Indietro

ⓘ Eaismo




Eaismo
                                     

ⓘ Eaismo

Eaismo, fu unavanguardia artistica il cui manifesto venne stilato e firmato il 3 settembre 1948 a Livorno da Voltolino Fontani, Angelo Sirio Pellegrini, Marcello Landi, Guido Favati e Aldo Neri. Questultimo, in un articolo del 20 dicembre 1948 pubblicato sul quotidiano Il Tirreno di Livorno, si autodefinì primo firmatario più che concreto estensore concettuale del manifesto dellEaismo.

Secondo lEaismo lumanità stava entrando in un periodo nel quale improvvisamente risultava evidente linadeguatezza della dimensione morale dellumanità nel suo complesso, rispetto alle magnifiche possibilità tecnico-scientifiche che di colpo in senso tragicamente negativo, con i devastanti bombardamenti nucleari sul Giappone, tutti si rendevano conto di possedere e di dovere con grandissima saggezza contribuire a gestire in maniera non drammatica ed apocalittica.

Si legge infatti nel Manifesto dellEaismo:

In senso estetico visivo stretto, la pittura e la poesia eaiste avevano il compito di rappresentare la frammentazione della materia con esplicito riferimento alla sua traumatica scomposizione fisico molecolare, ma dovevano anche suggerire la simultanea, costante, indispensabile presenza dellumanità e delluomo nel suo contemporaneo, problematico divenire.

Quindi lEaismo si proponeva di inserire in ogni singolo dipinto ed in ogni singola poesia la scomposizione della materia ed altresì la contemporanea presenza delluomo anche soltanto nella sua intuibilità visiva. Soprattutto premeva agli eaisti evidenziare la necessità di unarte "progressiva" e quindi "aderente allepoca", che non si identificasse tuttavia in un realismo troppo crudo ma che suggerisse la profonda inquietudine determinata dal progresso.

LEaismo ebbe una sua coerente dimensione tra il 1948 ed il 1959 e precedette temporalmente parte delle sintesi visive e delle istanze propugnate successivamente nellarte nucleare italiana ed europea degli anni cinquanta.

I protagonisti dellEaismo furono: Voltolino Fontani, pittore, ideatore del movimento; Angelo Sirio Pellegrini, pittore figurativo/colorista; Marcello Landi, poeta livornese del dopoguerra nonché pittore; Guido Favati, poeta e filologo, docente allUniversità di Pisa, ed infine Aldo Neri, pittore ed insegnante darte.

Inoltre parteciparono negli anni cinquanta alle esposizioni eaiste: Giulio Guiggi, scultore, i pittori Danilo Gedè, Corrado Carmassi, Giuseppe Roffi e il poeta Germano Fontani.

La scarsa coesione degli Eaisti, che non andarono al di là dellelaborazione di un singolo manifesto, e la mancata diffusione in ambito nazionale e internazionale di mostre e conferenze decretarono la fine del movimento, che rimase confinato alla Toscana, nonostante una discreta divulgazione sulla stampa nazionale della notizia della pubblicazione del manifesto stesso e alcuni approfondimenti ad opera anche di personalità di spicco del mondo della cultura.

Il movimento si esaurì in un decennio, ma si sviluppò in modo originale ed autonomo. Una sua rivalutazione è in corso da alcuni anni. Nel dicembre del 1996 a Livorno si svolse un incontro pubblico sullEaismo con Giuseppe Argentieri come moderatore, Luciano Bonetti, Riccardo Rossi Menicagli e, tra molti altri artisti, la presenza di uno degli ideatori dellEaismo Angelo Sirio Pellegrini; nel 2004, presso la Galleria Giraldi a Livorno, si tenne una mostra, focalizzata sulla produzione eaista e nucleare dellassertore più tenace dellEaismo, Voltolino Fontani, curata da Francesca Cagianelli e promossa dal "Comitato per la divulgazione della figura pittorica di Voltolino Fontani" trasformatosi nel 2011 in "Archivio Voltolino Fontani". Nellottobre del 2014 si è concretizzato un nuovo contributo scientifico sullEaismo a firma di Martina Corgnati.

Il 4 dicembre 2018, in occasione del settantesimo anniversario della fondazione del movimento Eaista, hanno avuto luogo, presso il Museo Civico Fattori a Livorno, il convegno dal titolo EAISMO - Livorno 1948 - Nasce larte dellEra Atomica ed una mostra esemplificativa che ha visto riuniti tutti i pittori firmatari del manifesto. Gli atti del convegno sono stati presentati pubblicamente, nello stesso Museo Fattori, il 15 maggio del 2019 dallArchivio Voltolino Fontani, che ne ha curato la pubblicazione in collaborazione con il Comune di Livorno.

                                     
  • Domenici Pittori di Livorno Livorno 1973. A.Arnavas Dulcamara L EAISMO - Livorno febbraio 1973. L. Budigna Pittori oggi Edizioni Petrus
  • abbandonerà negli intensi anni successivi alla seconda guerra mondiale, vedere l Eaismo rimane un opera in cui il lato visionario e fortemente simbolico tocca
  • 1972. Federico Zucchelli: Eaismo G. Favati, V. Fontani, M. Landi, A. Neri, A. S. Pellegrini, Manifesto dell Eaismo Società Editrice Italiana, Livorno
  • Venerabile Arciconfraternita della Misericordia di Livorno Gruppo Labronico Eaismo Altri progetti Wikiquote Wikizionario Wikinotizie Wikimedia Commons Wikivoyage
  • pittore Livorno 1920 - 1976 ideatore del movimento pittorico denominato Eaismo Via di Fonte di Santo Stefano prende nome dalla fonte che a sua volta fa

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...