Indietro

ⓘ Metafisica della Qualità




                                     

ⓘ Metafisica della Qualità

La Metafisica della Qualità è una teoria sulla realtà ideata dallo scrittore e filosofo statunitense Robert M. Pirsig. Il pensiero di Pirsig si interroga su cosa sia la realtà, che cosa sia buono, che cosa sia giusto, e arriva a sorprendenti conclusioni sullesistenza e su ciò che è la vita, spesso facendo sintesi tra il pensiero occidentale e quello orientale.

La MOQ ha a che fare con una visione delluniverso non intellettuale, in parte di matrice Zen. Tuttavia Pirsig si allontana dal pensiero orientale sostenendo il ruolo fondamentale della ragione e della logica nellimpresa di capire. Egli cerca di colmare il baratro tra scienza e misticismo, tra quelle che lui definisce cultura classica e controcultura romantica, portando il dibattito fra i diversi paradigmi intorno al concetto di" valore”. Diventa quindi lidea di qualità il sommo valore dellanimo: qualità nei propri pensieri, nelle proprie azioni, nei propri desideri.

La MOQ ritiene che gli schemi intellettuali siano superiori agli schemi sociali. A tal riguardo Pirsig afferma:" È più morale che unidea distrugga una società che non il contrario”. Sotteso a questa frase cè il concetto della superiorità dellintelletto sulla società; il primo è generatore didee mentre la seconda, di norma, attua una sorta di" difesa immunitaria” contro le idee emergenti.

Egli abbina alla realtà le categorie, in sequenza crescente di importanza, di inorganico, biologico, sociale, intellettuale o morale. Ogni categoria a sua volta subisce un conflitto interno tra forze "statiche" e forze "dinamiche". Ad esempio la società statica si contrappone a quella dinamica, o la morale dinamica è in aperta ricerca di valori sempre nuovi e migliori rispetto alla morale statica, ancorata a situazioni e contesti arcaici che ne limitano lo sviluppo.

La Metafisica della Qualità è stata ideata e descritta nei due libri di Robert M. Pirsig: Lo Zen e larte della manutenzione della motocicletta del 1974 e Lila: unindagine sulla morale del 1991.