Indietro

ⓘ Luis Buñuel




Luis Buñuel
                                     

ⓘ Luis Buñuel

Luis Buñuel Portolés è stato un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico spagnolo naturalizzato messicano.

È stato uno dei più celebri esponenti del cinema surrealista, trovatosi costretto, a causa della dittatura franchista instauratasi in Spagna, a operare tra Messico, Francia e Stati Uniti, spesso con modesti fondi. I temi principalmente trattati nel corso della sua carriera cinematografica sono stati: la natura dellinconscio, lirrazionale, la sessualità umana e la critica anti-borghese e anti-clericale. Tra i vari premi ricevuti, lOscar al miglior film straniero nel 1973, la Palma doro al festival di Cannes nel 1961 e il Leone doro alla carriera alla mostra del cinema di Venezia nel 1982.

                                     

1.1. Biografia Formazione

Buñuel nacque a Calanda, un piccolo paese dellAragona, il 22 febbraio del 1900, figlio di Leonardo Manuel Buñuel González e di María Portolés Cerezuela. A Calanda trascorre i primi anni di vita, venendo poi mandato a Saragozza presso un collegio di gesuiti per proseguire gli studi, ed entrando in contatto con le ferree regole delleducazione religiosa. Sarà proprio questo ambiente a suscitare in lui le idee anticlericali che avranno ampio riscontro nelle sue opere: "Io sono profondamente e coscienziosamente ateo, e non ho nessun tipo di problema religioso. Anzi, attribuirmi una tranquillità spirituale di tipo religioso è innanzitutto non capirmi, e poi offendermi. Non è Dio che mi interessa, ma gli uomini". Studia poi letteratura e filosofia allUniversità di Madrid, dove conosce Federico García Lorca, Salvador Dalí, Rafael Alberti e Ramón Gómez de la Serna, conseguendo la laurea in Lettere nel 1924.

                                     

1.2. Biografia Primo periodo surrealista, antiborghese e anticlericale

Lanno seguente si trasferisce a Parigi dove comincia a frequentare il gruppo surrealista. Qui ha il suo esordio cinematografico dirigendo Un chien andalou - Un cane andaluso 1928, un cortometraggio scritto e prodotto assieme allamico Salvador Dalí. Le caratteristiche del cinema di Buñuel, il brutale impatto visivo e lo spirito antiborghese e anticlericale, in esso emergono già con forza, per sfociare nel 1930 nel lungometraggio surrealista, Lâge dor, dove lesaltazione del rapporto blasfemo fra Cristo e il Marchese de Sade provoca feroci reazioni di protesta. Il film, vietato subito dopo luscita, potrà uscire nuovamente solo nel 1950 a New York e nel 1951 a Parigi.

Tornato in Spagna gira Terra senza pane 1932, documentario di denuncia delle miserabili condizioni di vita della popolazione di una zona dellEstremadura, conosciuta come Las Hurdes. Subito dopo la guerra civile e la sconfitta della Repubblica spagnola 1939 il cineasta emigra a New York. Qui trova lavoro al Museum of Modern Art e si occupa della direzione del doppiaggio in spagnolo di film americani. Viene però presto licenziato a causa di un articolo scritto da Salvador Dalì, nel quale lartista lo defisce ateo: è unepoca in cui gli atei non sono particolarmente ben visti negli Stati Uniti dAmerica.

                                     

1.3. Biografia Messico e primi premi

Nel 1940 si trasferisce in Messico, ivi prenderà nel 1948 la cittadinanza. Lavora a numerosi film tra cui Gran Casino 1947, Il grande teschio 1949, e I figli della violenza 1950 che gli vale il gran premio della giuria al festival di Cannes nel 1951. Nel circuito del cinema commerciale messicano dirige una lunga serie di film brillanti, realizzati con minime possibilità tecniche ed economiche: Adolescenza torbida 1950, Salita al cielo 1951, Una donna senza amore 1951, La figlia dellinganno 1951, Il bruto 1952.

                                     

1.4. Biografia Ritorno a temi più impegnativi

Tornato a temi più impegnativi negli anni fra il 1952 e il 1960 con film come Lui 1953, Lillusione viaggia in tranvai 1953, La selva dei dannati 1956, Violenza per una giovane 1960, riconferma il successo a Cannes con Nazarín 1958 e nel 1961 riceve la Palma doro per Viridiana, ma il film, considerato troppo spregiudicato, viene accusato di blasfemia. Proprio a causa della furiosa censura seguita a questa opera, che porta, tra laltro alla destituzione del direttore generale del cinema di Spagna, ad opera del Consiglio dei ministri, dopo un breve periodo trascorso nella Spagna del dittatore Francisco Franco è costretto di nuovo a trasferirsi allestero.

Gira in Messico Langelo sterminatore 1962; in Francia Il diario di una cameriera 1964; nuovamente in Messico il mediometraggio Intolleranza: Simon del deserto 1965, di nuovo in Francia, Bella di giorno 1967, suo maggior successo di pubblico per il quale vince il Leone doro al Festival di Venezia, e La via lattea 1968, uno sguardo surrealista sulle eresie della chiesa cattolica. Nel 1970 torna in Spagna dove dirige Tristana.

Segue poi lOscar per il miglior film straniero insieme alla nomination per la sceneggiatura per Il fascino discreto della borghesia 1972, uno dei suoi film più famosi. Seguiranno Il fantasma della libertà 1974 e Quelloscuro oggetto del desiderio 1977, sua ultima fatica. Pubblica Obra literaria, una raccolta di scritti letterari e nel 1981 scrive la sua autobiografia "Mon dernier soupir" "Dei miei sospiri estremi" nella traduzione di Dianella Selvatico Estense per la SE editrice in Italia coadiuvato dallamico e co-sceneggiatore dei suoi ultimi film Jean-Claude Carrière. Verrà pubblicata postuma.



                                     

2. Nella cultura di massa

Buñuel appare come personaggio in due film. In Buñuel e la tavola di re Salomone di Carlos Saura, il regista interpretato da El Gran Wyoming e da Pere Arquillué, magicamente ritornato ai tempi della sua giovinezza, vive, assieme ai suoi amici Federico García Lorca e Salvador Dalí, unavventura esoterica per le strade di Toledo. In Midnight in Paris di Woody Allen il protagonista Gil, nel corso di uno dei suoi viaggi nel tempo, incontra il giovane Buñuel Adrien de Van, a cui suggerisce la trama di quello che sarà Langelo sterminatore. Buñuel è citato, inoltre, nella canzone di Caparezza China town e da Benassa in Deadly Combination del gruppo rapper Truce Klan.

                                     

3.1. Filmografia Regista

  • Quelloscuro oggetto del desiderio Cet obscur objet du désir 1977
  • Estasi di un delitto Ensayo de un crimen 1955
  • Nazarín 1958
  • Bella di giorno Belle de jour 1967
  • Lillusione viaggia in tranvai La ilusión viaja en tranvía 1953
  • Il grande teschio El gran Calavera 1949
  • La via lattea La Voie lactée 1969
  • Il diario di una cameriera Le Journal dune femme de chambre 1964
  • Gran Casino 1946
  • Lui Él 1953
  • Tristana 1970
  • Cime tempestose Abismos de pasión 1954
  • La selva dei dannati La Mort en ce jardin 1956
  • Terra senza pane Las hurdes 1932
  • Lisola che scotta La Fièvre monte à El Pao 1959
  • Le rive della morte El río y la muerte 1955
  • Il bruto El Bruto 1952
  • I figli della violenza Los olvidados 1950
  • Un chien andalou - Un cane andaluso 1929
  • Una donna senza amore Una mujer sin amor 1952
  • Il fascino discreto della borghesia Le Charme discret de la bourgeoisie 1972
  • Intolleranza: Simon del deserto Simón del desierto 1965
  • Salita al cielo Subida al cielo 1952
  • Langelo sterminatore El ángel exterminador 1962
  • Le avventure di Robinson Crusoe Robinson Crusoe 1954
  • Gli amanti di domani Cela sappelle laurore 1955
  • Lâge dor 1930
  • Violenza per una giovane The Young One 1960
  • Il fantasma della libertà Le Fantôme de la liberté 1974
  • La figlia dellinganno La hija del engaño 1951
  • Viridiana 1961
  • Adolescenza torbida Susana 1951


                                     

3.2. Filmografia Sceneggiatore

  • Violenza per una giovane The Young One 1960
  • Lisola che scotta La fièvre monte à El Pao 1959
  • Una historia decente 1971
  • La novia de medianoche 1997
  • Viridiana 1961
  • Il fascino discreto della borghesia Le charme discret de la bourgeoisie 1972
  • Quelloscuro oggetto del desiderio Cet obscur objet du désir 1977
  • Bella di giorno Belle de jour 1967
  • Un chien andalou - Un cane andaluso 1929
  • La via lattea La voie lactée 1969
  • Chi mi ama? ¿Quién me quiere a mí? 1936
  • Estasi di un delitto Ensayo de un crimen 1955
  • La caduta della casa Usher La chute de la maison Usher 1928
  • Una donna senza amore Una mujer sin amor 1952
  • Tristana 1970
  • Lillusione viaggia in tranvai La ilusión viaja en tranvía 1953
  • Cime tempestose Abismos de pasión 1954
  • Il diario di una cameriera Le journal dune femme de chambre 1964.
  • Sentinella attenti! ¡Centinela, alerta! 1937
  • Le rive della morte El río y la muerte 1955
  • Il fantasma della libertà Le fantôme de la liberté 1974
  • Adolescenza torbida Susana 1951
  • Salita al cielo Subida al cielo 1952
  • Nazarín 1958
  • Don Quintin lamargao Don Quintín el amargao 1935
  • Si usted no puede, yo sí 1951
  • Gli amanti di domani Cela sappelle laurore 1955
  • Intolleranza: Simon del deserto Simón del desierto 1965
  • España 1936 1937
  • Lui Él 1953
  • I figli della violenza Los olvidados 1950
  • Le avventure di Robinson Crusoe Robinson Crusoe 1954
  • Il bruto El Bruto 1952
  • Langelo sterminatore El ángel exterminador 1962
  • La selva dei dannati La mort en ce jardin 1956
  • Lâge dor 1930
  • Terra senza pane Las hurdes 1932
                                     

3.3. Filmografia Produttore

  • Tristana 1970
  • Sentinella attenti! 1937
  • Chi mi ama? 1936
  • Don Quintin larmagao 1935
  • Un chien andalou - Un cane andaluso 1929
  • España 1936 1937
  • La figlia di Juan Simon 1935
  • Terra senza pane 1932
                                     

3.4. Filmografia Montatore

  • Il diario di una cameriera 1964
  • Un chien andalou - Un cane andaluso 1929
  • Lâge dor 1930
  • Lillusione viaggia in tranvai 1954
  • La selva dei dannati 1956
  • Terra senza pane 1932
  • Adolescenza torbida 1951
                                     

3.5. Filmografia Compositore

  • Tristana 1970
  • Lâge dor 1930
  • La via lattea 1969
  • Il fascino discreto della borghesia 1972
                                     

4. Opere

  • Buñuel secondo Buñuel, a cura di Tomas Perez Turrent e Jose de la Colina, Trad. di Patrizia Volterra, Ubulibri, Milano 1993
  • Quelloscuro oggetto del desiderio, a cura di Anna Maria Tatò, con una nota di Francesco Tatò, Einaudi, Torino 1981
  • Dei miei sospiri estremi, trad. di Dianella Selvatico Estense, Rizzoli, Milano 1983; SE, Milano 1991
  • con Jean-Claude Carrière Là-bas. Labisso, Ubulibri, Milano 1994 contiene la sceneggiatura originale tratta dal romanzo di Joris Karl Huysmans
  • Sette film, a cura di Goffredo Fofi, trad. di Saverio Esposito, Einaudi, Torino 1974 contiene le sceneggiature dei film: Letà delloro; Nazarin; Viridiana; Langelo sterminatore; Simone del deserto; La via lattea; Il fascino discreto della borghesia
  • Goya 1926: il pittore e la duchessa, a cura di Auro Bernardi, trad. di Olivo Bin, Marsilio, Venezia 1994
  • Scritti letterari e cinematografici, a cura di Agustín Sánchez Vidal, traduzione di Donatella Pini Moro, Marsilio, Venezia 1984


                                     

5. Riconoscimenti

  • Nomination al Premio alla migliore sceneggiatura non originale per Quelloscuro oggetto del desiderio 1977
  • Nomination al Premio alla migliore sceneggiatura originale per Il fascino discreto della borghesia 1973
  • Nomination al miglior film straniero per Tristana 1970
  • Premio al miglior film straniero per Il fascino discreto della borghesia 1973
  • Premi Oscar
  • Premio FIPRESCI 1962 per Langelo sterminatore
  • Premio per la miglior regia nel 1951 per I figli della violenza
  • Festival di Cannes
  • Palma doro 1961 per Viridiana
  • Prix international 1959 per Nazarín
  • Leone dargento 1964 per Intolleranza: Simon del deserto
  • Leone doro 1967 per Bella di giorno
  • Mostra internazionale darte cinematografica di Venezia