Indietro

ⓘ Soft power




Soft power
                                     

ⓘ Soft power

Soft power è un termine utilizzato nella teoria delle relazioni internazionali per descrivere labilità di un potere politico di persuadere, convincere, attrarre e cooptare, tramite risorse intangibili quali "cultura, valori e istituzioni della politica". Il termine è stato coniato al principio degli anni novanta da Joseph S. Nye, Jr., della Harvard Kennedy School of Government. Nye partiva dallidea che a dominare latlante geopolitico nel mondo globalizzato debba essere non lo scontro di civiltà, ma un complesso meccanismo di interdipendenze, attraverso cui gli Stati Uniti potessero migliorare la propria immagine internazionale e rafforzare il proprio potere, in contrapposizione allesercizio dellhard power, e della conseguente dispendiosa ricerca di nuovi e costosi sistemi darma.

                                     

1. Origine e significato

Il termine è stato coniato dal professore di Harvard Joseph Nye, che ne rimane il più importante propositore, in un articolo apparso nel 1990 su The Atlantic Monthly, ripreso nei libri Bound to Lead: The Changing Nature of American Power 1990 e Il paradosso del potere americano 2002 p. X, e trattato separatamente in Soft Power 2004. Sebbene la sua utilità come teoria descrittiva non è indenne da contestazioni, il concetto di soft power è entrato da allora nel discorso politico.

Il soft power è "laltra faccia del potere", contrapposto e complementare allhard power, misura storicamente predominante della potenza nazionale tramite indici quantitativi quale stima qualitativa del grado in cui i valori o la cultura percepiti da una nazione o individuo ispirano affinità sugli altri. Nye lo considera una forma efficace di esercizio del potere inteso come capacità di ottenere i risultati desiderati, alternativo alla corruzione e alluso di metodi coercitivi propri del cosiddetto "potere duro", quali le pressioni e lisolamento economico ovvero limpiego della forza militare.

Il successo del soft power dipende pesantemente dalla reputazione degli attori nella comunità internazionale, così come dal flusso di informazioni tra gli attori. Il soft power è perciò spesso associato con la nascita della globalizzazione e della teoria neoliberista delle relazioni internazionali.

La cultura di massa e i media sono puntualmente indicati come fonti del soft power, come lo sono la diffusione di una lingua nazionale, o un particolare insieme di strutture normative. Una nazione con un ampio accumulo di soft power e con la benevolenza che genera può ispirare gli altri allacculturazione, evitando il ricorso a costose spese in hard power.

                                     

2. Le tre dimensioni della distribuzione del potere

Limportanza del soft power può essere meglio compresa evitando di considerare meramente gli Stati Uniti quali "unica" superpotenza in un mondo "unipolare" ", riconoscendo come sulle questioni economiche e sul terreno dei rapporti transnazionali non possano più agire da soli tesi già sostenuta da Nye ne Il paradosso del potere americano.

La distribuzione del potere fra i paesi "nellera dellinformazione globale" si gioca su una scacchiera tridimensionale. La "scacchiera superiore delle questioni politico-militari", la "scacchiera delleconomia" e "la scacchiera inferiore dei rapporti transnazionali". Se gli Stati Uniti dominano la prima scacchiera, lEuropa unita ha pari peso nella scacchiera economica mentre sulla scacchiera inferiore il potere è sparso caoticamente le categorie tradizionali unipolarità vs. multipolarità sono inapplicabili.

                                     

3. Principali attori del soft power nel mondo

Vi sono stati tentativi di stilare una sorta di classifica delle nazioni che più influenzano il mondo con gli strumenti del soft power. È il caso dei tentativi della compagnia Monocle che nel 2013 ha pubblicato il suo quarto studio annuale con il nome di Soft Power Survey:

                                     
  • spagnola Topo Soft in collaborazione con Ocean Software, è il primo videogioco di calcio realizzato da un azienda spagnola. Topo Soft acquisì il prodotto
  • videogioco per Game Boy pubblicato nel 1994 da Nintendo e sviluppato da Hudson Soft Si tratta di un gioco crossover tra il personaggio della Nintendo Wario
  • Distribuito in Giappone nell Aprile 1993, successivamente fu tradotto dalla Square Soft per il mercato americano. Primo gioco di ruolo della Capcom, Breath of Fire
  • The Power of Love è una canzone co - scritta e originariamente registrata da Jennifer Rush nel 1984. Il brano è stata oggetto di numerose cover registrate
  • molto simile all onda quadra e il suono generato rende il classico tono soft molto differente da quello generato dai classici distorsori od overdrive
  • 27 - Fiat 500 1: 49.17 - Volvo XC90 2: 08.71 - Land Rover Defender 90 SVX soft top 2: 15.93 - UAZ 469 Off - Road modified 2: 23.25 - Audi R8 DNF - Ferrari F430
  • La Mercedes AMG F1 W09 EQ Power è una monoposto di Formula 1 realizzata dalla Mercedes, per gareggiare nel campionato mondiale di Formula 1 2018. La
  • dalla Hudson Soft nel 1987. Nel 1989 la Nintendo America pubblicò il videogioco come prima parte di una serie sotto licenza Hudson Soft e Falcon. Nel
  • sceglie la mescola medium, soft e ultrasoft. Per questa gara la casa milanese propone un salto di mescola, tra le soft e le ultrasoft. La FIA modifica

Anche gli utenti hanno cercato:

soft power 30,

...
...
...