Indietro

ⓘ Capitali degli Stati Uniti d'America




Capitali degli Stati Uniti dAmerica
                                     

ⓘ Capitali degli Stati Uniti dAmerica

La capitale degli Stati Uniti è dal 1801 la città di Washington, D.C. Prima di questa, altre otto città hanno ospitato il Congresso e possono pertanto considerarsi ex capitali del paese. Inoltre ognuno dei 50 stati e dei territori statunitensi possiede una sua capitale.

                                     

1. Capitali statali

È frequente che la capitale di uno Stato federato non coincida con la città più popolosa: nel 2009 ciò è vero per 33 dei 50 stati. Circa la posizione geografica, due sole capitali, Trenton New Jersey e Carson City Nevada sono situate al confine con un altro Stato federato, mentre Juneau Alaska è alla frontiera con la provincia canadese della Columbia Britannica.

                                     

2. Capitali nazionali storiche

Stati Uniti d’America

Il Congresso statunitense ebbe diverse sedi fra il 1774 e il 1880. Le città che lo ospitarono possono pertanto considerarsi ex capitali nazionali. Rivendica di aver posseduto lo status di capitale per un giorno anche la città di Brookeville, nel Maryland, poiché il presidente James Madison vi si trasferì, ospite di Caleb Bentley, in seguito allincendio di Washington del 24-25 agosto 1814. Il Congresso però non vi fu mai tenuto.

Stati Confederati dAmerica

Durante la guerra di secessione gli Stati Confederati ebbero tre capitali nazionali. La convenzione costituzionale confederata si tenne nel dicembre 1860 a Montgomery, che fu poi scelta come prima capitale in quanto città più grande, influente e geograficamente accentrata nei sette stati secessionisti originari. Le capitali statali rimasero invariate rispetto al momento della secessione, sebbene alcune siano state temporaneamente trasferite per ragioni strategiche.

                                     

3. Capitali nazionali storiche non riconosciute

Entro i confini attuali degli Stati Uniti sono esistite varie nazioni che non sono mai state riconosciute ufficialmente come entità sovrane indipendenti, sebbene durante la loro esistenza abbiano avuto il controllo de facto dei rispettivi territori.

                                     

4. Capitali statali storiche

Le capitali della maggior parte delle tredici colonie originarie furono occupate o comunque attaccate dai britannici durante la Rivoluzione americana, e i governi statali funzionavano dove e come potevano. New York fu occupata dal 1776 al 1783. Situazioni analoghe si presentarono anche nella guerra del 1812, nella guerra civile americana in molti stati confederati, e durante la rivolta dei Pueblo Nuovo Messico che causò una lunga interruzione 1680-1692 nello status della capitale più antica, Santa Fe.