuoco. I cani si pongono domande su cosa fosse esattamente un essere umano, dove vivesse e cosa fosse una guerra. Per loro è impossibile trovare delle risposte e molti tra loro si convincono che lUomo sia solo una figura immaginaria in un ciclo di leggende su un passato talmente lontano da esserne diventato misterioso lo stesso simbolismo.

Costante di questo processo è il robot Jenkins, colui che conosce la verità perché era presente quando gli uomini camminavano sulla Terra ne conserva ancora il ricordo.

Il ciclo si conclude con la graduale invasione planetaria da parte delle formiche, evolutesi artificialmente tanto tempo prima. Il robot Jenkins si consulta con lultimo umano superstite sulla Terra da millenni in stato di animazione sospesa, il quale propone una soluzione drastica. Per la natura non violenta dei cani e degli automi, Jenkins opta per lesodo su dei mondi collocati in altre dimensioni.

Nellepilogo il robot si trova solo, un milione di anni dopo, su una Terra divenuta un formicaio globale, ad eccezione della tenuta che egli continua a curare indefesso. Un giorno si accorge che anche le formiche sono scomparse le costruzioni si avviano alla rovina. Lautoma trova una scultura che gli ricorda, con gran divertimento, un evento accaduto in unepoca remota: un calcio che un umano diede ad un formicaio dopo aver dato alle piccole creature lintelligenza.

                                     

2. Cronologia del romanzo

Anno della narrazione personaggi principali, Titolo originale del racconto, data di uscita

  • 3070 Kent Fowler / Towser il suo vecchio cane, Desertion, novembre 1944
  • 4100 Jon Webster / Jenkins il robot, Hobbies, novembre 1946
  • 3080 Kent Fowler / Tyler Webster / Joe il mutante Paradise, giugno 1946
  • 2117 Jerome A. Webster / Juwain il filosofo marziano, Huddling place, luglio 1944
  • 2183 Bruce Webster / Richard Grant lufficiale del censimento / Joe il mutante, Census, settembre 1944
  • 9000 Jenkins il robot / Cobbly lOmbra, Aesop, dicembre 1947
  • 1000000 Jenkins il robot, Epilog, 1973
  • 2008 John J. Webster, City, maggio 1944
  • 14000 Jenkins il robot, The simple way, gennaio 1951
                                     

3. Edizioni

parziale

  • Clifford D. Simak, City, traduzione di Ugo Malaguti, I Classici della Fantascienza 3, Libra Editrice, 1970.
  • Clifford D. Simak, City, 1952.
  • Clifford D. Simak, Anni senza fine, traduzione di Tom Arno, Urania n° 18, Arnoldo Mondadori Editore, 1953, pp. 136.
  • Clifford D. Simak, Anni senza fine, traduzione di Ugo Malaguti, Biblioteca Cosmo n° 3, Editrice Nord, 2005, pp. 336, ISBN 88-429-1243-3.
  • Clifford D. Simak, City, traduzione di Giorgio Monicelli, Urania Collezione n° 157, Arnoldo Mondadori Editore, 2016, pp. 271.
  • Clifford D. Simak, Anni senza fine, traduzione di Giorgio Monicelli, Urania Classici n° 182, Arnoldo Mondadori Editore, 1992, pp. 238.
                                     
  • Disambiguazione Romanzo sentimentale rimanda qui. Se stai cercando il film del 1930, vedi Romanzo sentimentale film Il romanzo rosa detto anche
  • Senza sangue è un romanzo dello scrittore italiano Alessandro Baricco. È stato pubblicato dalla casa editrice Rizzoli nel 2002. Il romanzo diviso in due
  • Romanzo criminale è una serie televisiva italiana basata sull omonimo romanzo del giudice Giancarlo De Cataldo e ne rappresenta il secondo adattamento
  • muore alla fine del romanzo Joseph Grand: segretario comunale che sta redigendo un romanzo di cui riscrive continuamente la prima frase al fine di ottenerne
  • tedesco è un romanzo dello scrittore tedesco Hermann Hesse edito nel 1922. Considerato dallo stesso Hesse come un poema indiano il romanzo presenta un
  • Gli anni perduti è un romanzo dello scrittore Vitaliano Brancati, scritto tra il 1934 e il 1936. Quest opera segnerà il definitivo distacco dalle opere

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...