Indietro

ⓘ Guernsey




Guernsey
                                     

ⓘ Guernsey

Guernsey, ufficialmente Baliato di Guernsey è unisola situata nel canale della Manica, di fronte alle coste nordoccidentali della Francia, giuridicamente dipendenza della Corona britannica.

La dipendenza dalla Corona Britannica non comporta appartenenza al Regno Unito, infatti è dotata di governo autonomo; il suo capo di Stato de iure è il sovrano del Regno Unito, che però vi esercita il potere in quanto Duca di Normandia, e non come sovrano del Regno Unito; suo delegato è un tenente governatore, che è il capo di Stato de facto ; il potere esecutivo è invece esercitato dal governo di Guernsey, presieduto dal balivo, che è in pratica il primo ministro del Paese.

Per quanto riguarda i rapporti internazionali Guernsey è rappresentata dal Regno Unito; anche a livello sportivo gli atleti di Guernsey competono sotto la giurisdizione della Gran Bretagna laddove il Paese non sia riconosciuto per esempio nei Giochi del Commonwealth, dove Guernsey ha una sua rappresentanza, oppure in una delle Nazioni costituenti del Regno Unito nel caso di discipline per esempio il calcio in cui il Regno Unito non sia rappresentato.

                                     

1. Etimologia

Il nome Guernsey, come il simile Jersey, deriva dallantico norreno. Il suffisso, "-ey", è norreno per isola, mentre guern assomiglia allo spagnolo Cuerno, al francese Coirn, allolandese Hoorn, al frisone Hoarn, Svedese Hörn e al Gallese Gorn, i quali significano angolo. Quindi Guernsey si potrebbe tradurre Lisola dellangolo.

                                     

2.1. Storia Preistoria

Presso il sito archeologico della grotta La Cotte, presso St. Brelade, sono state rinvenute tracce di insediamenti di Neanderthal tra 250 000 anni e 100 000-47 000 anni fa. Dopo la separazione delle Isole del Canale dalla Normandia, alla fine dellultima glaciazione, coltivatori neolitici si stabilirono lungo le coste, lasciando come testimonianza anche due menhir di grande interesse archeologico, nonché un dolmen conosciuto come LAutel du Dehus, contenente due divinità note come Le Gardien du Tombeau.

                                     

2.2. Storia Arrivo del Cristianesimo

Durante la loro migrazione in Bretagna, i Bretoni si stabilirono sullisola. Lagiografia di San Sansone lo reputa come colui che introdusse il cristianesimo, di ritorno dal suo viaggio nel Regno del Gwent, prima della sua fondazione dellabbazia di Dol-de-Bretagne; una testimonianza più accreditata è la menzione di una cappella dedicata a san Maglorio di Dol nato nel 535, nipote di san Sansone, in una bolla di papa Adriano IV.

Attorno al 968, si stabilì nel nord dellisola una comunità di monaci benedettini provenienti dal monastero di Le Mont-Saint-Michel.

                                     

2.3. Storia Il ducato di Normandia

Cedute da Carlo il Calvo al Ducato di Bretagna col trattato di Compiègnie nel 867, le isole del Canale furono annesse nel 933 al Ducato di Normandia da Guglielmo I, il cui pronipote Guglielmo il Conquistatore divenne re dInghilterra nel 1066.

Persi i domini continentali 1204 con re Giovanni Senzaterra, le isole del Canale rappresentano lultima rimanenza del Ducato di Normandia presso la Corona inglese. Tuttora il titolo formale di Elisabetta II dInghilterra come capo di stato delle isole è Duca di Normandia la nomenclatura maschile "Duca" è per tradizione mantenuta anche per la sovrana.

Secondo la tradizione, Roberto II di Normandia, padre di Guglielmo il Conquistatore, partì nel 1032 verso lInghilterra per intervenire a fianco di Edoardo il Confessore e fu obbligato a riparare presso Guernsey, nellallora isola tidale Clos du Valle, dove fu ospitato dai monaci benedettini. Nel 1061, quando dei pirati saccheggiarono lisola, i monaci si rivolsero a Guglielmo il Conquistatore, il quale spedì Sampson DAnneville, con lo scopo di liberarsi dei pirati. Grati per tale servizio, i monaci concedettero a Sampson DAnneville metà dellisola. La porzione dellisola rimasta al monastero fu nota come Le Fief St. Michel e includeva le parrocchie di St. Saviour, St. Pierre du Bois, Ste. Marie du Catel e the Vale.

Durante i secoli successivi lisola fu ripetutamente attaccata da pirati e occupata da forze navali; questultime si intensificarono durante la Guerra dei centanni. A partire dal 1339, lisola fu occupata dai Capetingi in diverse occasioni.

Nel 1372 lisola fu invasa da mercenari aragonesi sotto il comando di Owain Lawgoch ricordato come Yvon de Galles, sotto ingaggio dei francesi. Lawgoch e i suoi mercenari dai capelli scuri furono successivamente assorbiti nel folclore isolano come invasori mitologici dal mare.



                                     

2.4. Storia La Riforma

Nella metà del XVII secolo lisola risentì dellinflusso della riforma calvinista. Durante le "persecuzioni mariane", tre donne locali furono messe al rogo nel 1556 per il loro credo protestante.

Durante la Guerra civile inglese, Guernsey prese la parte dei parlamentaristi, mentre Jersey rimase realista. La posizione di Guernsey era dovuta principalmente alla più alta percentuale di calvinisti e altre chiese riformate, oltre al rifiuto di re Carlo di Inghilterra di occuparsi del caso di alcuni marinai di Guernsey catturati da dei corsari. Vi furono comunque delle rivolte di realisti nel sud-est dellisola, mentre il governatore Sir Peter Osborne assieme alle sue truppe occuparono castello di Cornet; questultima fu lultima roccaforte realista a capitolare nel 1651 e fu anche lobiettivo di un tentativo di invasione, fallita, di Luigi XIV di Francia nel 1704.

                                     

2.5. Storia Dal XVII al XIX secolo

Le guerre contro la Francia e la Spagna nel corso del XVII e XVIII secolo incisero profondamente sullisola, sebbene permettessero a capitanti e armatori di Guernsey, forniti di lettera di corsa, di attaccare e prendere possesso di diverse navi mercantili di paesi ostili. A partire dallinizio del XVIII secolo, un numero crescente di isolani, per sfuggire alla depressione economica conseguente alle ostilità, cominciò a migrare nellAmerica del Nord.

Nel 1780 iniziò la costruzione di Fort George, completato nel 1812, al fine di accogliere le truppe di stanza nellisola in previsione di uninvasione francese, ed effettivamente utilizzato durante le guerre napoleoniche.

Nel 1806 lisola tidale Clos du Valle, separata dallestremità settentrionale di Guernsey da Le Braye du Valle, una zona di cordoni dunosi interrotti da un canale, fu unita allisola principale dal governo britannico come misura di difesa. Nella parte orientale fu ricavato un porto, dal 1820 noto come porto di San Sampson, divenendo il secondo più grande del Baliato. La parte occidentale di La Braye è ora la spiaggia di Le Grand Havre.

Con la fine delle guerre napoleoniche, vi fu un deciso aumento della prosperità dellisola, grazie anche allincremento del commercio marittimo mondiale, in particolare dellindustria della pietra. Tra gli imprenditori di Guernsey che ebbero maggior successo, vi fu William Le Lacheur, che instaurò un fiorente commercio di caffè tra la Costa Rica e lEuropa, e la Famiglia Corbet che fondò la Fruit Export Company.

Dal 1855 al 1870 Victor Hugo trascorse lesilio su Guernsey, dove scrisse I miserabili. Guernsey è anche lambientazione di un altro romanzo di Hugo, I lavoratori del mare. Ritornò sullisola dal 1872 al 1873.



                                     

2.6. Storia Guerre mondiali

Durante la prima guerra mondiale, circa 3 000 isolani servirono nella British Expeditionary Force; di questi, circa 1 000 servirono nel reggimento Royal Guernsey Light Infantry, costituito a partire dalla Royal Guernsey Militia nel 1916.

Nel 1940 vi fu loccupazione tedesca delle isole del Canale, che si protrasse per la maggior parte della seconda guerra mondiale. Poco prima delloccupazione, molti bambini furono evacuati in Inghilterra, presso parenti o estranei. Durante loccupazione alcuni civili furono deportati nel Lager Lindele, campo di concentramento a sud della Germania, vicino a Biberach an der Riß. Tra questi, vi fu Sir Ambrose Sherwill, che più tardi divenne Balivo di Guernsey. Tre civili di fede ebraica furono invece deportati ad Auschwitz, senza fare più ritorno.

Ad Alderney fu costruito un campo di concentramento, principalmente per abitanti dellest europeo, lunico costruito su terra britannica. Tuttora è ricordato da un memoriale noto col nome di Alderney, in francese Aurigny.

Guernsey fu pesantemente fortificata durante la seconda guerra mondiale, le cui tracce sono tuttora visibili. Essa le isole vicine furono gli ultimi territori occupati dalle truppe tedesche ad arrendersi il 16 maggio 1945.

                                     

3. Geografia

È lisola più a ovest delle Isole del Canale. Da essa dipendono le isole di Alderney, Sark, Herm, Brecqhou, Burhou, Casquets, Jethou e Lihou. Il punto più alto del Baliato è Hautnez 111 m, nellisola di Alderney.

La popolazione di Guernsey - sfruttando il territorio pressoché pianeggiante dellisola - pratica lagricoltura con produzione di fiori, frutta e ortaggi, lallevamento originaria di questisola è una pregiata razza di bovini che dal luogo prende il nome, la razza Guernsey e il turismo.

Il maggiore centro è Saint Peter Port ca. 17 000 abitanti, e capoluogo delle isole del Canale. A St. Peter Port si trova lHauteville House che fu - dal 1855 al 1870 - la residenza di Victor Hugo che qui nel 1862 scrisse I miserabili ; quattro anni dopo, nel 1866, il romanziere francese vi scrisse I lavoratori del mare, romanzo dedicato allisola e alla gente che a quel tempo vi abitava.

                                     

4. Economia

PIL delle isole nel 2003 ammontava a 2.1 miliardi di dollari USA, la spesa pubblica nel 2005 era di circa 300 milioni di sterline. Secondo CIA World Factbook, PIL PPA nel 2013 è salito a 3.42 miliardi di dollari, PIL pro capite PPA a 44 600 dollari.

Il 32% degli occupati lavora nel settore bancario, la disoccupazione è solo dell1%. Limposizione fiscale nelle isole è ridotta rispetto a molti paesi, non prevedendo varie tipologie di imposte come IVA e imposte sul capital gain. Tuttavia sono presenti imposte sul reddito di imprese e individui con unaliquota del 20%, mentre i profitti derivanti da alcune attività bancarie sono tassati con unaliquota del 10%. Il sistema fiscale italiano, col Decreto Ministeriale 04/05/1999, ha inserito il Guernsey tra gli stati o territori aventi un regime fiscale privilegiato, cosiddetta Black list o lista nera, ponendo quindi limitazioni fiscali ai rapporti economico commerciali che si intrattengono tra le aziende italiane e i soggetti ubicati in tale territorio. Con D.M. 24/07/2015 di accordo con lItalia è uscita dalla Black List che viene aggiornata di anno dallAgenzia delle Entrate Dopo le regole ribadite dallOcse in occasione del G20 di Londra del 2009, lisola di Guernsey ha portato a 16 il numero delle intese sottoscritte con altri Stati per lo scambio bilaterale di informazioni fiscali e finanziarie sotto il profilo penale, civile e fiscale.

La moneta locale, la Sterlina di Guernsey, è emessa dalla Banca dInghilterra, seguendo le stesse regole previste per qualsiasi altra moneta moderna. In proposito il governo scrive che "the issue is a debt of the States of Guernsey and is backed by the General Revenue investments of the States".

                                     

5. Suddivisione amministrativa

Dal punto di vista amministrativo lisola è suddivisa in 10 parrocchie. Di seguito lelenco con indicata superficie e popolazione. Le dipendenze di Alderney and Sark non sono comprese in nessuna parrocchia.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...