Indietro

ⓘ Categoria:Religione e politica




                                               

Politologia della religione

Tutto quello che riguarda la dottrina le pratiche religiose, avendo allo stesso tempo un contenuto e un messaggio politico, soprattutto il punto di vista religioso nei confronti dei modi di governo, potere, autorità politiche, stato, organizzazione politica, guerra, pace. Tutto quello che riguarda comportamento le pratiche religiosе e che, pur non avendo un diretto messaggio e contenuto politico, ha dirette conseguenze politiche, per esempio costruzione degli edifici religiosi o organizzazione di pellegrinaggi. La posizione degli attori politici nel senso stretto della parola nei confronti ...

                                               

Abu Sayyaf

Abu Sayyaf, anche conosciuto come al-Harakat al-Islamiyya è uno dei diversi gruppi paramilitari separatisti islamici, con base attorno alle isole a sud delle Filippine, in Bangsamoro dove per quasi 30 anni diversi gruppi musulmani sono insorti contro lo Stato a ispirazione cattolica delle Filippine. Il nome dellorganizzazione significa in arabo: ابو ‎, abū "padre di" e sayyaf "Spadaccino". Il gruppo chiama se stesso "al-Harakat al-Islamiyya" o "Movimento Islamico". Il nome Abu Sayyaf deriva dalla kunya adottata da Abdurajak Janajalani quando chiamò Sayyaf il figlio primogenito, diventando ...

                                               

Al Qaida

Al-Qāʿida è un movimento islamista sunnita paramilitare terroristico nato nel 1988 durante la Guerra in Afghanistan, fautore di ideali riconducibili al fondamentalismo islamico più oltranzista, impegnato in modo militante nellorganizzazione e nellesecuzione di violente azioni ostili, sia nei confronti dei vari regimi islamici filo-occidentali definiti munāfiqūn, sia del mondo occidentale, definito sommariamente kufr. È stato guidato sino alla morte, avvenuta il 2 maggio 2011, dal miliardario saudita Osāma bin Lāden che si avvaleva della guida ideologica di Ayman al-Zawāhirī ex medico de Il ...

                                               

Al-Adl wa l-Ihsan

Al-ʿAdl wa l-Ihsān è un movimento islamico fondato sul principio della non violenza, nato negli anni ottanta, con lo scopo di educare le persone ai veri insegnamenti della religione islamica, e dare una vera interpretazione dellIslam. Secondo il movimento, lattuale sistema politico marocchino non è un governo democratico, e per questo motivo è tuttora considerato dal regime marocchino un gruppo fuorilegge. Il suo capo è lo shaykh ʿAbd al-Salām Yāsīn. Secondo Amnesty International, la figlia dello shaykh, Nādiya Yāsīn, incarcerata nel 2005 per aver dichiarato in unintervista presso ununiver ...

                                               

Khaled al-Harbi

Khāled ibn ʿAwda b. Muhammad al-Harbī è un terrorista saudita. Associato al gruppo gihadista di Osama bin Laden negli anni ottanta del XX secolo, si crede abbia raggiunto lorganizzazione al-Qāʿida a metà degli anni novanta. Noto anche col nome di battaglia di Abū Sulaymān al-Makkī in arabo: ابو سليمان المكي ‎, porta in genere una folta barba e si muove grazia a una carrozzella per invalidi. La BBC riferisce che al-Harbī è stato genero di Ayman al-Zawahiri.

                                               

Al-Qaida nel Maghreb islamico

al-Qāʿida nel Maghreb islamico, abbreviato AQMI o AQIM è un gruppo terrorista jihadista, attivo nellarea sahariana e saheliana. Fino al 2005 era noto come Gruppo salafita per la predicazione e il combattimento, GSPC

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...