Indietro

ⓘ Categoria:Divinità mesopotamiche




                                               

Nabu

Nabu è una divinità mesopotamica. È il dio della scrittura e della saggezza e figlio di Marduk e di Sarpanītum. Ha una consorte di nome Tašmetum. Il suo tempio principale si trova a Borsippa, nei pressi di Babilonia. Il dio si identifica con il pianeta Mercurio per via del nome che significherebbe "illuminato" oppure "profeta". La divinità diventò famosa nel periodo tardo-babilonese e allinizio della civiltà assira. Loggetto a lui sacro è il calamaio, di cui allepoca facevano uso gli scribi e ha come animali sacri il drago e il serpente.

                                               

Anunnaki

Il termine sumerico Anunna, reso in accadico con Anunnakkū, o, occasionalmente con Anukkū o Enunnakkū, indica, nelle religioni della Mesopotamia, linsieme o parte degli dèi.

                                               

Adad

Adad in accadico e Iškur in sumero sono i nomi del dio della pioggia e della tempesta nella mitologia mesopotamica. Il suo nome si scriveva in sumero d.IM, era il patrono di Karkara. Presso i sumeri era chiamato anche Immer, mentre a Babilonia e in Assiria Rammān, "il tonitruante". La divinità accadica è imparentata nel nome e nelle funzioni con il dio nord-occidentale semitico Hadad. Durante limpero babilonese, Adad fu considerato tra le divinità principali del pantheon e venne definito come figlio di Enlil. La doppia valenza degli aspetti propri del dio, la pioggia fertile e la tempesta ...

                                               

Kakka

Kakka è conosciuto per i testi del poema di Nergal ed Ereshkigal. Il poema inizia proprio con linvio di Kakka, da parte di An, nel Kurnugi, loltretomba dei Sumeri e degli Assiri, per invitare Ereshkigal, la dea degli inferi, ad un banchetto. Il messaggero Kakka, dopo aver attraversato le sette porte del Kurnugi, si vede rispondere dalla dea che, non potendosi assentare dal governo e dal controllo dellOltretomba, manderà a sua volta il suo visir Namtar a prenderle alcune focacce e portargliele nel Kurnugi. Quando Namtar si presenta al banchetto, tutti gli dei si alzano per salutarlo, tranne ...

                                               

An (mitologia)

An in lingua sumerica, Anum o Anu in accadico era il dio celeste della mitologia mesopotamica. Artefice del creato, deus otiosus, è padre degli dei e sposo della dea Antum. Gli era sacro il numero 60, massima cifra del sistema sessagesimale mesopotamico. An/Anu in lingua accadica vuol dire "colui che appartiene ai cieli". Nacque insieme con la sua controparte Ki, la Terra, dal Mare primordiale Nammu costituendo inizialmente un unico insieme chiamato montagna cosmica, lAn-Ki. An e Ki furono in seguito separati dal dio Enlil, da essi stessi generato. Il dio An/Anum presiede lassemblea degli ...

                                               

Inanna

Inanna è la dea sumera della fecondità, della bellezza e dellamore, inteso come relazione erotica piuttosto che coniugale; successivamente assimilata alla dea accadica, quindi babilonese e assira, Ištar. Inanna/Ištar è la più importante divinità femminile mesopotamica.

                                               

Šamaš

Šamaš in accadico e Utu in sumerico era nella mitologia mesopotamica il dio del sole che con il dio della luna Sin e Ištar, dea di venere, faceva parte di una triade astrale di divinità. Šamaš era figlio di Sin e la sua consorte paredra originariamente era Aya, successivamente identificata con Ištar. Šamaš, come divinità solare, esercitava il potere della luce sulle tenebre e sul male. In questa veste fu venerato come dio della giustizia e dellequità ed era il giudice sia degli dei sia degli uomini. Secondo la leggenda, il re babilonese Hammurabi ricevette il suo codice delle leggi da Šama ...

                                               

Kurgarra e Galatur

Kurgarra e Galatur sono conosciuti per i testi del poema della Discesa di Inanna negli Inferi. Nel poema, Inanna, la dea sumera dellamore, scende nel Kurnugi, loltretomba dei Sumeri e degli Assiri, nonostante il parere contrario degli altri dei, per porgere le sue condoglianze alla sorella Ereshkigal, dea degli inferi, per la morte di Gugalanna in sumero Gud-gal-ana, letteralmente "Grande Toro del cielo", primo marito di Ereshkigal, ucciso da Gilgamesh ed Enkidu. Luccisione del Toro Celeste è narrata nellEpopea di Gilgamesh, un altro, e più noto, mito mesopotamico che è in realtà ambientat ...

                                               

Lahamu

Presso i babilonesi è la figlia primogenita di Apsû e Tiāmat e la sposa di Laḫmu, con cui genera Anšar e Kišar. Presso i sumeri, invece, i Lahama erano divinità delle acque, appartenenti ad Enki.

Mummu
                                               

Mummu

Mummu è una divinità mesopotamica presente nel poema Enûma Eliš, mito della creazione babilonese. Dio delle nebbie, figlio di Apsû e Tiāmat, nel poema è colui che ha creato Lilith con laiuto del dio della terra Enki; nello specifico del mito, Lilith è stata creata dalla terra bagnata da questa nebbia divina, mentre Adamo dalla terra seccata dal vento, perciò da Enki e dal dio del vento Enlil. Ea uccise Apsû e imprigionò Mummu, che era stato fedele ad Apsu.

Tutu
                                               

Tutu

Tutu – divinità egizia Tutu – album di Miles Davis del 1986 Tutù – costume delle ballerine classiche Tutu – divinità mesopotamica Tutu – isola dellatollo Arno Isole Marshall