Indietro

ⓘ Metacognizione




                                     

ⓘ Metacognizione

Con metacognizione si indica un costrutto teorico utilizzato in ambito psicologico ed educativo. La metacognizione indica un tipo di autoriflessività sul fenomeno cognitivo, attuabile grazie alla possibilità di distanziarsi, auto-osservare e riflettere sui propri stati mentali. Lattività metacognitiva ci permette, tra laltro, di controllare i nostri pensieri, e quindi anche di conoscere e dirigere i nostri processi di apprendimento. Il termine metacognizione significa letteralmente "oltre la cognizione", ed è usato per indicare la cognizione sulla cognizione, o più informalmente, il pensiero sul pensiero.

                                     

1. Storia del concetto

Il termine fu introdotto dallo psicologo delletà evolutiva John H. Flavell nel 1976, anche se gli scritti sulla metacognizione possono essere rintracciati almeno fino a De anima e Parva naturalia del filosofo greco Aristotele. Flavell ha definito la metacognizione come conoscenza e controllo della cognizione. Ad esempio, una persona si sta impegnando in metacognizione se nota di avere più problemi nellapprendere A rispetto a B, o se capisce che dovrebbe ricontrollare C prima di accettarlo come fatto accertato.

Anche gli psicologi neopiagetiani si sono occupati del tema: la teoria di Andreas Demetriou usa il termine ipercognizione per riferirsi a processi di auto-monitoraggio, autorappresentazione e autoregolazione, che sono considerati componenti integranti della mente umana. Inoltre, con i suoi colleghi, ha sostenuto che questi processi partecipano allintelligenza generale, e in particolare a quella componente definita intelligenza fluida.

La metacognizione può essere scomposta nelle singole componenti che riguardano il monitoraggio e il controllo dei singoli processi cognitivi che compongono la cognizione. Quindi esiste la metamemoria, la meta-attenzione, la meta-comprensione, e così via.

                                     

2. Strategie metacognitive

Le principali strategie per promuovere la metacognizione riguardano la selezione, lorganizzazione, lelaborazione e la ripetizione delle informazioni; altre strategie includono lauto-interrogazione ad es. "Cosa so già di questo argomento? Come ho risolto problemi come questo prima?", pensare ad alta voce mentre si svolge unattività e realizzare rappresentazioni grafiche dei propri pensieri e conoscenze. Anche latto fisico della scrittura gioca un ruolo importante nello sviluppo delle capacità metacognitive.

                                     
  • San Paolo. Lambiase, E. Cantelmi, T. 2011 Dipendenza sessuale e metacognizione Rivista di sessuologia clinica articolo approvato ed in attesa di
  • delle scimmie antropomorfe uomo escluso e dei delfini, presentando metacognizione processo che nel regno animale si riteneva presente unicamente nell uomo
  • Riconoscimenti e documentazione dei risultati: L importanza della metacognizione nel processo di apprendimento è ben documentata. Dare agli studenti
  • riscontrati, ai tempi di attenzione, ai livelli motivazionali e di metacognizione individuati. Le linee guida prevedono due itinerari da portare avanti
  • differenzia però da quelle situazioni di apprendimento note sotto il nome di metacognizione in quanto queste ultime mirano, attraverso l esercizio cosciente di
  • spingono ad agire che regola gli stati emotivi, e un sistema freddo metacognizioni riguardanti la conoscenza di sé, le abilità di elaborazione cognitiva
  • in cui un individuo arriva a scegliere gli schemi è descritto dalla metacognizione La fase associativa riguarda la ripetizione della pratica, fino a quando

Anche gli utenti hanno cercato:

metacognizione bruner, metacognizione scuola primaria, metacognizione sinonimo,

...
...
...